Jump to content

Hawk su F14 iraniani


easy
 Share

Recommended Posts

Sì è vero.

 

Ma è storia vecchia: gli iraniani hanno integrato i missili Improved Hawk sugli F-14 Tomcat nella seconda metà degli anni novanta, e le prime foto iniziarono a circolare 6-7 anni fa.

 

Nello stesso periodo furono integrati anche i SAM Standard sugli F-4 Phantom (anche se in questo caso il lavoro era più semplice, perchè gli americani lo avevano già fatto con la versione Standard ARM che era una variante aria-terra antiradar del missile navale Standard).

 

Io però onestamente devo dire che ho qualche dubbio su questa storia.

 

Integrare un missile terra-aria o mare-aria , che usa un sistema di guida del tutto diverso e incompatibile con la direzione di tiro AWG-9 (peraltro sabotata dai tecnici USA al momento di lasciare il paese) mi pare una cosa molto complessa e difficile.

 

Visto che i russi erano disponibili a fornire i propri missili aria-aria (e lo hanno fatto) era più semplice pensare a un'integrazione di questo tipo (che peraltro è stata fatta con gli R-73 Archer).

 

Inoltre gli iraniani avevano grosse quantità di missili Phoenix, e non li hanno affatto esauriti.

 

Poi l'Hawk ha prestazioni abbastanza modeste, se considerate nell'ambito aria-aria: una trentina di km di gittata e una velocità di Mach 2.5, davvero pochino in confronto ad un Phoenix.

 

Infine, non risultano informazioni certe sugli eventuali test operativi.

 

Tutto ciò mi fa pensare che in realtà gli iraniani abbiano modificato gli Standard e gli Hawk per funzionare nel ruolo aria-terra, magari in modalità antiradar.

Questa è una modifica molto più facile da fare.

Link to comment
Share on other sites

Tutto si può fare.

 

In fin dei conti un SAM non è altro che un AAM lanciato da terra (o viceversa).

 

Se si vuole trasformare un SAM in AAM, basta modificare adeguatamente il sensore del missile (nel caso dell' Hawk un sensore semi-attivo) affinchè riceva correttamente la frequenza del segnale di illuminazione emesso dall'aereo su cui si vuol montare (in questo caso l'AWG-9 del Tomcat).

 

Ovviamente non è uno scherzetto da quattro soldi ma... se si dispone di un sensore compatibile (ad esempio, quello dello Sparrow, in dotazione alle forze aeree iraniane) basta montare il gruppo sensore compatibile al posto di quello originale e... voilà... il gioco è fatto.

 

Poi occorre costruire un'interfaccia con il sistema di tiro dell'aereo (ma questo è gioco di qualsiasi buon elettricista) e modificare i piloni alari (lavoro di carpentiere).

 

Il gioco può funzionare su vecchi missili, non molto sofisticati, mentre su quelli più moderni dotati di un computer di volo, è necessario riprogrammare il computer per adeguarlo ai nuovi profili di lancio.

 

Resta però il fatto che se uno dispone di missili Sparrow, non c'è ragione di utilizzare un missile più grosso, più pesante e meno prestante come l'Hawk (anche se bisogna riconoscere che le prestazioni balistiche dell'Hawk migliorano sensibilmente in caso di lancio da un velivolo).

Link to comment
Share on other sites

cosa ci fa l' iran di F-14 "obsoleti"? non possono competere coi caccia americani e gli altri e no vedo come possano usarli per altri scopi

dobbiamo dire che i grandi caccia c'è gli hanno solo gli USA e l'UE a grandi linee gi altri non hanno caccia avanzatissimi

Link to comment
Share on other sites

Allora....

 

1) John sono io. In italiano ovviamente è Gianni.

 

2) Il poster è una rielaborazione di un altro poster molto più datato. Ovviamente l'US Army non potrebbe mai far stampare una cosa del genere.

 

3) Gli Iraniani acquistarono gli F-14 ai tempi dello scià, e dopo la rivoluzione quei caccia caddero in disuso perchè ovviamente gli USA non assicurarono la manutenzione nè l'invio di pezzi di ricambio, inoltre i tecnici americani sabotarono le loro direzioni di tiro prima di lasciare il paese. Poi con la guerra Iran - Irak le cose cambiarono e i pezzi all'Iran cominciarono ad arrivare (scandalo Iran Gate, forniture israeliane, ecc...) tanto che l'Iran riuscì a rimettere in volo molti caccia. Non ci sono cifre certe ma si ritiene che almeno una trentina di caccia F-14 siano ancora in grado di volare e siano efficienti. Molti piloti esiliati dopo la rivoluzione, ritornarono per aiutare il proprio paese contro l'Irak. Si trattava di piloti addestrati in USA, quindi abbastanza validi, che poi sono diventati istruttori.

Gli F-14 iraniani costuiscono ancora oggi una minaccia, non tanto nei confronti degli USA quanto delle altre forze aeree arabe, grazie alla loro capacità di usare il radar AWG-9 come fosse un piccolo AWACS, in favore degli altri caccia in servizio.

 

4) E' vero che spesso gli AAM sono stati usati come SAM, ma in questo caso si è progettato costruito tutto il sistema di tiro intorno al missile che ha ricevuto modifiche minori se non nessuna. Se si adatta un SAM al ruolo AAM, invece, bisogna modificare o il sensore del missile o quello dell'aereo, e la cosa non sempre è fattibile o agevole.

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...