Jump to content
Sign in to follow this  
Balthasar

ATR-72 ASW vs Boeing P-8A Poseidon

Recommended Posts

Il titolo la dice tutta, però vorrei chiarificare alcune cose.

Allora, come tutti sappiamo, la nostra linea di aerei antisommergibile, basata sugli Atlantic, è ormai obsoleta;La Franci sostituì molto tempo fa i suoi con gli Atlantique 2, mentre la Germania ha ovviato recentemente al problema comprando dei P-3 Orion di seconda mano dall'Olanda.....mentre il nostro stato, per mancanza di fondi, rimane con le mani vuote....

Adesso, credo che i candidati più probabili per una sostituzione siano quelli citati nel titolo, evorrei sapere , dopo una breve introduzione da parte mia sui due aerei, quale secondo voi sia il più adatto per il nostro governo.

L'ATR 72 ASW, recentemente ordinato dalla Turchia in 10 esemplari ed in servizio con la Guardia di Finanza e la Guardia Costiera sottoforma di ATR-42, è un indubbio successo della Alenia, ed un velivolo con ancora molto da dare.Ma riflettiamo.....l'aereo italiano ha sicuramente una velocità, un autonomia, una capacità di armamento, di sistemi e di spazi sicuramente inferiori al suo avversario, che tra l'altro non ha ancora subito da parte dei progettisti la revisone finale e potrebbe essere ancora adattato alle nostre esigenze senza accontentarsi.Vantaggi del turboelica sono invece l'economicità di gestione, il costo e l'affidabilità.

Ma d'altronde dall'altra parte abbiamo un aereo sicuramente più capace (anche se più costoso), modernissimo, che comporterebbe allettanti ricadute industriali in caso di rodinazioni da altri paesi, e che è Networ-centric capable (una capacià ritenuta essenziale per i futuri scenari operativi), un vero e proprio "nodo" per gestire ed acquisire informazioni, nonchè un'eccellente aereo ASW.Gli svantaggi sono che non ha ancora compiuto il primo volo e che comunque l'Italia deve sorvegliare un mare come il Mediterraneo enon l'oceano (anche se comporterebbe il tanto ricercato "prestigio internazionale" e una capacità di sorveglianza strategica, dato che avra anche capacità SIGINT).

Dopo questo "prologo", a voi la parola!!!!! :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo semplicemente scusarmi perché ho notato che il testo è farcito di errori di digitazione (tra cui "networ-centric" che si scrive "network-centric").

Nel caaso non sia comprensibile non esitate a fare domande

 

allora editalo, e non fare più doppi post ;)

Edited by dread

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mercato dei grandi pattugliatori oceanici ad alte prestazioni ed elevatissima autonomia, è un mercato che oggi come oggi interessa poche nazioni (in pratica solo gli USA e - forse - qualche paese dell'area del Pacifico, come Giappone e Australia),

 

Le ricadute industriali quindi, potrebbero non compensare gli investimenti.

 

Per l'Italia poi, il problema è solo quello di pattugliare il Mediterraneo centro-orientale, e in particolare il tratto adriatico e quello compreso tra il golfo di Taranto e il Nord Africa.

 

Si tratta di un'esigenza che può tranquillamente essere ricoperta da un velivolo come l'ATR-72/ASW o addirittura l'ATR-72/MP.

 

Utilizzando adeguatamente un mix di velivoli da pattugliamento ATR, di navi pattugliatori (che onestamente alla MMI abbondano), di sottomarini e di aerei (classe Eurofighter o Tornado o F-35) armati di missili antinave (che al momento secondo me sono la lacuna più grossa, dopo il ritiro dei Kormoran) l'Italia è perfettamente in grado di assicurare le capacità di ricerca e di "kill" che il teatro richiede.

 

Spendere un solo euro di più significa davvero buttar via soldi che servono ad altri programmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...