Jump to content
Sign in to follow this  
typhoon

Capacità ASW e ASuW delle marine Europee

Recommended Posts

Su pagine di difesa si stà parlando in interessante argomento da qui da un pò rimugino pure io, cioè il fatto che le nuove unita "made in Europe" ed in particolare caccia e fregate si stanno troppo specializzando nel ruolo antiaereo tralasciano un pò i ruoli antinave ed antisommergibile, se prendiamo i nuovi caccia Orizzonte per esempio vediamo che portano meno della metà dei missili ASuW delle controparti Russe ma anche Indiane e che addirittura non abbiano tubi lancia siluri, anche le FREMM ASW sinceramente mi sembrano un pò sottoarmate, secondo voi non rischiamo di trovarci come si dice "nella cacca" :rotfl:, un incrociatore classe Kirov non deve essere un bel incontro per una Orizzonte :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prima di tutto c'è da vedere se il kirov non salta da solo per un incidente al reattore :lol:, poi bisogna pensare che le unità russe sono state concepite per lavorare isolate, quindi hanno una ritondanza di armamenti, e specificatamente progettate per il ruolo ASuW, infatti dovevano avvicinarsi ai gruppi portaerei americani e lanciare i loro missili, in pratica come degli Oscar di superfice.

Le orizzonte sono progettati per coprire la flotta dalle minacce aeree, mentre le Rinascimento sono adatte al ruolo ASW e, nell'altra versione, ASuW.

Poi i russi hanno sempre avuto una passione per le unità sovraarmate, come dimostrano i 16 tubi di lancio per gli Shipwreck sulla Kutznedsov, che credo siano stati poi sbarcati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ho capito però le Orizzonte ASuW hanno solo 8 (mi sembra) missili antinave, cmq secondo me fanno un ragionamento di questo tipo: per sparare il mio missile antinave devo essere a mia volta a portata di quelli del nemico, quindi meglio che a lanciare la supposta ci mando un elicottero tanto, buttarlo giù a 150 Km di distanza non è mica facile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo con la radiazione del Kormoran la nostra aeronautica di Marina non ha missili antinave pesanti, penso sarebbe il caso di provvedere :furioso::furioso:

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti le unità navali occidentali sono sempre state carenti come armamento antinave, privilegiando quello anti-aereo.

 

Questo trend è storia vecchia, e ancora oggi va avanti così (anzi, peggiora: molte unità sbarcano i missili antinave o non ne hanno affatto).

 

Anche le armi antisom sono sempre state un po' messe da parte: dopo gli ASROC e altri tipi di lanciatori a media-lunga portata, quasi tutte le unità si sono accontentate di pochi tubi per siluri leggeri, spesso brandeggiati a mano, di ben scarsa utilità contro un sottomarino d'attacco. E adesso anche a quelli si tende a rinunciare.

 

E' difficile spiegare questa manchevolezza, se non si parte da un presupposto fondamentale: purtroppo anche nel mondo militare ci sono tendenze di moda.

E quasi sempre la moda è dettata dagli americani (nel mondo militare).

 

Agli americani missili antinave e siluri antisom servivano a poco: il loro concetto di guerra navale presupponeva l'impiego di gruppi da battaglia incentrati su portaerei, e in quest'ottica la guerra antinave e la guerra antisom erano appannaggio di un cocktail formato da aerei imbarcati e sottomarini nucleari, mentre le altre unità di superficie dovevano garantire la scorta antiaerea e antimissile alla portaerei, al massimo integrandola con la scorta antisom degli elicotteri imbarcati.

 

Quindi anche in Europa si sono progettate unità con prevalente funzione antiaerea, anche se non c'era alcuna portaerei da scortare.

 

Detto questo, però, bisogna riconoscere che ancora oggi la minaccia più grossa, per una nave, è l'attacco aereo.

Dalla II Guerra Mondiale in poi, le navi militari sono affondate prevalentemente per attacchi aerei, molto raramente per attacchi sottomarini e quasi mai per attacchi navali.

 

Bene o male, i sottomarini nucleari sono appannaggio di poche nazioni, e l'unica maniera per contrastarli è quella di utilizzare altri sottomarini nucleari o - in mero ruolo difensivo - sottomarini convenzionali estremamente silenziosi.

 

I sottomarini convenzionali sono micidiali quando si capita nel loro raggio d'azione, ma la verità è difficile che ci si capiti: i sottomarini convenzionali sono molto lenti quando navigano in immersione, e non hanno alcuna possibilità di "cacciare" una nave militare come una fregata o un cacciatorpediniere.

Al massimo possono aspettare che gli finisca in bocca.

 

Gli scontri nave-nave, invece, presuppongono un contatto ravvicinato tra le unità navali, contatto che raramente supera i 40 km di distanza (le portate dei radar, per effetto dell'orizzonte terrestre, sono quello che sono).

Si ritiene che una moderna unità navale occidentale sia in grado di evitare di finire a stretto contatto con una unità lanciamissili antinave nemica, e che tocchi all'aviazione (imbarcata o terrestre) spazzare via quella minaccia.

 

Invece un attacco aereo nemico non lascia tempi sufficienti di preavviso: un velivolo ti piomba addosso nel giro di pochi minuti in maniera del tutto inaspettata, e quella minaccia è considerata predominante rispetto alle altre.

 

Queste sono, a grandi linee, le ragioni delle attuali tendenze costruttive navali occidentali, tendenze che io non condivido molto: secondo me una nave dev'essere in grado di esprimere sufficienti capacità contro ogni tipo di minaccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho scritto un errore nel mio primo post, cioè che i caccia Orizzonte non hanno tubi lanciasiluri, invece hanno un sistema lanciasiluri per siluri MU-90 (due tubi singoli).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Purtroppo con la radiazione del Kormoran la nostra aeronautica di Marina non ha missili antinave pesanti, penso sarebbe il caso di provvedere :furioso::furioso:

aeronautica di marina? :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'aviazione di Marina non ha mia avuto il Kormorant, erano i torando dell' AMI a Gioia del C. ad averlo in dotazione ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo Storm Shadow ha un sistema di guida che confronta l'immagine del bersaglio con quella memorizzata.

 

Purtroppo ciò significa che bisogna sapere in anticipo la nave da attaccare.

 

E anche in quel caso una nave non è un bersaglio fisso: si può presentare in molti modi e pertanto il sistema di guida non è in grado di riconoscerla.

 

Per rimediare in parte al problema, lo Storm Shadow può utilizzare la "vista in pianta" della nave, ossia dall'alto: la sagoma in quel caso non cambia.

Purtroppo un attacco dall'alto rende il missile più vulnerabile ai sistemi antimissile, e in ogni caso è sempre necessario introdurre in anticipo nel computer del missile i dati del bersaglio che si vuole attaccare (ossia la sagoma della nave).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...