Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 88
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Dalla Germania alla Turchia: tutti pazzi per l’Albania     Portaerei Cavour verso gli Stati Uniti: missione con un occhio sulla Libia  

Due articoli interessanti che tuttavia faranno emergere  l'inconsistenza politico - militare dell'italietta. E' inutile dotarsi di mezzi supersofisticati quando poi le regole d'impiego sono  cond

Turkey Signals to U.S. It’s Ready to Compromise on S-400s qui, come in altre fonti, si parla di un "agreeing to limited use of the Russian S-400 antiaircraft missiles" sul modello greco (S-300) e

Posted Images

3 ore fa, Yuri Gagarin ha scritto:

Ankara ha annunciato la sua disponibilità ad abbandonare l'S-400 russo in cambio di American Patriot e F-35

speriamo non sia vera questa notizia, perchè il sultano con un centinaio di f35 pensio sia la peggiore notizia possibile

Turkey Signals to U.S. It’s Ready to Compromise on S-400s

qui, come in altre fonti, si parla di un "agreeing to limited use of the Russian S-400 antiaircraft missiles" sul modello greco (S-300) e si allarga il discorso agli altri punti di attrito tra i due paesi. 

Pochi giorni fa altri parlavano del possibile acquisto di un secondo lotto di S-400: Un secondo lotto di S-400 russi per la Turchia?

Non ci vedo molto spazio per un "completo abbandono".

Edited by meravigliato
Link to post
Share on other sites

se ne leggono di tutti i tipi, sempre su avia.pro ieri dicevano La Turchia vuole copiare gli S-400 russi e produrre essa stessa sistemi di difesa aerea a lungo raggio.

Quote

L'esercito turco prevede di copiare il sistema di difesa aerea russo S-400 per sviluppare le proprie armi. Tali informazioni sono apparse dopo che è stato appreso del rifiuto della Russia di fornire ad Ankara la tecnologia di quest'arma

mi sembra che non sia la prima volta che i turki provono a duplicare sistemi d'arma acquistati all'estero, se non sbaglio in passato ne sono stati vittima i cinesi che hanno smesso di vendere armi ai turki

Link to post
Share on other sites

Castelli di rabbia libici

150221%20Libia.jpg?itok=Q9kKLxDs

Quote

Oltre ad un presente caratterizzato da una politica estera incerta e pencolante tra Tripoli e Tobruk, come dimostrato dalla liberazione dei pescatori Mazaresi, che ha definitivamente messo fine alla leggenda del protagonismo italiano decantato dalla Farnesina, rimangono i dubbi riguardanti un futuro indecifrabile. Quel che è certo, è che la Turchia sta addestrando la Guardia costiera con i mezzi navali donati dall’Italia a Tripoli, un casus che evidenzia un approccio geopolitico più volitivo di quello di Roma, che ha visto scemare la propria influenza in Tripolitania guadagnando tuttavia molto poco in Cirenaica.

 

Link to post
Share on other sites

La Libia e la politica del Gattopardo

Quote

Il nuovo esecutivo gestito in teoria dalle Nazioni Unite resta in verità in mano agli islamisti mentre il paese sembra ben lontano da una riunificazione. L’unica vera novità rispetto al passato è la totale assenza dell’Italia totalmente estromessa dai giochi durante la parentesi del governo Conte.

 

Link to post
Share on other sites

The Future of the Turkish Navy

Turkish-Navy-Fleet-by-end-2021-840x1024.

Quote

Currently, the backbone of the TN is the upgraded Gabya-class (Oliver Hazard Perry) frigates. In addition, the Barbaros-class frigates, which are newer and more technologically advanced, are also considered as critical assets. The TN operates in the surrounding seas with the largest submarine fleet of the Mediterranean, newly built Ada-class corvettes, and FACs.

 

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

Accordo per le corvette Ue: ma nel piano manca la difesa delle Zee

Quote

L’idea, in base a quanto si evince dalla nota pubblicata da Fincantieri, è quella di creare unità di superficie “finalizzate principalmente a migliorare la conoscenza dello scenario marittimo, la superiorità di superficie e la power projection. In particolare, il riferimento è alle iniziative governative in tempo di pace, come quelle volte a contrastare la pirateria e il contrabbando, oltre alle azioni dedicate all’assistenza umanitaria, al controllo dei flussi migratori e alla libertà di navigazione”.

Compiti particolarmente importanti, senza alcun dubbio. Ma alcuni esperti puntano il dito sull’assenza di un elemento che invece dovrebbe essere dirimente: la protezione delle zone economiche esclusive, le cosiddette Zee.

Una svista? La nota diramata non lo dichiara apertamente, certo, ma potrebbe rientrare in uno dei casi citati. Eppure il dubbio rimane, soprattutto perché da una parte la protezione delle zone economiche esclusive è compito della Marina militare – l’articolo 115.1 del codice dell’ordinamento militare parla chiaro – e quindi ciò comporterebbe un impiego di queste corvette, ma anche perché l’inserimento di questa funzione specifica implicherebbe un messaggio preciso: l’interesse strategico per la protezione delle Zee.

Quote

Come spiegano a InsideOver fonti a conoscenza del dossier, il fatto che queste corvette non siano specificamente votate alla sorveglianza della Zee nazionale – che si esplica in applicazione della legge dello Stato e dissuasione delle intrusioni di altri – è un nodo da sciogliere al più presto. Una nave di 3mila tonnellate, lunga 100 metri e pronta a sostituire pattugliatori e fregate non appena entrata in servizio, non può non avere la difesa della zona economica esclusiva come obiettivo dichiarato. L’Italia ha già alcuni pattugliatori con questo obiettivo, ma è chiaro che in attesa di un piano che includa tutte le unità della Marina, sia necessario chiarire come l’Italia proteggerà le proprie Zee. Le corvette Erp potrebbero essere un buon inizio.

 

Link to post
Share on other sites
Il 5/2/2021 in 12:13 , Yuri Gagarin ha scritto:

per quanto riguarda le due portaeromobili ed gli F35B, io direi che siamo messi in manera più che sufficiente, anche in considerazione del fatto che parrebbe da qualche dichiarazione che anche i 15 dell'am finiranno per mettere le ruote sui ponti di volo, per cui abbiamo due unità per un totale di oltre 60k tonnellate, contro i 45 della de gaulle, e se volessimo usarle in contemporanea potremmo comuque sichierarne facilmente un 16+8 F35.

mi devo correggere, il limite massimo di F35 sul cavour è di 15 non 16

Link to post
Share on other sites

La politica filo turca proseguirà anche con il nuovo consigliere diplomatico di Draghi?

Quote

Inoltre, appare del tutto privo di fondamento la possibilità che Ankara limiti i flussi migratori che partono dalle coste della Tripolitania. Nel recente passato Erdoğan ha utilizzato i migranti come leva di ricatto nei confronti dell’Unione Europea.

Gli eventi di questi ultimi due anni hanno dimostrato come il lassismo italiano, generato da una politica estera priva di obiettivi strategici, abbia invece incrementato la politica espansionistica turca, non solo nel Mediterraneo Orientale.

Ecco perché ora è lecito chiedersi che politica seguirà il presidente Draghi nei confronti della Turchia, tenendo conto che ha conoscenze di relazioni internazionali nettamente superiori rispetto al suo predecessore.

Un consiglio che potremmo dare al consigliere diplomatico Mattiolo è quello di essere meno remissivi nei confronti del turco e far valere, almeno per una volta, anche i nostri interessi nazionali.

 

Link to post
Share on other sites

Algeria is Replacing its Ageing MiG-29s with a New Generation of Advanced Fighters

Quote

The Su-30MKA has a very high endurance allowing it to deploy up to a dozen missiles for missions across considerable distances - including across much of continental Europe if operating from airfields in northern Algeria.

 

Link to post
Share on other sites

oggi non di certo, come per l'egitto, ma nessuno ci può garantire che che ad algeri come ad al cairo, un giorno o l'altro, in un modo in un altro, arrivino gli islamisti.

qualcuno 20 anni fa avrebbe mai potuto pensare che un giorno in turchia invece di un colpo di stato militare ci sarebbe stato un epurazione di militari da parte di un islamista?

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

Iniziano le consegne degli T129 ATAK FAZ-II all’Esercito turco

carri armati, elicotteri, fregate, sommergibili, lhd, allora mi sono chiesto ma quanto spende la turchia:

Spesa militari - percento del PIL:

2.7% of GDP (2019) pari a 20,4MLD di dollari

2.5% of GDP (2018)
2.07% of GDP (2017)
2.07% of GDP (2016)
1.85% of GDP (2015)
1.9% of GDP (2014)
 
ma se nessuno mi pare minacci la turchia come si spiega questa crescita in un periodo di crisi?
Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

L’Italia sfida la Francia: trattive in corso per vendere navi alla Grecia

 

sinceramente non capisco il perchè i greci dovrebbero fare questo sgarbo ai francesi che hanno dimostrato che non si fanno troppi problemi a menttere il dito sul grilletto a differenza degli italiani bravi a fare finta di niente e di voltare lo sguardo altrove.

 

 

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites
Il 19/2/2021 in 18:03 , Yuri Gagarin ha scritto:

sinceramente non capisco il perchè i greci dovrebbero fare questo sgarbo ai francesi che hanno dimostrato che non si fanno troppi problemi a menttere il dito sul grilletto a differenza degli italiani bravi a fare finta di niente e di voltare lo sguardo altrove.

a meno che fincantieri costruisca le fremm direttamente in grecia come per gli usa

Russia Confirms First Requests For Su-57 Exports Received: Will Algeria Be the First Client?

Edited by Yuri Gagarin
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...