Jump to content
Sign in to follow this  
cama81

in ricordo per i 97 ragazzi bardaramente assasinati in norvegia

Recommended Posts

I fatti li conosciamo tutti ormai , un pazzo xenofobo e filonazista ha massacrato 97 ragazzi colpevoli solo di desiderare una società diversa da quella che lui immaginava nei suoi deliri di nei templare .

 

norvegia-mappe.gif

 

 

un post per ricordarli è il minimo

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi piacerebbe dire che è un pazzo ma devo dire sono pazzi perchè di "gente" così è pieno .... scusate non ho seguito bene ma come si chiama ?? ....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anders breivik. e non è certo un filonazista, è un'estremista di destra dei tempi di oggi pro-israele, antislamico, sedicente cristiano e conservatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, potremmo anche dire che non era filonazista, di estrema destra di certo, sul 'sedicente cristiano' purtroppo no, era un integralista cristiano esattamente come ci sono gli integralisti musulmani.

 

Estremisti religiosi ci sono a qualsiasi latitudine.

 

anche qui:

 

http://www.informalibera.it/economia/vittorio-feltri-i-giovani-laburisti-e-la-norvegia/

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate la domanda ..non ho seguito bene la notizia..come sono stati uccise ben 97 persone ?? e poi se non sbaglio ha piazzato una bomba ..potete schiarirmi le idee?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, potremmo anche dire che non era filonazista, di estrema destra di certo, sul 'sedicente cristiano' purtroppo no, era un integralista cristiano esattamente come ci sono gli integralisti musulmani.

 

Estremisti religiosi ci sono a qualsiasi latitudine.

 

anche qui:

 

http://www.informali...-e-la-norvegia/

 

Intendevo che uno in teoria non puo definirsi cristiano e avere condotte simili. Gli integralisti cristiani o musulmani che siano, sono della stessa risma e se si limitessarero ad'ammazzarsi farebbe anche piacere.

 

 

 

scusate la domanda ..non ho seguito bene la notizia..come sono stati uccise ben 97 persone ?? e poi se non sbaglio ha piazzato una bomba ..potete schiarirmi le idee?

 

 

Prima la bomba, che ha fatto 7 morti ... nel frattempo breivik si è spostato ha raggiunto l'isola è travestito da poliziotto ha potuto prendere la barca armato dicendo che era per un controllo per assicurarsi che tutto fosse a posto, visto l'allarme generale che la bomba che lui stesso aveva piazzato aveva generato.

Giunto su l'isola ha prima radunato attorno a se un po di persone e poi ha iniziato a sparare , prima quelli attorno a lui poi tutti quelli che scappavano.

 

 

Beh se avessi seguito la notizia dai media italiani, non ti saresti perso niente perche mai come in questi giorni sono riuscito a realizzare il pressapochismo dei giornali italiani.

Notizie riprese alla meglio dai media stranieri e romanzate per farci i titoloni, e cosi che i proiettili espansivi o frangibili per tgcom diventano:

 

"A Oslo usate pallottole per elefanti

Breivik ha ucciso con pallottole dum-dum. 07:34 - Per compiere il massacro sull'isola norvegese di Utoeya, Anders Behring Breivik avrebbe usato munizioni "dum-dum", vietate dal codice di guerra e utilizzate per la caccia agli elefanti: a sostenerlo è il capochirurgo dell'ospedale Ringerike, Colin Poole"

Per un'altro giornale italiano invece si tratta di proiettili esplosivi.

 

 

Naturalmente il Dr Poole non ha detto niente del genere. E i quote del dottore in lingua inglese sono invece corretti, almeno per qanto è tenuto a saperne un chirurgo, non che anche i giornali esteri non ci abbiano aggiunto castronerie di loro, ma sicuramente non a livelli di pallottole da elefante.

 

Fregherebbe anche poco se si fossero limitati a questioni tecniche, ma dico, poco dopo che si è venuto a sapere del manifesto di breivik, gia comparivano gli articoli col riassuntino, quando anche per leggere per sommi capi un mattone di 1500 pagine ci vuole del tempo. E invece di dare una lettura per conto loro e scrivere articoli come si deve si sono messi a fare la corsa a chi pubblica per primo facendo articoli basandosi sull'indice, sul tradurre cio che pubblicava all'estero chi aveva gia letto, o addirittura per sentito dire (quotando chi aveva scritto per primo senza leggere) oppure inserendo search key nell'acrobat reader .. tipo "italia" e tirando il risultato fuori dal contesto.. cosi si spiegano i famosi piani di breivik per attaccare l'italia :wip41:

 

 

Il manifesto di breivik.

http://www.scribd.com/doc/60739170/2083-a-European-Declaration-of-Independence

Edited by Einherjar

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma che tipo di arma ha impiegato? e quante munizioni aveva addosso per uccidere 97 cristi? bho a me sembra un po strano, un polizziotto che era in zona non gli poteva sparare appena inizziata la carneficina? e alla fine che fine ha fatto si e suicidato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

no, si è fatto catturare perchè voleva un processo per farsi pubblicità , quando hai un fucile e hai di fronte solo ragazzin( 15- 20anni )disarmati è facile fare un massacro

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma che tipo di arma ha impiegato? e quante munizioni aveva addosso per uccidere 97 cristi? bho a me sembra un po strano, un polizziotto che era in zona non gli poteva sparare appena inizziata la carneficina? e alla fine che fine ha fatto si e suicidato?

 

 

Una ruger mini 14 cal 5.56 pare che avesse aquistato 10 caricatori (non munizioni per 10 ricariche proprio 10 caricatori) quindi se se li fosse portati tutti 300 colpi (infatti la polizia ha riferito che al momento della cattura avesse ancora molti colpi) una glock e forse un benelli nova a pompa che possedeva ma non so se ha portato con se.

La sparatoria si è svolta su un'isola, niente poliziotti (a parte uno disarmato e fuori servizio) e per far arrivare i "nocs norvegesi" sull'isola ci è voluto del tempo perche l'elicottero piu a portata di mano a disposizione era a 60km e nella direzione sbagliata rispetto a dove dovevano andare, quindi se la sono dovuti fare prima in macchina e poi si son dovuti far traghettare da una barca che pare rischiasse di affondare con loro dentro.

breivik non solo è il piu letale spree killer della storia ma è forse l'unico che ne è uscito fuori senza un graffio. Si è arreso e l'hanno arrestato. Per questo e altro sono in disaccordo con chi lo descrive come il solito "pazzo" alla columbine, Virginia tech, port Arthur ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un commento interessante ....

 

http://www.difesa.it/Sala_Stampa/rassegna_stampa_online/Pagine/PdfNavigator.aspx?d=25-07-2011&pdfIndex=54

 

.... anch'io mi sono chiesto: possibile che non ci sia stato un minimo tentativo di reazione .... come dire .... una specie di "let's roll"?

 

E' vero che si fa presto a dirlo .... ma uno, morto per morto, per lo meno tenta qualcosa ....

Share this post


Link to post
Share on other sites

dopo la cantonata che ha preso quel quotidiano uscendo il giorno dopo ,mi sa tanto che è un modo per arrampicarsi sugli specchi ,anche parecchio indegno imho

 

le vittime erano ragazzini e hanno reagito eccome :sono scappati , cosa si aspettava feltri, che resistessero come i fanti del armata rossa sotto il fuoco delle mitragliatrici tedesche ?

 

 

sul volo united erano armati di taglierini ed erano in inferiorità numerica si poteva tentare il corpo a corpo , il killer a utoya aveva con sé un fucile d'assalto i ragazzi erano disarmati .

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un commento interessante ....

 

http://www.difesa.it...011&pdfIndex=54

 

.... anch'io mi sono chiesto: possibile che non ci sia stato un minimo tentativo di reazione .... come dire .... una specie di "let's roll"?

 

E' vero che si fa presto a dirlo .... ma uno, morto per morto, per lo meno tenta qualcosa ....

 

Interessante? Quell'articolo è un'offesa e basta alla memoria di quei ragazzi (eta media 15-16 anni, e c'erano e sono stati uccisi anche ragazzini di 11)

 

feltri trova cosi semplice reagire a un tizio che gli spara addosso perche evidentemente ha come immagine mentale dello shooter, l'innocuo attentatore immaginario del suo amico belpietro.

Edited by Einherjar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Einherjar ho letto la tua firma , per caso sei di orgini nordiche ?

 

ah non si può parlare di politica ma , non posso tacere sul fatto che borghezio ha perso un altra occasione per stare zitto : la colpa di tutto quanto è successo sarebbe della società multiculturale e aperta

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

No non lo sono, la firma e si in nordico ma dell'anno mille :D sono delle stanze tratte dall'havamal.

Mi interesso di mitologia nordica e alla rilettura spirituale e filosofica della stessa in chiave moderna, per via di questi interessi ho conosciuto un po di gente scandinava con gli stessi interessi, specie una cara amica islandese e chattando con loro mi ritrovo a seguire le vicende dei rispettivi paesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

[quote name='Einherjar' timestamp='1311616678' post='277935'

 

Beh se avessi seguito la notizia dai media italiani, non ti saresti perso niente perche mai come in questi giorni sono riuscito a realizzare il pressapochismo dei giornali italiani.

Notizie riprese alla meglio dai media stranieri e romanzate per farci i titoloni, e cosi che i proiettili espansivi o frangibili per tgcom diventano:

 

"A Oslo usate pallottole per elefanti

Breivik ha ucciso con pallottole dum-dum. 07:34 - Per compiere il massacro sull'isola norvegese di Utoeya, Anders Behring Breivik avrebbe usato munizioni "dum-dum", vietate dal codice di guerra e utilizzate per la caccia agli elefanti: a sostenerlo è il capochirurgo dell'ospedale Ringerike, Colin Poole"

Per un'altro giornale italiano invece si tratta di proiettili esplosivi.

 

 

 

la strumentalizzazione su questi argomenti non è del tutto umana e compassionevole come potrebbe pensarsi ... non ho parole .... ma puoi venire a dire che pallottole sono presenti nei corpi delle vittime :thumbdown: :thumbdown: :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites

che tipo di pallotole sono le dum dum?...e sto mauser mini 14 ha anche la modalita a raffica o solo singola? perche sunyoutube i pochi video che o visto sono tutti in modalita colpo singolo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ruger mini 14. è un'arma semiautomatica, niente raffica , salvo modifiche illegali

Giusto per la cronaca esiste una tecnica di sparo detta bumbfire che permette di sparare simulando una raffica con una carabina semiatomatica (ma ce ne vuole per avere risultati decenti)

 

I proiettili dum-dum derivano il loro nome dall'omonimo arsenale inglese nell'india coloniale, a quei tempi tra nitrocellulosa e calibri ridotti le velocita dei proiettili erano cresciute a livello tale da non essere piu sopportabili da i proiettili di piombo usati fino ad'allora quindi si dovette cominciare a usare palle blindate. Le palle blindate pero trapassavano il bersaglio cedendo poca energia e quindi poca forza d'arresto , allora qualcuno penso di tagliare la blindatura dalla punta della palla in modo da esporre il piombo, il piombo,tenero, all'impatto si deformava allargandosi e si sbriciolava seminando frammenti nel corpo del bersaglio colpito, il risultato erano ferite devastanti e difficili da curare e con grande stopping power. cosi da allora si prese a chiamare informalmente le munizioni ad'alta velocita con punta scamiciata dum dum-

 

A cavallo tra l'800 e il 900. Gli eserciti erano diventati ancora piu efficaci nel massacrarsi a vicenda grazie a invenzioni come i proiettili semiscamiciati (dum dum) , proiettili esplosivi , mitragliatrici ecc. Quindi tra convenzioni di San Pietroburgo e di Hague si decise di prendere degli accordi per moderare la cruenza degli scontri, quindi furono vietati i proiettili contenenti esplosivo (nell'ogiva) del peso inferiore a una libbra e si decise che le uniche munizioni con cui era lecito spararsi tra militari erano quelle totalmente incamiciate FMJ. bandendo cosi palle a punta cava, piombo nudo, semiscamiciate ecc.

 

La regola del FMJ vale solo per i militari. (ma nemmeno tanto visto che le migliori palle da sniper sono per lo piu a punta cava, ma solo per motivi di bilanciamento ) In ambito civile le palle piu adatte sia per autodifesa che per caccia sono quasi sempre in un modo o nell'altro espansive. L'uso di FMJ per i civili si limita quasi solo a palle da tiro o ricariche economiche o mil surplus per sparare in economia,

 

 

 

Leggi il topic calibri in esercito, o cerca o sfoglia nella sezione esercito se ti interessa l'argomento munizioni e armi leggere; ne abbiamo parlato parecchio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Foto eloquente.

 

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e0/Anders_Behring_Breivik_in_diving_suit_with_gun_%28self_portrait%29.jpg

 

La toppa sulla spalla mi ricorda anche qualcuno.

 

 

In ogni caso, riporto una domanda letta su un noto quotidiano, una persona che scrive un manifesto online di 1500 pagine sulla utilità del terrorismo per mobilitare le masse, come mai ha in casa un Ruger Mini con 300 proiettili, una pistola semiautomatica e un fucile a pompa?

 

Non ditemi la solita storia "se prendeva una macchina e andava davanti a una scuola faceva ugualmente una strage anche se disarmato", perchè disarmato non ammazzi quasi 100 persone e ne esci illeso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ruger mini 14. è un'arma semiautomatica, niente raffica , salvo modifiche illegali

Giusto per la cronaca esiste una tecnica di sparo detta bumbfire che permette di sparare simulando una raffica con una carabina semiatomatica (ma ce ne vuole per avere risultati decenti)

 

I proiettili dum-dum derivano il loro nome dall'omonimo arsenale inglese nell'india coloniale, a quei tempi tra nitrocellulosa e calibri ridotti le velocita dei proiettili erano cresciute a livello tale da non essere piu sopportabili da i proiettili di piombo usati fino ad'allora quindi si dovette cominciare a usare palle blindate. Le palle blindate pero trapassavano il bersaglio cedendo poca energia e quindi poca forza d'arresto , allora qualcuno penso di tagliare la blindatura dalla punta della palla in modo da esporre il piombo, il piombo,tenero, all'impatto si deformava allargandosi e si sbriciolava seminando frammenti nel corpo del bersaglio colpito, il risultato erano ferite devastanti e difficili da curare e con grande stopping power. cosi da allora si prese a chiamare informalmente le munizioni ad'alta velocita con punta scamiciata dum dum-

 

A cavallo tra l'800 e il 900. Gli eserciti erano diventati ancora piu efficaci nel massacrarsi a vicenda grazie a invenzioni come i proiettili semiscamiciati (dum dum) , proiettili esplosivi , mitragliatrici ecc. Quindi tra convenzioni di San Pietroburgo e di Hague si decise di prendere degli accordi per moderare la cruenza degli scontri, quindi furono vietati i proiettili contenenti esplosivo (nell'ogiva) del peso inferiore a una libbra e si decise che le uniche munizioni con cui era lecito spararsi tra militari erano quelle totalmente incamiciate FMJ. bandendo cosi palle a punta cava, piombo nudo, semiscamiciate ecc.

 

La regola del FMJ vale solo per i militari. (ma nemmeno tanto visto che le migliori palle da sniper sono per lo piu a punta cava, ma solo per motivi di bilanciamento ) In ambito civile le palle piu adatte sia per autodifesa che per caccia sono quasi sempre in un modo o nell'altro espansive. L'uso di FMJ per i civili si limita quasi solo a palle da tiro o ricariche economiche o mil surplus per sparare in economia,

 

 

 

Leggi il topic calibri in esercito, o cerca o sfoglia nella sezione esercito se ti interessa l'argomento munizioni e armi leggere; ne abbiamo parlato parecchio.

grazie mille per le info

 

Foto eloquente.

 

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e0/Anders_Behring_Breivik_in_diving_suit_with_gun_%28self_portrait%29.jpg

 

La toppa sulla spalla mi ricorda anche qualcuno.

 

 

In ogni caso, riporto una domanda letta su un noto quotidiano, una persona che scrive un manifesto online di 1500 pagine sulla utilità del terrorismo per mobilitare le masse, come mai ha in casa un Ruger Mini con 300 proiettili, una pistola semiautomatica e un fucile a pompa?

 

Non ditemi la solita storia "se prendeva una macchina e andava davanti a una scuola faceva ugualmente una strage anche se disarmato", perchè disarmato non ammazzi quasi 100 persone e ne esci illeso.

cos ha addosso una muta da sub?? bhe comunque ho letto oggi sul giornale che era andato a praga per acquistare armi e esplosivi illegali , ma arrivato l non ha trovato trafficanti d'armi e ha dichiarato che la citta era molto piu controllata di quanto pensasse , per cui il suo ak47 e le sue bombe a mano non le ha potute comprare,ma ha acquistato materiale chimico per fabbricare una bomba.

quindi non so dove abbia ottenuto le armi, ma se il fucile era un 5.56 vuol dire che è un calibro nato e quindi militare...quindi o l'ha rubato in qualche caserma oppure non so darmi spiegazioni.

c'e da dire poi che le forze speciali si siano comportate un po male, prendere un battello per arrivare all isolotto e poi affondare non mi sembra il massimo e mi viene anche da ridere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Italico, guarda che anche nel nostro paese sono disponibili (nelle armerie) fucili semi-automatici in calibro 5,56, regolarmente catalogati in ossequio alla vigente legge, e acquistabili e detenibili da parte di chi ha i necessari requisiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

riporto quanto scritto a suo tempo da gianni065

Mi sa che alcuni hanno le idee un po' confuse.

 

Andate in Poligono, iscrivitevi, poi andate in Questura e fatevi rilasciare un semplice porto per il tiro a volo.

 

A quel punto andate in armeria e potete comprare tutte le armi che volete: ossia 3 armi comuni (ad esempio un paio di semiauto a grande capacità e un fucilone calibro .50), 6 armi sportive (che so qualche revolver in calibro 44 e 357 magnum con canna da sei pollici) e un numero ILLIMITATO di armi da caccia (dove in Italia, per armi da caccia, si intendono anche fucili sniper in grado di seccare un passero a mille metri).

Di munizioni, invece, non potete comprarne quante ne volete: il limite complessivo è di "sole" 1.700 (millesettecento...)

 

Tutto questo, vi spetta di diritto (a meno che non siate pregiudicati o obiettori di coscienza, e a patto di averci i soldi).

 

E potete, sempre con lo stesso porto per il tiro a volo, trasportarvi il tutto, munizioni comprese, su tutto il territorio nazionale.

 

Allora ditemi, siete sicuri che è la legislazione americana ad essere così permissiva?

Edited by cama81

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante? Quell'articolo è un'offesa e basta alla memoria di quei ragazzi (eta media 15-16 anni, e c'erano e sono stati uccisi anche ragazzini di 11)

 

feltri trova cosi semplice reagire a un tizio che gli spara addosso perche evidentemente ha come immagine mentale dello shooter, l'innocuo attentatore immaginario del suo amico belpietro.

 

Oltre questo titolo che più che sensazionalistico non è, Il Giornale dovrebbe cospargersi il capo di cenere per la grandiosa prima pagina pronta la notte del 22 luglio con scritta campale "CI ATTACCANO, SONO SEMPRE LORO".

 

Prontamente sostituita appena saputo che lo sparatore non era un beduino col turbante, ma un bel ragazzone biondo con gli occhi azzurri.

 

riporto quanto scritto a suo tempo da gianni065

 

Qui non stiamo parlando di come ci si procura le armi in America, in Italia o in Norvegia. E' un discorso più generale.

 

Tutti parcheggiano in doppia fila e nessuno dice nulla. E' giusto secondo te?

 

Se una cosa è sbagliata è sbagliata, punto. Se anche qui in Italia ci vendono un arsenale senza battere ciglio e poi facciamo una strage, allora non ci lamentiamo se ci permettono di prendere tutte le armi che vogliamo?

 

Certo che uno psicopatico resta psicopatico anche disarmato, è quello il problema di base.

 

Però vedi che c'è differenza tra uno psicopatico con un coltello da bistecca in mano, e uno psicopatico con un fucile e 300 colpi. Possibile che non ci sono test psicoattitudinali per avere il porto? Li fanno per entrare nell'Arma, perchè non farli anche in prospettiva di acquisto di un'arma? In questo modo evitiamo di armare chi è mentalmente instabile, ma pure il primo fesso che spara 15 colpi al ragazzino che entra nel suo negozio a rubargli un pacchetto di cicche.

 

Visto che per la stupidità e, oltre alla camicia di forza, ai tranquillanti e alle celle imbottite per la psicosi, con c'è cura, a certa gente non permettiamogli di tenere un'arma. Teniamo presente che un fucile, che lo usi per far paura al nuovo fidanzatino della figlia o per sparare alle anatre, è sempre un fucile, uno strumento fatto per uccidere, non si parla di dare o no caramelle, si parla di armi.

Edited by Wolfman

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante? Quell'articolo è un'offesa e basta alla memoria di quei ragazzi (eta media 15-16 anni, e c'erano e sono stati uccisi anche ragazzini di 11)

 

feltri trova cosi semplice reagire a un tizio che gli spara addosso perche evidentemente ha come immagine mentale dello shooter, l'innocuo attentatore immaginario del suo amico belpietro.

 

 

ah ah ah quoto!

 

per quanto riguarda invece l'acquisto di armi in Norvegia, la mettiamo assieme a tutte le sciocchezze scritte su quel fantastico paese in questi giorni.

 

In realtà la caccia in Norvegia e' molto praticata, e l'acquisto di un fucile da caccia come un Ruger Mini 14 e' tutt'altro che difficile. Il vero 'problema' è che in realtà non vi sono, in pratica, reati commessi con armi da fuoco, se non per percentuali infinitesimali.

 

Quindi la legislazione e' piuttosto libera. Se poi pensiamo che il tizio ha utilizzato non certo del Semtex per la bomba, ma del fertilizzante (e aveva una azienda agricola praticamente apposta) si capisce quanto era difficile arrivargli addosso prima del fattaccio.

 

Il problema e' a monte: questo tipo di politica, che e' sempre stata 'tollerata' negli ultimi anni, era poi ovvio che prima o poi creasse il mostro. La vera domanda e': quanti ABB ci sono, in Scandinavia e non?

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Gun_politics_in_Norway

 

http://articles.latimes.com/2011/jul/23/nation/la-naw-norway-gun-policy-20110724

Edited by madmike

Share this post


Link to post
Share on other sites

si, ma il punto è: perché anche là dove le armi si procurano più o meno facilmente non ci sono stragi come queste? ,il problema è nella società non nelle legislazioni sulle armi .

 

 

In Italia ,come in USA e in tutti i paesi occidentali non viene rilasciato il porto d armi a chi sia malato mentale e abbia precedenti penali ,abbiamo anche una legislazione restrittiva rispetto agli altri paesi , in Francia,tanto per fare un esempio, è consigliato l uso del silenziatore per non disturbare i vicini se si fa pratica in casa propria , senza contare che da noi , in realtà , tutto é lasciato alla discrezionalità di questori e prefetti

 

quindi i controlli ci sono come ovunque

 

Non bisogna credere che basti vietare le armi da fuoco per rimuovere il problema; non è cosi facile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono ci sono. Basta vedere quelli che entrano nelle scuole e iniziano a sparare: non servono strettamente armi da guerra se si vuole ammazzare qualcuno. L'amara verità e che basta molto meno.

 

E comunque, figura di mer*a dei giornali a parte (AlQaeda???? I jadisti??? Uahahahahahah!!!!), i morti mi sembrano 76 non 97.

Edited by Hobo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×