Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
DomToretto93

Avanzamento di grado nell'AM

Messaggi consigliati

dopo 25 anni di carriera... l'avanzamento per i sottufficiali è una farsa!! avanza chi ha lo sponsor piu in alto.. non esistono meriti per il lavoro svolto, solo pura e semplice utopia.. fortunatamente (per me) il lavoro mi piace tantissimo e anche se rimmarrò nel grado fino alla pensione, lo svolgerò con tutte le mie forze ed energie. la promozione è un miraggio (per non parlare di miracoli, almeno per me che non chiedo niente a nessuno!!)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti

 

Ci sono due strade per diventare Pilota in AMI, Ruolo Navigante e AUPC (allievi ufficiali piloti di complemento); per entrambi si deve partecipare a una selezione, per il Ruolo Navigante è periodica, ogni anno e ci sono 50 posti disponibili + 3 di "riserva", per gli AUPC il concorso è aperiodico e i posti variano, generalmente non più di 4 o 5 ( :pianto: ).

Il concorso incomincia con dei quesiti a risposta multipla di cultura generale, questa prova si tiene al centro di reclutamento AMI sull' aeroporto di Guidonia, successivamente si svolgono gli accertamenti medici al policlinico aeronautico di Roma, ci sono visite di idoneità al servizio militare e visite psico-attitudinali di idoneità al volo (veramente terribili!), in Accademia si svolge poi un tema di italiano, un tirocinio psico-attitudinale e comportamentale di 10 giorni, dove si svolgono anche prove fisiche, quali addominali, corsa piana 100 e 1000 m e corsia di nuoto da 25 m (o 50? :helpsmile: ), nei giorni successivi c' è una prova orale di inglese, matematica e una prova facoltativa di informatica e una seconda lingua straniera e le graduatoria di merito finali. A questo punto gli iter formativi inizialmente si distinguono.

 

Gli allievi del Ruolo Navigante vengono mandati a conseguire il Brevetti Pilota Militare (BPA) al 70° Stormo di Latina sugli SF260, i 3 di "riserva" si tengono in tal caso non tutti superino il BPA, come a volte succede! :blink: Chi ha conseguito il BPA e il Brevetto quindi entra in Accademia Aeronautica di Pozzuoli (NA), il percorso formativo dura tre anni, e si studiano materie aeronautiche (meteorologia, navigazione aerea ecc...), scientifiche, giuridiche-economiche, attività sportiva, attività di addestramento militare, varie "gite" in enti aeronautici, paracadutismo, tiro dinamico, test di sopravvivenza a terra ferma e mare aperto, volo al 70° Stormo all' estate del secondo anno e volo a vela a Guidonia all' estate del terzo anno, dopo un esame magistrale si riveste il grado di Sottotenente e si consegue l' anno dopo la laurea in scienze militari aeronautiche e strategiche all' università di Napoli Federico II, con facoltà in scienze politiche; si parte per le scuole di volo (che spiegherò dopo).

 

Gli AUPC appena superata la selezione rivestono il grado di aviere e seguono in Accademia Aeronautica un periodo iniziale di formazione di tre mesi dove studiano materie militari e aeronautiche, al termine rivestono il grado di aviere scelto e vengono mandati a conseguire il BPA con il conseguimento del grado di sergente, l' iter a questo punto è uguale agli Ufficiali del Ruolo Navigante, al conseguimento del Brevetto di Pilota Militare (BPM) rivestono il grado di sottotenente, con cui stanno in AMI per dodici anni prima di essere congedati, possono però transitare nel Ruolo Speciale.

 

Alcuni allievi verranno mandati nelle scuole di volo negli USA con l' ENJJPT, euro nato joint jet pilot training, circa quindici allievi piloti, gli altri nella scuola di volo del 61° Stormo di Lecce, si forma tutto per graduatoria, i più alti in graduatoria negli USA vanno.

Appena arrivati negli States gli allievi piloti seguono un primo iter formativo di lingua inglese in università che varia dalle otto alle dodici settimane, per poi incominciare l' addestramento vero e proprio, che dura cinquantacinque settimane circa, con attività teorica, di formazione a terra (prove acquatiche, piccoli lanci col paracadute, camera ipobarica ecc...) e attività di volo su T-6 e T-38, terminata l' attività addestrativa si consegue il BPM, in Italia gli allievi seguono un periodo di tre mesi di studio di inglese e preparazione a terra per poi conseguire in circa dieci mesi il BPM al 213° Gruppo del 61° Stormo di Lecce sugli MB339A.

A questo punto le strade degli allievi si dividono, chi è destinato a EFA, Tornado e AMX viene mandato al 212° Gruppo del 61° Stormo di Lecce sugli MB339CD a seguire un corso pre operativo di circa settanta missioni di volo, dove si svolgono missioni di difesa aerea e aria-suolo, per poi essere assegnati ai vari reparti di conversione operativa, i neo piloti destinati all' ala rotante AB212 o HH-3F vengono mandati a conseguire il brevetto di elicotterista al 72° Stormo di Frosinone sugli NH-500, invece i neo piloti destinati ad altre linee quali C130, C27J e via dicendo vengono mandati direttamente al reparto di conversione, senza passaggi "Intermedi".

 

 

Spero che anche se sono in ritardo in un anno (dato che mi sono appena iscritto) posso esserti stato utile lo stesso.

 

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×