Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
AlfaAndOmega86

Rivoluzione Energetica?

Messaggi consigliati

"Si sono consumati 600 kilowattora e se ne sono prodotti 12mila". Questo è quanto sostiene Andrea Rossi, ingegnere, che insieme al fisico Sergio Focardi (pioniere nel campo della Fusione Nucleare Fredda) hanno condotto a Bologna (ironia della sorte in Via dell’Elettricista), di fronte a scienziati e giornalisti, un esperimento di 'Fusione Fredda' Nichel-Idrogeno.

 

Più che di Fusione Fredda bisognerebbe parlare di Low Energy Nuclear Reactions o L.E.N.R. (acronimo che tradotto dall’inglese sta per Fusione Nucleare a Bassa Energia). Dal 1989, anno in cui Martin Fleishmann e Stanley Pons diedero una scossa epocale al mondo scientifico, scatenando polemiche e attese enormi con i loro esperimenti sulla fusione Palladio-Deuterio, la comunità scientifica in primis e l’umanità intera si è interrogata sulle potenzialità di questo processo ancora oggi avvolto, per natura o volontà, in un alone di mistero.

 

Così come per la Fusione Nucleare Calda o Fusione Termonucleare (quella che avviene all’interno di una stella, tanto per capirci), anche per ottenere la fusione nucleare fredda è necessario avvicinare i nuclei atomici a distanze tali da vincere la reciproca forza di repulsione dei nuclei carichi positivamente.

 

Tra i vari modi per effettuare questo avvicinamento l’Ing. Rossi e il Dott. Focardi hanno scelto quello della Cella Elettrolitica 'Asciutta': un contenitore di materiale isolante riempito con idrogeno in forma gassosa, con al suo interno due elettrodi conduttivi metallici (1gr di nichel in questo caso).

 

Il primo elettrodo, chiamato catodo, è in grado di 'assorbire' gli atomi di idrogeno, ed è inoltre collegato al polo negativo di un apposito alimentatore a corrente continua. Il secondo elettrodo, chiamato anodo, è collegato al polo positivo dell'alimentatore. In tali catodi, con opportune tecniche, può essere accumulato un grosso quantitativo di gas.

 

La quantità di gas accumulabile all'interno del reticolo cristallino del metallo può arrivare a circa un atomo di gas per ogni atomo di metallo. Un accumulo così elevato, a certe condizioni non ancora del tutto note (e tantomeno spiegate dai due ricercatori Italiani, anche perchè il brevetto è coperto da segreto industriale) può innescare fenomeni di generazione anomala di calore, quindi ottenere più energia di quella che si è immessa per dare vita al fenomeno stesso.

 

"Dietro questo processo non c'è una base teorica: per quale motivo avvengono questi risultati lo abbiamo solo ipotizzato", sostiene Rossi e sul perché questi esperimenti non avvengano in ambito accademico il Focardi spiega: "I miei colleghi non ci credono, sono scettici. Non so come un protone di idrogeno possa entrare nel nucleo di nichel, ma avviene. Ed è la strada dell'energia per l'umanità". Energia pulita ed inesauribile per tutti, e a costi ridicoli. Che sia l’inizio di una rivoluzione energetica? Per tutta l’umanità e il pianeta, lo speriamo.

 

http://www.nextme.it/scienza/energia/1575-nucleare-in-italia-la-fusione-fredda-e-mistero

 

Altri articoli:

La Repubblica

 

http://www.youtube.com/watch?v=z-0WvK2b7dU&feature=player_embedded

Modificato da AlfaAndOmega86

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Amazing !!!! :blink: :blink: :blink::drool: Cosa si diceva sull'università italiana che non funzionava, etc.?

 

sul discorrso del funzionamento dell'apparecchio c'è qualcosa che non mi torna

image028.jpg

i vari isotopi del nichel stanno fra 58 e 64, al top della curva .. cosa ci puoi tirare fuori per mezzo di reazione nucleare? A meno che .. pensando al protone del nucleo d'idrogeno ... non ci sia produzione di antimateria ... tipo come si ricavano gli antiprotoni, dal rame ... ma da dove verrebbe il decadimento beta? Nuuuuu, possibile che ricrei abbastanza densità da riprodurre le reazioni che avvengono nel Sole :blink: :blink: Se è così hanno scoperto l'uovo di Colombo ... cercherò .. ho trovato questo: Il brevetto

Altro link

Appena ho tempo cerco su physicsenws.org, adesso non me lo apre, oggi alle 2 ho l'esonero di geometria, ho altro a ccui pensare.

A&O, di quand'è la notizia?

 

P.S. se non si capisse niente di questo post, scusate

Modificato da windsaber

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La cautela è d'obbligo, son 50 anni che team di ricerca vengono fuori con notizie simili riguardo alla fusione fredda, poi, nel caso la scoperta sia confermata, bisogna passare tutta la fase di industrializzazione e non è detto che ne venga fuori qualcosa di buono.

Speriamo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la fusione fredda non è che non funzioni... è che non è, generalmente, riproducibile: capita per caso. questo è il problema.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nuuuuu, possibile che ricrei abbastanza densità da riprodurre le reazioni che avvengono nel Sole :blink: :blink: Se è così hanno scoperto l'uovo di Colombo

probabilmente è questa la via seguita, date un occhiata al brevetto

 

bisognerà vedere se questo metodo conviene economicamente. Guardiamo alle tecnologie odierne: coi magneti toroidali è difficile da mantenere il plasma caldo, con i laser sono costose le pallottole di deuterio, entrambe le tecnologie danno energia a impulsi, non continuitivamente, ed è ancora da vedere come efffettuare la "cattura" dell'energia prodotta.

 

Qui basta corrente ad alto voltaggio, nichel da sostituire, nel caso venga modificato (chissà quando capiranno come funziona, secondo me l'han già capito :ph34r: ...), e una pila d'acqua da bollire. Certo la pila d'acqua non è il massimo della tecnologia, se trovassero un sistema elettromagnetico per sfruttare la sorgente (... ma che corbellerie vado dicendo anche il sole è in parte termodinamico ... :asd: ), ma se il buongiorno si vede dal mattino ..

 

EDIT: tra l'altro potrebbe essere una tecnologia applicabile in ambito militare: pensate al pinball che bisogna creare per una bomba H, così sarebbe più facile tirar fuori energia (altra sospetta emerita ca**ata, il decadimento beta non è così frequente, almeno nel sole, dipende dalle energie in gioco, ci vorrebbero energie dell'ordine di quelle degli acceleratori, però oh, ho buttato li lo spunto per discuterne).

 

OT: Evvai! Esonero di c++ superato :lol::lol::belgarioncer::metal::compleanno: i miei primi 5 crediti :lol:

Modificato da windsaber

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

http://www.physorg.com/news/2011-01-italian-scientists-cold-fusion-video.html si fanno notare alcune lacune sul piano scientifico dell'"aggeggio", come il fatto (ovvio) che non vi sono dati certi nè spiegazioni tali da permettere a qualcun'altro di comprendere e riprodurre il fenomeno (e bè ... :rolleyes: ). Un pò come la storia dei laser ad energia nucleare (in quel caso era perchè andavano distrutti i rivelatori :asd: ): non si può ripetere indipendentemente, non lo accettiamo.

 

Further, the scientists say that the reactor is well beyond the research phase; they plan to start shipping commercial devices within the next three months and start mass production by the end of 2011.

come dicevo prima ... :rolleyes: ... la pentola d'acqua

As for costs, the scientists estimate that electricity can be generated at a cost of less than 1 cent/kWh, which is significantly less than coal or natural gas plants.

NOTA: per "scientists" si rifrisce a Rossi e Focardi, non a "scienziati" in generale. Questo perchè se no sembrerebbe che tutti lo accettano.

Modificato da windsaber

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
la fusione fredda non è che non funzioni... è che non è, generalmente, riproducibile: capita per caso. questo è il problema.

 

non la chiamano neanche pù fusione fredda se è per questo : si sospetta che vi possano essere delle reazioni nucleari anche all interno della materia densa (il palladio )

avviene per caso ,non perchè la natura giochi a dadi , ma perchè non comprendendone i funzionamenti non sappiamo ricreare ogni volta le condizioni necessarie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
avviene per caso ,non perchè la natura giochi a dadi , ma perchè non comprendendone i funzionamenti non sappiamo ricreare ogni volta le condizioni necessarie

si, mi sono espresso in maniera poco chiara, pardon.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×