Jump to content
Sign in to follow this  
typhoon

Sul sito della Lega impazza il gioco "Rimbalza il clandestino"

Recommended Posts

Mentre l'ennesima strage di migranti in mare suscita sdegno e sgomento, su Facebook gli internauti leghisti si divertono a far sparire con un clic le barche con gli immigrati a bordo. Vince chi riesce a rimandare indietro più extracomunitari. Ogni volta che un barcone viene respinto, si viene avvisati con il suono di una campanellina. Si chiama "Rimbalza il clandestino", ed è un'applicazione sviluppata all'inizio di questa estate e disponibile sulla pagina ufficiale su Facebook della Lega Nord. Da qui può essere condivisa e pubblicizzata su ogni profilo.

 

Ad amministrare la pagina del Carroccio è il figlio di Umberto Bossi, Renzo, classe 1988, affiancato nell'opera da Fabio Betti, un altro leghista doc. Proveniente dal movimento dei giovani padani, Betti è legato da un'amicizia non solo virtuale a Renzo, ed è stato spesso definito come l'"uomo facebook" del Carroccio. E' lui a pubblicare link, notizie e ad aggiornare la bacheca. E, all'inizio di giugno, si è presentato come l'ideatore di "Rimbalza il clandestino". "Abbiamo deciso di puntare molto sull'interattività e sulla Rete - aveva spiegato, introducendo l'applicazione interattiva - cercando di coinvolgere, scherzosamente, i giovani, e di sensibilizzarli su quello che, in reatà, è un fenomeno reale che affligge le nostre coste". E chissà se, insieme all'amico Renzo, immaginava che la realtà di questi giorni avrebbe potuto drammaticamente superare l'obiettivo del suo giochino virtuale.

 

L'applicazione, che ha anche una pagina di fan, è introdotta da poche righe di spiegazione: "L'obiettivo di questo gioco è mantenere il controllo dei clandestini che arrivano in Italia". Su una schermata viene raffigurata la nostra penisola, insieme a delle boe e dei salvagenti. Ovviamente nessuno riceverà mai alcun salvagente, perché l'unico scopo del giocatore è quello di far sparire la barca apparsa all'improvviso, cliccandoci sopra con il mouse, da una fino a cinque volte. I punti che si ricevono per ogni imbarcazione colpita dipendono dalle sue dimensioni: uno per quelle più piccole, fino ad un massimo di cinque. Gli sbarchi avvengono lungo tutte le coste, anche quelle della Liguria. Una barra, in alto, tiene traccia delle imbarcazioni rimandate indietro: "Se la barra sarà al massimo - spiegano le istruzioni - vorrà dire che avrai dimostrato la tua bravura e potrai passare al prossimo livello". Più si va avanti, e più i "nemici" da respingere si moltiplicano. Perde chi non riesce a far sparire abbastanza barconi. In questo caso si riceve il classico messaggio di "game over", accompagnato da un invito a ritentare la fortuna: "Prova ancora. Vedrai che la prossima volta riuscirai a dimostrare di essere un vero leghista".

 

Altro gioco che si inserisce nella campagna leghista dell'estate per coinvolgere i giovani internauti nelle sue iniziative virtuali è "Converti il comunista": lo scopo è quello di trasformare il "triste e logoro comunista in un felice leghista". Perché la conversione sia portata a termine, bisogna "illuminare" il comunista con il Sole delle Alpi, il simbolo racchiuso nel contrassegno della Lega Nord. Nel fare ciò, si dovrà fare attenzione ai pomodori che Veltroni e Franceschini tireranno contro la persona da convertire.

 

Non pensavo che il figlio di Bossi dopo aver dovuto ripetere tre volte la maturità fosse capace di accendere un PC :asd: ...

 

Ecco chi ci governa, anzi no ... ecco da chi vogliono essere governati gli Italiani (io no) ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://apps.facebook.com/rimbalzaclandestino/

 

http://apps.facebook.com/converticomunista/

 

Tutta questa indignazione per queste due cazzate qua?! ma dai!

Perchè non parliamo di giochi come MAFIA o GTA, dove si scorrazza per la città a spacciare droga e a sparare ai poliziotti?

altro che cliccare sul comunista rosso per farlo diventare verde.

Edited by Fulvio

Share this post


Link to post
Share on other sites

magari a pochissimi giorni da una tragedia in mare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo che il gioco sia stato creato e messo in rete in fretta e furia per deridere la tragedia avvenuta nel canale di sicilia. Il fatto che sia stato messo in rete in questi giorni è solo una sgradevole casualità.

Il gioco è di cattivo gusto, non lo nego, ma la correlazione con le morti che ci sono state è una forzatura fatta da certe persone per sparare ugualmente sulla Lega Nord, anche se non ha resposabilità per quanto avvenuto, sfruttando l'emozione dell'opinione pubblica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sono indignato per quei due giochi lì caro Fulvio, sono indignato ancora una volta dalla nostra Istruzione, che riesce a dare il diploma a certi soggetti.

 

Poi è anche autobiografico come gioco, da uno con una notevole esperienza da "rimbalzato" in ambito scolastico, non ci si poteva aspettare di molto diverso.

 

Perchè non parliamo di giochi come MAFIA o GTA, dove si scorrazza per la città a spacciare droga e a sparare ai poliziotti?

 

Perchè quelli sono giochi fatti da programmatori che non hanno nulla a che vedere con la politica. Se un attivista politico mette su questi giochi, non dà una buona impressione di credibilità e serietà, anche se qui in Italia chiudiamo sempre un occhio.

Edited by Wolfman

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve

da soggetti che modificano la storia e le leggi a loro piacimento

non cera da aspettarsi di meglio

 

I cinque eritrei superstiti rischiano l'incriminazione: immigrazione clandestina

Edited by la saetta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×