Jump to content
Sign in to follow this  
teozena

Slat

Recommended Posts

Ciao, eccoci ad un'altra mia domanda...

 

L'ultima volta che ho preso l'aereo, ho notato che gli slat si "piegano" al contrario dei flap...

Cioè il flusso d'aria che incontrano, a logica non dovrebbe "far forza verso il basso", in termini più tecnici non dovrebbe creare deportanza?

Così facendo non dovrebbe venisi a creare un'area di bassa pressione immediatamente dietro di loro???

 

Com'è il loro principio di funzionamento???

 

Ciao e grazie della vostra immensa disponibilità!!! B-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao, eccoci ad un'altra mia domanda...

 

L'ultima volta che ho preso l'aereo, ho notato che gli slat si "piegano" al contrario dei flap...

Cioè il flusso d'aria che incontrano, a logica non dovrebbe "far forza verso il basso", in termini più tecnici non dovrebbe creare deportanza?

Così facendo non dovrebbe venisi a creare un'area di bassa pressione immediatamente dietro di loro???

Cominciamo col dire che lo slat, o aletta handley page è solo uno degli ipersostentatori di bordo d'attacco.

Estratto si presenta così...

 

800px-Slat_A319_colore.jpg

 

In realtà ci sono anche l'ipersostentatore di curvatura usato su aerei come l'F-16...

 

SmokeyF16Takeoff.jpg

 

...e l'aletta krueger o krueger flap, che fuoriesce dalla parte ventrale del bordo d'attacco alare.

 

LEslat.jpg

 

La prima cosa per non fare confusione è non considerare l'aletta come a se stante, altrimenti si che si finisce col chiedersi perchè non sia deportante...

Questi ipersostentatori infatti interagiscono tutti con la porzione d'ala dietro di essi e hanno tutti un preciso scopo e cioè consentire all'aereo di incrementare l'angolo di incidenza, e quindi la portanza a una determinata velocità, senza rischiare lo stallo.

Da questo grafico si vede infatti l'effetto (è l'aggiunta in rosso): allungare la curva coefficiente di portanza/angolo di incidenza verso angoli maggiori.

Il massimo della curva, oltre il quale c'è lo stallo, si sposta più in là, ma non è che tali dispositivi aumentino il coefficiente di portanza a un determinato angolo: semplicemente consentono di raggiungere angoli più elevati.

 

2ita.gif

 

Vedendo nel dettaglio quello che succede sul lo slat, l'effetto è quello di incurvare il profilo e rendere il bordo d'attacco più dolce e arrotondato.

Quando infatti l'aria raggiunge l'ala questa in pratica la taglia in due flussi (sopra e sotto l'ala) e la costringe a cambiare direzione.

Sul dorso alare la cosa diventa piuttosto delicata, perchè a elevata incidenza l'aria prima accelera e poi, percorrendo il dorso e venendo incurvata, tende a rallentare. Se la cosa avviene troppo bruscamente lo strato limite tende a staccarsi e si ha lo stallo.

Ecco quindi l'ipersostentatore al bordo d'attacco rende il tutto più dolce e inoltre, nel caso dello slat, si crea una fessura che fa passare un po' d'aria da sotto a sopra, dando energia allo strato limite e allontanando ancor più il rischio di stallo.

 

3ita.gif

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si potrebbero aggiungere solo un paio di cose:

 

- Lo slat si becca il picco di pressione che dunque non coinvolge il profilo, lasciandolo lavorare meglio.

- L'aumento di curvatura che essi provocano, aumenta il momento picchiante del velivolo. Dunque sono usati in decollo e molto meno in atterraggio.

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...