Jump to content

MBDA presenta nuovo corpo bomba


Little_Bird
 Share

Recommended Posts

MBDA presenta nuovo corpo bomba

 

MBDA ha validato un nuovo corpo bomba in grado di offrire capacità di penetrazione ed esplosive significativamente superiori agli ordigni standard NATO da 2.000 lb. La forma “a bottiglia” brevettata consente all’arma di rimanere intatta durante il passaggio attraverso una spessa parete di cemento armato prima di detonare dall’altra parte. La testa e il collo della bottiglia, sebbene di diametro inferiore, hanno uno spessore di metallo rinforzato che consente di migliorare la dinamica dell’impatto e massimizzare gli effetti esplosivi e di frammentazione. In aggiunta, la cima presenta un profilo dentellato, in parte per evitare la planata anche ad alti angoli di incidenza e in parte per favorire il passaggio del corpo bomba.

Il prototipo, designato CMP 1000 (Charge Militaire de Pénétration da 1.000 kg), replica dimensioni e bilanciamento di una Mk-84 NATO standard da 2.000 lb permettendone l’integrazione su una vasta gamma di aerei già qualificati per il trasporto della Mk-84. Parte del progetto è anche l’interfaccia con il kit di guida ed estensione del raggio d’azione AASM, che include l’equipaggiamento elettronico per la navigazione GPS, inerziale e IR, superfici aerodinamiche di controllo, propulsore a razzo e impennaggi per conferire doti standoff fino a 50 km. L’AASM viene prodotto da MBDA France e Sagem ed è già in servizio nell’aeronautica e nella marina francese.

 

Questo test conclude la fase di sviluppo del programma durata sei mesi come previsto ed iniziata con la prima prova avvenuta a dicembre presso il poligono CESTA (Centre d’Etudes Scientifiques et Techniques d’Aquitaine), vicino Bordeaux, di proprietà della Commissione Francese per l’Energia Atomica.

 

Attualmente MBDA, partecipata al 37.5% da BAE Systems e EADS e al 25% da Finmeccanica, offre nella sua gamma 45 sistemi d’arma missilistici e contromisure già in servizio e 15 in sviluppo.

 

DifesaNews

Link to comment
Share on other sites

E cosa ci serve una bomba di penetrazione di quelle dimensioni?

Per piazzarla sui tornado da ricognizione? :asd:

Sarebbero soldi spesi inutilmente, già lo SS non sò quanto potrà servire.

In teoria(potrei sbagliarmi) già dovremmo disporre delle GBU24/BLU109 perforanti,sagomata "a bottiglia" ,oltre a quelle con le normali MK84,con cui stranamente la confrontano.

Link to comment
Share on other sites

Invece una parte delle GBU24 ordinate dovrebbe essere proprio nella variante ad alta penetrazione,BLU109.Ora se ritrovo la fonte la posto.

si l'AMI dovrebbe avere in dotazione le GBU 24 che sarebbe testata Mk 84 più testata penetrante BLU 109,per i Tornado di Ghedi.

se ne parlava nella discussione sugli esplosivi se non sbaglio

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...