Jump to content

Recommended Posts

jJNxcKbXY8huf.jpg

Con la finalita di sostituire il Fiat G-91Y e in certo modo anche gli F-104G, la AMI nel 1977 emise una specifica per un nuovo aero d'attacco leggero da affiancare hai più sofisticato MRCA Tornado, alla cuale nel 1978 risposero la Macchi insieme alla Aeritalia (oggi Alenia) con la loro proposta AMX (Aeritalia Macchi Experimental) parallelamente la Forza Aerea Brasiliana stava cercando un aereo tattico di attacco al suolo, e dopo varie riunioni tecnico-politiche, si decise di consorziare la Embraer insieme alla Aermacchi e Aeritalia per la stesura della specifica finale del AMX.

l' AMX è equipaggiato con il turbofan Rolls-Royce Spey RB.168 Mk.807 , lo stesso usato dai Buccaner e il Phantom inglesi; La versione Italiana conta con un cannone Vulcan, mentre la versioone brasiliana con due cannoni Mauser, l'aereo non era dotato di una esuberanza in capacità di carico bellico, ma si di una buona capacita di alte velocità subsoniche, presta servizio tanto nell'AMI come nella FAB, un intento di esportarlo a Venezuela fù vetata la sua vendita dagli USA per l'uso di apparecchiature nord americane nel AMX.

l'AMX ha partecipato in diverse missioni di guerra, tra le cuali si ricorda Bosnia nel 1995, Kosovo nel 1999 e Afganistan nel 2010.

Per ùltimo un commentario su questo spaccato apparso nel 1978 sulla apparenza del AMX in quei anni, purtroppo di autore sconosciuto ma di ottima fattura, che vi propongo per questo soggetto, esiste un altro spaccato più recente di Aviagraphica, della versione attuale del AMX.

Saludos

MC72

iqinZR5eVtAKG.jpg

Edited by MC72
Link to post
Share on other sites
  • Replies 328
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Un post, "Ricuperato" che credo sarà di gran interesse per i fanatici delll'aviazione e in particolare quelli della Regia Aeronautica, con tre soggetti aeronautici, che cuanto pare non sono per il

BLINDER   Già dal lontano 1954 la URSS sentí la necessità di dotarsi di un sucessore supersónico sulla scia dei nuovi bombardieri nucleari della SAC degli Stati Uniti; Compito non certamente facile,

Northrop Grumman RQ-4A GLOBAL HAWK Un aereo di questo secolo........senza pilota, quest'ingenio che lavora 24 ore senza mai stancarsi su Afganistan o altro punto caldo del pianeta in questo dettagli

ibhkbtEilu1rjH.jpg

Siamo nella soglia dello storico dell'anniversario 43 dell' arrivo dell'uomo sulla Luna, mediante una impresa senza paragoni nella storia dell'umanità, di una scala Faraonica, l'inizio di questa incredibile corsa spaziale, si ebbe con il lancio allo spazio da parte della Russia del primo Cosmonauta russo Yuri Gagarin, che sfidò la tecnología americana e mise in secondo scomodo piano alla potenza Nord-Americana .

 

A cogliere il guanto della sfida fu propio il Presidente Nord-Americano John F. Kennedy con l'ormai storico discorso che il Presidente Americano pronunciò davanti al Congresso in sessione riunita il 25 Maggio 1961, 51 anni fa!

 

"Credo che questa nazione dovrebbe impegnarsi a raggiungere l'obiettivo , prima che finisca questa decade, di far atterrare un uomo sulla Luna e farlo tornare sano e salvo sulla Terra. Nessun singolo progetto spaziale in questo periodo sarà più impresionante per l'umanità, o più importante per l'esplorazione dello spazio a lungo raggio......niente sarà così difficile o costoso da portare a compimento"

 

Per capire bene lo stupore e impressione che un discorso così ebbe sul popolo Nord Americano, solo basti ricordare che appena 20 giorni prima di questo discorso, andava in un volo sub-orbitale l'astronauta Alan Sheppard, che la propaganda Nord-Americana cercò di farlo vedere come un volo completamente spaziale, solo l'anno seguente gli Stati Uniti riuscì a mettere un astronauta (John Glenn) in orbita nel Friendship-7 del programa Mercury, praticamaente una mini-capsula spaziale su un razzo Redstone direttamente derivato dal V-2 tedesco!

 

Quindi Non c'era propio la tecnología, ne materiali, ne conoscimenti spaziali di quasi nessùn tipo, e l'impresa intrapresa era colossale; Ma Kennedy così facendo, focalizzò e agglutinó il tremendo potere e sogni nord-Americani, verso una meta chiara…..conta con Budget illimitato (lontano dai problema attuali di debiti e recessioni) l'Àmerica si lancia verso questa impresa, Kennedy conta anche con un Asso sotto la manica….lo stesso scienziato creatore delle V-2 tedesche della seconda guerra mondiale, Wernher von Braun, che Kennedy sùbito mette a capo della neonata e omnipotente NASA.

 

Gli avanzi tècnici e scientifici che vide la década del 60, per raggiungere la meta prima che finisse la década, per una promessa di un presidente assessinato solo due anni dopo il suo discorso…furono stupefacenti, molto più impressionanti anche comparati con gli avanzi autocompiacenti attuali….c'era una sensazione nell'aria di che tutto era possibile e fattibile.

 

Basti pensare che Obama pensa che "forse" un astronauta potrebbe ritornare sulla Luna non prima del 2020, i cinesi pensano nel 2030, e con ben altra tecnología!

Andare in Marte quindi ancora più lontano, non per la tecnología, ma perchè manca la voglia e un condottiero come Kennedy che organizzi una simile impresa.

 

600 milioni di persone videro in tutto il Mondo e in diretto dalla Luna il primo passo dell'uomo sulla Luna, uno spettacolo mai più visto…uno specchio per l'Umanità di quello che è capace quando c'è una meta chiara; Qualcuno dirà che fu uno spreco di denaro e tempo, senza soffermarsi a pensare sulla tecnología messa in campo da questo grandioso Programma, nuovi materiali, telecomunicazioni, miniaturizzazione dell'elettronica, infinite patenti commerciali che mantengono il colosso Americano ancora all'avanguardia, ma avrà bisogno di nuove e stimolanti sfide per continuare nella prima linea e non dormirsi negli allori.

Saludos MC72

ib0PXqYwfshPo.jpg

Edited by MC72
Link to post
Share on other sites

Ciao, amico mio "MC72"

Grazie a voi per questo, le informazioni complete e spaccati molto belli.

I migliori auguri per voi

 

Hello,my friend "MC72"

Thanks to YOU for this full information,and very beautiful cutaways.

Best wishes for you

Link to post
Share on other sites

iboRmFYqLbDzTj.jpg

La nave spaziale Apollo è l'ùnica nave con equipaggio umano che sia uscita dall'orbita terrestre per viaggiare allo spazio esterno; l'Apollo insieme al LEM lunare erano il carico pagante montato sul gigantesco razzo Saturno-V messo in campo dalla NASA, capace da solo di mettere in orbita tutto il necessario per ogni singola missione.

Con un equipaggio di tre uomini prendevano rotta verso la Luna, con un'elettronica che agli standard attuali sarebbe incluso insufficiente per fare funzionare un modesto I-Pad, eppure così dominando, elaborati calcoli, trasmissioni e al centesimo di secondo le delicate manovre necessarie per raggiungere la Luna a 384.000 Km della Terra; Ogni minimo problema sarebbe praticamente mortale a quella distanza dalla Terra; Eppure successe, dopo l'Apollo-11 , la gente cominciò a prendere le missione come cose di rutina e l'interesse rapidamente diminuì, fino alla missione dell'Apollo-13, quando nel cammino di andata alla Luna, soffri una grande esplosione nel modulo di servizio, perdendo quasi tutta l'energia e l'ossigeno, rapidamente la situazione si mostrò drammatica per i tre piloti, che chiamarono al centro di controllo con la celebre frase "Houston,abbiamo un problema...."

Tutti gli anni di pianificazione e preparazione , rimasero in nulla, in mezzo a questo naufragio spaziale, rapidamente l'attenzione mondiale fu galvanizzata dalla notizia, mentre la NASA lavorava acceleratamente in capire cosa fosse successo e che si poteva fare.....Credo che fu anche l'ora culmine dell'Agenzia Spaziale Americana, dove migliaia di tecnici ingenieri e specialisti riuscirono riorganizzare e ottimizzare ogni ricorso rimasto, per riuscire a portare di ritorno sani e salvi i tre astronauti.

accompagno un eccellente spaccato di F.Munger del modulo di comando

 

Saludos

MC72

irB5e7j6GnPZd.jpg

Edited by MC72
Link to post
Share on other sites

iQKQiutJcrXmv.jpg

Un 20 di Luglio come oggi , ma di 43 anni fà, una fragile così come singolare navetta con due uomini d'equipaggio, scendeva dall'orbita lunare per alunizzare nel Mare della Serenità, manovra seguita da centinaia e centinaia di milioni di persone che seguivano in vivo la missione per televisione e radio, culminò con successo dopo tensi minuti e fiato sospeso, dove Neil Armstrong, manovrò a lungo cercando un posto propizio per scendere, schivando crateri e colline, e quasi rimanendo con pochi secondi d'impulso.

 

Dall' "'Aquila" (Eagle)(Nome con cui fu battezzata questa navetta o modulo lunare) dopo alcune ore di profonda ansia finalmente discese Armstrong sulla superficie lunare, momento nel quale inviò il messaggio di " Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un balzo da gigante per l'umanità. "....efettivamente, Oltre che essere la concretizzazione del sogno di John F. Kennedy di vedere un uomo sulla Luna prima della fine degli anni sessanta, credo che fù il momento cùlmine del secolo scorso.

 

Il modulo lunare era una navetta articolata in due sezioni, il modulo superiore con l'equipaggio, controlli, comunicazioni, e razzo per l'ascesa, il tutto sul modulo di discesa, con le zampe d'atterraggio. Tutto funzionò alla perfezzione e dopo due camminate lunari e raccoggliere più di 20 Kg di rocce lunari, il modulo lunare iniziava l'ascesa all'orbita lunare per iniziare il ritorno al pianeta Terra.

 

Saludos

MC72

iVwQ4hvFrKpW4.jpg

Link to post
Share on other sites

iba2zAtnDYgkmg.jpg

Alla Fine degli anni 50 e principi degli anni 60, la Forza Aerea degli stati uniti pensava in Mach 3+, aveva avviato una serie di programmi come il bombardiere North American XB-70 Valkyrie e il caccia e poi ricognitore Lockheed SR-71 Blackbird, tutte realizzazioni aeronautiche alle quali l'Unione Sovietica non era preparata per contrastare, così che nei primi anni 60 avviò un programma per un caccia intercettore di alta velocità incaricando all'officina Mikoyan-Gurevich , preparare un progetto di un aereo capace di stare all'altezza della sfida Nord-Americana, la Mikoyan-Gurevich, che produsse un prototipo Ye-155R-1 nel 1962, ma volo per prima volta nel 1964. e fu alla base del programma del MiG-25, che entro finalmente nel 1970 nelle file della PVO (Difesa Antiaerea Sovietica), questo bestione di Mach +3 con un potente radar e 4 missili aria aria, produsse una forte commozione e agitazione tra gli analisti militari occidentali, che battezzarono questo nuovo aereo con il nome codice Nato di FOXBAT.

Il FOXBAT, era capace di arrivare tra 21000 e 24000 m di altezza dipendendo della versione con una velocità ascensionale di folgoranti 208 m/s , per cui tra le consequenze dell'entrata in scena dello FOXBAT fù che gli Stati Uniti avviò il programma F-X per rimpiazzare al Phantom-II, il cuale finalmente diede vita al McDonnel F-15 Eagle.

La variante di ricogniziomne MiG-25RB è comparabile al SR-71 Blackbird, e quando diverse forze aeree arabe ebbero accesso a questo aereo, questi aerei volarono inpunemente sopra i cieli d'Israele fino che Israele potè integrare nelle sue file i F-15 Eagle.

Un eccellente spaccato di M. Badrcke apparso pochi anni fà giustamente raffigura la versione PD e PDS

Saludos

MC72

iEdxzX6iKiII5.jpg

Edited by MC72
Link to post
Share on other sites

Il "Northrop YB-49" era un prototipo di bombardiere pesante

sviluppato dalla Northrop per conto dell’aviazione statunitense

nella seconda metà degli anni '40. Rimasto allo stadio di prototipo

coniugava la configurazione di tipo ala volante (flying wing),

sperimentata da John Knudsen "Jack" Northrop fin dagli anni

trenta con la propulsione a reazione. Sostanzialmente si trattava

di una versione a reazione del quadrimotore ad elica Northrop

YB-35, che aveva volato solo un anno prima.

[descrizione da Wikipedia]

 

Northrop YB-49 & XB-35,spaccati

http://postimage.org/image/eka204gmn/

Edited by freeone
Link to post
Share on other sites

jUqBVzMR4RV5l.jpg

Dopo la deserzione di un MiG-25 che volo da Vladyvostock al Giappone, la forza aerea sovietica insieme alla ditta MiG, decise di rinnovare completamente l'aereo, ne uscì fuori il figlio del FOXBAT, con 10 tonnellate più pesante, nuova avionica, nuovi e più potenti motori, e un secondo uomo di equipaggio per farsi carico del nuovo armamento e accresciute capacità di guerra elettronica, ne uscì fuori il MiG-31 FOXHOUND, che nnon venne esportato come il MiG-25, per mantenere a salvo i segreti racchiusi nel nuovo aereo

Saludos MC72

ix8dOt42yi3sz.jpg

Edited by MC72
Link to post
Share on other sites

Ciao,"MC72"

grazie mille per un eccellente spaccati

:adorazione:

 

-------------------------------------------------------------------------------------

 

Lo Shuttle Orbiter Enterprise (Designazione NASA: OV-101) è

stato il primo Space Shuttle costruito dall'Agenzia Spaziale

Statunitense. Fu costruito senza motori e senza uno scudo termico

funzionante, ed era quindi incapace di operare nello spazio

senza ulteriori modifiche.

Nonostante fosse stato costruito per primo, era stato ideato per

essere la seconda navetta spaziale, destinato a volare

solamente dopo lo Space Shuttle Columbia; rimase tuttavia un test,

poiché risultò più economico adattare un altro veicolo di prova

STA-099), che diventò lo Space Shuttle Challenger. Venne

nuovamente preso in considerazione per sostituire il Challenger,

ma per questo compito fu costruito lo Space Shuttle Endeavour partendo

dai pezzi di ricambio della Discovery e dell'Atlantis.

 

Rockwell International OV-101 Space Plane (Orbiter)

 

Aerei_1976_11_2.jpg

Edited by freeone
Link to post
Share on other sites

Short Stirling

Lo Short S.29 Stirling era un bombardiere pesante britannico, il primo della sua

categoria (gli Heavies). Non ebbe particolare successo, nonostante la spaziosità

della cellula che offriva una lunghezza ed una robustezza elevata. Tuttavia, la

carenza di prestazioni ed alcune difficoltà con il vano portabombe ne ridussero

l'efficacia bellica.

A_1354_3.jpg

 

 

Armstrong Whitworth AW.650 Argosy spaccati

A_1354_4.jpg

 

 

Supermarine Seagull spaccati

A_1354_2.jpg

 

----------------------------------------------------------------------------------------

 

Ciao ,amico

potreste inserire lo spaccato del Ilyushin Il-38 May e Ilyushin IL-20 Coot A ?

Grazie

Edited by freeone
Link to post
Share on other sites

Flanker

Sukhoy 27

Ovvero la risposta sovietica al McDonnel Douglas F-15 Eagle.

ripostando questo spaccato del Su-27

Saludos

MC72

ibgNIVlHfZpGib.jpg

Link to post
Share on other sites

Sukhoi Su-33

Il Flanker navalizzato , rappresenta l'esponente più potente imbarcato nella portaerei russa Almirante Kuznetsov, un altra dimostrazione della bontà della formula dei Flanker

Bell spaccato del Su-33 di Mike Bedrockhe

Saludos MC72

ib27DLpUMJPmg.jpg

Link to post
Share on other sites

Mc Donnell Douglas C-17

L'aereo della Mc Donnel Douglas C-17 l'aereo di trasporto dell'USAF capace di distribuire rapidamente forze militari nei distinti teatri globali, da 120 paratroops a un carro armato M1 Abrams, iniziando la sua carriera nel 1993 , attualmente serve in diverse forze aeree oltre all' USAF , come la RAF, RAAF, RCAF, Qatar, Emirati e finalmente la Forza aerea India che ne ha ordinati 16 , passando a essere il secondo operatore più grande nel mondo di questo velivolo dopo l'USAF.

Invio questo bell spaccato realizzato da John Marsden

 

Saludos

MC72

iboEJYkIWRUFYY.jpg

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...