Jump to content

Traffico Aereo su PC


paperinik
 Share

Recommended Posts

Quante volte abbiamo alzato lo sguardo al cielo e scorgendo la scia bianca degli aerei di linea ci siamo domandati che aereo sia, dove starà andando, da dove verrà, di che linea aerea sarà!?!?!?

 

Ebbene due studenti liceali svizzeri hanno sviluppato un software che applicato a una comune cartina di Google Maps permette di individuare tutto il traffico aereo in una determinata area. La particolarità è che il software disegna non solo la rotta dell'aereo, ma cliccando sull'aereo permette di aprire in una finestra con tutte le informazioni inerenti a quel volo (partenza, destinazione, linea aerea, aereo, foto dell'aereo, etc etc).

 

Il tutto senza necessità di grossi mezzi tecnologici, essendosi fatti bastare una antenna ricevente per registrare i codici dei trasponder per identificare e localizzare gli aerei ed un database per integrare le informazioni del trasponder (tipo le fotografie degli aerei).

 

Curiosi, eh?!

 

Voglio essere buono e darvi il link: http://radar.zhaw.ch/radar.html

 

Ah, nota negativa: essendo un progetto scolastico il radar funziona solo per lo spazio aereo di Zurigo... :asd: :asd: :asd: (delusi, eh?!)

Link to comment
Share on other sites

Beh, è una applicazione tutto sommato inutile. Ma è divertente. Certo se fosse possibile applicarla a tutto il globo sarebbe molto più interessante (si potrebbe sapere in tempo reale se un aereo è in orario, o che porzione di mondo sta sorvolando!).

Link to comment
Share on other sites

A dire il vero è un concetto sul quale la SITA lavora da molto tempo. La SITA è una multinazionale delle comunicazioni aeronautiche che fornisce servizi IT all'aviazione civile dal lintano 1948, sin dai tempi delle telescriventi.

 

Proprio l'altro ieri due rappresentanti di SITA hanno tenuto una riunione alla quale ho partecipato anch'io in rappresentanza del mio ufficio, nel quale si proponeva un sistema del genere. Riuscirei a gestire una flotta quadruplicata rispetto all'attuale. La differenza rispetto a quello studiato dagli studenti svizzeri è che non trae informazioni dal trasponder sierra ma da un sistema avionico e rispettive antenne VHF e satellitari dedicate. Qui sotto la copertura globale:

 

293gifl.jpg2zsqnoh.jpg

 

E questo è come dovrebbe apparire un volo:

 

wwlnbs.jpg

np147k.jpg

 

Mi basta cliccare sull'aereo per sapere tutto quello che mi serve, oer esempio se il comandante ha deciso di dirottare sull'alternato per avverse condimeteo all'arrivo, in modo che io possa predisporre la riprotezione dei passeggeri via superficie senza aspettare che atterrino per sapere come e dove.

 

Altro esempio, attualmente i messaggi OOOI (quelli di movimento, ossia out, off, on, in, rispettivamente sblocco, decollo, atterraggio e tacchi) mi vengono comunicati via telex dallo scalo, spesso manualmente, io devo inserirli manualmente nel sistema di gestione della compagnia, e spesso hanno discrepanze considerevoli con quanto il comandante scrive sul suo libretto di volo e sul QTB, e rispetto a quello che la torre comunica ad Eurocontrol. Questo tipo di informazioni è fondamentale per calcolare i costi di un contratto, la retribuzione ed il volato del personale, i cicli di manutenzione delle macchine. Con questo sistema ci sono dei sensori che ad ogni momento del volo mi inviano dati che finiscono automaticamente non solo nel mio computer, ma addirittura nel sistema che ho voluto interfacciare.

 

Questo è uno schema riassuntivo di tutte le informazioni che si possono scambiare datalink con ACARS:

 

16jkl01.png

 

Le linee tratteggiate sono messaggi che compilo e mando a bordo su richiesta, mentre quelle continue sono messaggi generati automaticamente. Tra le altre qualità di spicco la possibilità di scambiare informazioni meteo in tempo reale, di inviare il piano di volo direttamente nell'FMS dell'aereo senza farlo stampare al rampista e inserire manualmente al pilota, di eseguire il carico e centraggio in digitale, di "chattare" con l'equipaggio e mandargli il rostering (turni), ricevere ordinativi catering particolari in volo, la possibilità per i passeggeri di utilizzare i cellulari, palmari e quant'altro a bordo, ed una chicca per la manutenzione: se c'è un guasto, il sistema invia automaticamente la "diagnostica" alla tecnica, informa me che c'è da provvedere ad un'eventuale riprotezione ed alla casa costruttrice arriva un messaggio in chiaro che descrive dettagliatamente il problema.

 

Naturalmente tutte le informazioni sono criptate, ed ho voluto tralasciare la mole di informazioni che, scambiate in questo modo, dimezzano letteralmente il carico di lavoro dei CTA, con conseguente aumento di capacità dello spazio aereo.

Edited by Tuccio14
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...