Jump to content

Il leader della Corea del Nord


Einherjar
 Share

Recommended Posts

Il leader della Corea del Nord pare abbia avuto un'infarto o un'ictus:

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubr...180&sezione=

 

Fa ancora sentire la sua presenza ma con un telegramma, cosa strana per uno fissato con il culto della propria immagine:

 

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articol...olo426682.shtml

 

Il presidente della corea del sud convoca un vertice d'emergenza per avere delucidazione sulla salute del leader nord coreano

 

http://unionesarda.ilsole24ore.com/unione2...contentId=41102

Edited by Einherjar
Link to comment
Share on other sites

Durante il ventennio, come noto, sui muri venivano tracciate scritte epigrafiche (rigorosamente selezionate). Una di esse recitava:

 

"Solo Iddio può piegarare la volontà fascista: gli uomini e le cose mai!", e taluno si sentì in animo di aggiungere: "speriamo in Dio!"

 

Tale speranza dovrebbe essere coltivata anche da milioni di Coreani; quella della morte del dittatore.

Alla dipartita finale del satrapo non si potrà avere altra doglianza che quella che la sua morte non ha recato l'estinzione di questa classe d'individui dal novero del genere umano. L'errore sopravvive all'uomo.

Edited by galland
Link to comment
Share on other sites

Nord Corea dice che notizie su malattia leader Kim sono false

 

Reuters

PANMUNJOM, Corea del Sud (Reuters) - Un funzionario sudcoreano oggi ha smentito alcune notizie apparse la scorsa settimana secondo cui il leader Kim Jong-il avrebbe avuto un ictus.

Fonti americane e sudcoreane dicono che Kim, 66 anni, potrebbe essere seriamente malato, e questo ha fatto sì che emergessero domande sulla successione nel Paese comunista dotato di un arsenale nucleare.

"E' un sofisma di gente cattiva che si augura il peggio per il nostro Paese", ha detto il funzionario del ministero degli Esteri nordcoreano Hyon Hak-bong a colloqui con i sudcoreani in un villaggio al confine tra le due Coree.

La presunta malattia di Kim si è diffusa mentre il Paese faceva un passo indietro rispetto a un accordo di disarmo con cinque potenze regionali per mettere da parte il programma nucleare in cambio di massicci aiuti e della fine dell'isolamento internazionale.

 

Se si dovesse prestare fede a certe "versioni ufficiali" dovremmo credere alla circostanza che il Titanic sia emerso!

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

L'erba cattiva non muore mai

 

TOKYO - Il leader nordcoreano Kim Jong-il è con ogni probabilità ricoverato in ospedale, ma ancora in grado di prendere decisioni. Lo ha detto oggi il premier giapponese, Taro Aso, citando informazioni dei servizi segreti. "Il suo stato di salute non è molto buono - ha spiegato Aso - ma non riteniamo che non sia in grado di prendere qualsiasi decisione".

 

La salute di Kim è stata al centro di numerose indiscrezioni dopo che il leader comunista ha disertato la solenne parata del 9 settembre per il sessantesimo anniversario della fondazione della Corea del Nord. Secondo le autorità sudcoreane, Kim sarebbe stato colpito da ictus. Altre voci hanno parlato addirittura di un Kim già morto.

 

Proprio ieri, il canale giapponese Fuji Tv ha mandato in onda le immagini girate a Parigi, la settimana scorsa, di un uomo presentato come Kim Jong-nam (figlio del dittatore), che si sarebbe recato in un ospedale della capitale francese per incontrare un neurochirurgo che si sarebbe poi recato a Pyongyang.

 

La tv nipponica ha pure mostrato le immagini del medico, il cui nome non è stato però reso noto, riprese all'ingresso dell'aeroporto Charles de Gaulle, due giorni dopo l'intervista a Kim Jong-nam.

Link to comment
Share on other sites

Adesso c'è anche questa reazione inconsueta, sembra che si stia muovendo qualcosa oltre il 38esimo

Brusco monito della Corea del Nord a quella del Sud, che ha minacciato di "ridurre in polvere" se Seul non fermera' i dimostranti sud-coreani i quali continuano a lanciare sul territorio del Paese 'gemello' milioni di volantini contro il regime. L'avviso e' contenuto in un comunicato ufficiale dello stato maggiore di Pyongyang, ripreso dall'agenzia di stampa 'Kcna'. "Intendiamo chiarire la nostra posizione", recita il documento, che definisce "autorita'-fantoccio" i dirigenti d'oltre frontiera. Se questi ultimi "dovessero persistere nello sparpagliare volantini, e nel condurre una campagna denigratoria a base di menzogne pure e semplici, le nostre Forze Armate", si ammonisce nella nota, "intraprenderanno una risoluta azione concreta". E' un tono insolitamente duro persino per il regime piu' isolazionista del mondo, che pero' rincara ancor piu' la dose: "Le autorita'-fantoccio", incalza infatti il comunicato, "meglio avrebbero fatto a tenere a mente che un attacco preventivo d'avanguardia, alla nostra maniera, ridura' in polvere qualsiasi cosa sia ostile alla nostra Nazione e alla riunificazione, e non si limitera' semplicemente ad appiccare loro il fuoco". Segue una postilla: "Disponiamo di una capacita' preventiva al di la' di ogni immaginazione, fondata su mezzi offensivi piu' potenti e sofisticati delle armi nucleari". Il testo fa seguito alle proteste verbali di emissari del Nord, espresse ieri durante una rarissima riunione militare bilaterale. Poche ore prima, manifestanti del Sud avevano violato la frontiera marittima per gettare al di la' centomila copie di un nuovo volantino che toccava un nervo scoperto del regime: le condizioni di salute del despota Kim Jong-il, che non appare in pubblico da tempo e che ormai, stando agli autori del 'blitz', sarebbe paralizzato.
Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...

Fondamentalmente è uno stato vassallo ed è meglio che avere una Korea unita e agguerrita ai confini, però anche loro ormai li supportano senza troppa convinzione.

Il fatto è quel regime oltre ad essere schizofrenico, probabilmente l'unico caso al mondo in cui le fantasie Orwelliane si sono concretizzate, è totalmente fuori dal tempo e non si può prevedere cosa avverrà quando i nodi verranno al pettine.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Guest intruder

Il parlamento della Corea del Nord ha eletto il leader Kim Jong-il, 67 anni, a presidente della Commissione nazionale di difesa.Si tratta della posizione chiave nel paese, dato che la presidenza nel '94 e' stata assegnata 'per l'eternita'' al defunto Kim Il-sung, padre dell'attuale leader e fondatore del regime comunista nordcoreano.L'elezione viene vista come il segno che il 'caro leader' ha ripreso il suo potere dopo la malattia che lo ha colpito nell'agosto scorso, forse un ictus.

 

www.ansa.it

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...