Jump to content

Kit in resina


oberst-krieger
 Share

Recommended Posts

Bè, parliamo di un' argomento che negli ultimi anni è divenuto davvero vasto. Se aggiungiamo anche i set di super dettaglio in resina poi... non ne veniamo più fuori! in Italia ci sono vsariate ditte, ma le più importanti sono la skymodels che stampa il siai SF 260 in 1/48 ed il G-222 in scala 1/72 più vari set di dettaglio per velivoli italiani. L'altra è la Cunarmodel, anche se da un pò di tempo non produce e non consegna più nulla... Cmq la Cunar ha in catalogo l'AMX in 72 sia biposto che mono... il PD.808 in 72 ed il P.180 Avanti nella stassa scala. Poi anche il Macchi AM3C... sempre in 72... ;)

Link to comment
Share on other sites

Per Luky54:

l'AMX della Cunarmodel non si reperisce da tempo... quello che rimane ha dei prezzi di certo non modici, circa 60 euro a kit (che tra l'altro non ha nemmeno i serbatoi subalari, che di norma sono sempre montati).

 

Per oberst-krieger:

 

I set di dettaglio in resina sono davvero tanti! i migliori a mio avviso sono quelli della Black Box, anche se costicchiano. A seguire Aires, ma per farli entrare nei modelli bisogna prenderli a calci! i migliori come rapporto qualità prezzo sono i True Detail: costano poco e fanno bene il loro lavoro... e si montano anche abbastanza facilmente, quindi mi sento di consigliarli anche ai meno esperti. :okok:

Link to comment
Share on other sites

inizialmente son nati per risolvere dei problemi...con l'evolversi , le resine ne hanno creati dei nuovi...

 

tipo:

ma per farli entrare nei modelli bisogna prenderli a calci!
Link to comment
Share on other sites

Mi unisco anche io al.....trenino dei calci :P.

In effetti, quando la scatola di montaggio non è più sufficiente a soddisfare nel dettaglio l'obbiettivo che il modellista vuole ottenere, si hanno due strade: l'autocostruzione o l'acquisto di set di dettaglio aftermarket, offerti dalle ditte che sono state elencate nei post precedenti. Vorrei comunque fare presente che l'acquisto di set in resina o fotoincisi, pur sembrando la strada più semplice anche se sicuramente più onerosa (il costo di certi set spesso equivale al costo di acquisto del kit cui il set è dedicato....! :angry: ) in realtà presentano le stesse difficoltà di un'autocostruzione. In entrambi i casi è richiesta sicuramente esperienza nella manipolazione di oggetti minuscoli, ma a differenza dell'autocostruzione (arte nelle quale il Barone è sicuramente punto di riferimento nonchè fonte di ispirazione), che ha praticamente dei costi irrisori, l'acquisto di set di dettaglio lo consiglierei a modellisti che abbiano già acquisito una certa pratica con il "fai da Te". In ogni caso sia che si scelga l'acquisto dei sopracitati set o la costruzione "artigianale" i calci sono ....d'obbligo! :lol:

Edited by Kit
Link to comment
Share on other sites

Concordo... anche se sono convinto che con l'autocsotruzione non si possa arrivare ai livelli di determinati set in resina... delle fotoincisioni invece si! ma in effetti sono condigliabili solo ai più smaliziati... anche se spesso anche il modellista "anziano" trova difficoltà ugualmente. :furioso:

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti per le risposte! :lol: ho scelto i kit della aires per il Me-262 pero' c'e un piccolo problema: se sono cosi difficili da usare allora sicuro combinero' un macello! :( comunque ho cercato di scegliere cose facili come i piani di coda, i flaps e gli slots solo che poi non sono riuscito a resistere e ho comprato il motore! :unsure: spero tanto che mi diate dei bei consigli per questa missione impossibile! :lol:

Link to comment
Share on other sites

Non sono tutti così bastardi comunque...ora sto usando il cockpit set della Pavla per l'Eurofighter 1-72 della Revell, e devo dire che, a dispetto delle mie aspettative date le mie precedenti esperienze (alcune dei mezzi disastri) con set in resina, il fitting è davvero buono...comunque i più "rinomati" per la loro scarsa voglia di entrare sono gli Aires, a mio parere...con il cockpit set dedicato all'F-16 1-48 Hasegawa ho dovuto scavare la metà dello spessore per farlo entrare a malapena, con un lavoro accompagnato da potenti imprecazioni...e adesso l'ho messo da parte per un po'...

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...