Jump to content
Sign in to follow this  
Giannico

F104

Recommended Posts

Vorrei porre una domanda riguardante il famoso " cacciatore di stelle": visto che la portanza è generata dalle ali, perchè vola visto che la sua superfice alare è minima? Non è che forse che sia tutta la fusoliera che lo fa volare?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vorrei porre una domanda riguardante il famoso " cacciatore di stelle": visto che la portanza è generata dalle ali, perchè vola visto che la sua superfice alare è minima? Non è che forse che sia tutta la fusoliera che lo fa volare?

 

Giannico, diciamo così: hai presente perchè un missile vola?! Ecco....stessa cosa per l'F-104!!!

 

Scherzi a parte, le ali dello Starfighter in abbinamento all'enorme spinta del suo motore sono sufficienti a tenerlo in aria. Ovviamente la ridottissima superficie alare ne compromette molto la manovrabilità (le ali del 104 sono infatti del tutto simili alle alette dei missili).

 

La fusoliera inoltre non genera alcun effetto portante....queste prerogative sono ad appannaggio di altri -pochi- aerei come l'F-15 (c'è un interessantissima discussione su di essa, legato ad uno storico episodio in cui un Eagle atterrò senza una ala).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giannico, diciamo così: hai presente perchè un missile vola?! Ecco....stessa cosa per l'F-104!!!

 

Scherzi a parte, le ali dello Starfighter in abbinamento all'enorme spinta del suo motore sono sufficienti a tenerlo in aria. Ovviamente la ridottissima superficie alare ne compromette molto la manovrabilità (le ali del 104 sono infatti del tutto simili alle alette dei missili).

 

La fusoliera inoltre non genera alcun effetto portante....queste prerogative sono ad appannaggio di altri -pochi- aerei come l'F-15 (c'è un interessantissima discussione su di essa, legato ad uno storico episodio in cui un Eagle atterrò senza una ala).

 

 

Ti ringrazio della risposta, ecco perchè lo chiamano " spillone", mi sembra tra l'altro che la sua velocità di stallo fosse di 250Km oppure di 400, non ricordo bene, ma mi piaceva stare ore e ore sulla testata pista di Gioia del Colle e vedere la sua sagoma fumante come un sigaro in atterraggio, oppure vederlo decollare a tutto post-bruciatore, faceva tremare anche l'anima, che gran macchina ragazzi!! Il sogno di una vita, e mi accontento del deltaplano a motore...bà.......molto gentile grazie alla prossima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma aerei come il B-2 (le cosiddette ali volanti) sono TOTALMENTE portanti. O no? :helpsmile:

(scusate se è OT :unsure: )

Sì, all'incirca...

 

La formula dell'ala volante è applicata allo Spirit fondamentalmente per tre motivi:

  1. Riduzione (drastica, direi) della RCS;
  2. Grande volume interno;
  3. Distribuzione dei pesi.

Su quest'ultimo punto mi vorrei soffermare un attimo.

 

Come ben sappiamo, le due forze principali che agiscono sull'asse verticale sono portanza e peso, e nel complesso si equivalgono, quando l'A/M è in volo rettilineo uniforme. Però, se andiamo ad analizzare nei vari punti, vedremo che non è così.

 

Prendiamo ad esempio un qualsiasi tubo d'alluminio per il trasporto passeggeri, che non ha la fusoliera portante. In corrispondenza delle ali avremo una portanza maggiore del peso, cosa che si può facilmente comprendere confrontando la portanza generata dall'ala (tale da mantenere l'aereo in aria) e la sua massa, che non genera un peso equivalente.

 

Quest'effetto aumenta se ci spostiamo verso le estremità, dove il rapporto tra portanza e peso si fa via via maggiore, e non tanto per l'aumento della prima (che anzi, ovviamente diminuisce) ma per la diminuzione del secondo, che sulla tip è iniquo. L'effetto di tutto ciò si traduce in una flessione dell'ala all'insù (momento flettente), incrementato dal fatto che in corrispondenza della fusoliera la forza peso è di gran lunga (comprensibilmente, aggiungerei) superiore alla portanza.

 

Con una formula ad "ala volante" si cerca ridurre tale fenomeno: il rapporto portanza/peso è simile in tutte le parti dell'aereo, a tutto vantaggio dello stress dei materiali (quindi della vita utile della cellula), del volume interno e della robustezza complessiva della macchina.

 

Per inciso, Boeing sta pensando di applicare tale concetto in ambito civile, anche se dubito della sua validità: ora come ora si progetta di produrre un 787 in tre giorni proprio grazie alla rapidità produttiva delle "sezioni di fusoliera", prodotte in enormi autoclavi per la fusione delle fibre di carbonio, orientate nella direzione di sforzo in ogni singolo punto dell'aereo per risparmiare materiale (e quindi peso). Un'ala volante non può essere prodotta in sezioni, e voglio vedere poi i passeggeri quanto sarebbero contenti di viaggiare senza finestrini...

 

EDIT: :oops: non mi sono accorto che sono clamorosamente :offtopic: ... Mods, se volete spostate pure il post...

Edited by tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...