Jump to content
Sign in to follow this  
Leviathan

wi max gara conclusa

Recommended Posts

L'innovazione del wi max fu una delle primissime cose fatte dal governo Prodi all'insiediamento (mentre nel resto d'europa ai primi del 2000 sie rano svolte le gare, quindi abbiamo accumulato quasi 5 anni di ritardo)

 

Cosa è il wi max? http://it.wikipedia.org/wiki/WiMAX

 

WiMax: Ariadsl e Aft-Linkem "piccoli provider" vincitori.Conseguenze positive per Internet in Italia

 

 

Tutte le più importanti licenze del WiMax sono state finalmente assegnate. Il ricavato per lo stato italiano è stato di circa 130 milioni di euro, cifra che segna il record europeo nella corsa all’assegnazione delle frequenze del nuovo servizio internet senza fili.

 

La sorpresa è stata di vedere protagoniste dell’asta aziende di telecomunicazioni di dimensioni non molto grandi, comparate alle big in gara del calibro di Telecom, Wind e Mediaset.

 

Ariadsl e Aft-Linkem, che si sono spartite larga parte delle più importanti frequenze, hanno investito cifre pari, rispettivamente, a 46 e 24 milioni di euro, spiazzando tutti i concorrenti e assicurandosi la copertura di tutto il territorio nazionale.

 

Il rischio più grosso che numerosi analisti avevano paventato era di vedere concentrare tutte le licenze nelle mani dei grossi detentori di connettività in Italia, che avrebbero ostacolato la diffusione della nuova tecnologia per non cannibalizzare altre soluzioni già commercializzate, come i servizi di Internet mobile (su tutti l’HSDPA) o la rete di servizi ADSL via rete fissa.

 

L’esito dell’asta smentisce le previsioni più pessimistiche e legittima nel fatto i principi su cui il Ministero ha fondato la gara di assegnazione.

 

Uno dei personaggi emersi durante la corsa alle frequenze WiMax è il finanziere israeliano Davidi Gilo. La sua passione per l’Italia, e soprattutto per le bellezze naturali e artistiche dell’Umbria, l’hanno portato a puntare sul nostro paese per investire.

 

L’azienda scelta è proprio Ariadsl, che proprio grazie al capitale di Gilo ha potuto trovare l’energia necessaria per sgominare la forza dei concorrenti big. Oggi Gilo possiede il 75% di Ariadsl e dopo la fine dell’asta più discussa degli ultimi tempi sicuramente ne sentiremo parlare molto spesso.

 

Autore: Pierluigi Emmulo

 

Webmasterpoint.org

 

È terminata oggi, dopo nove giorni di sorprese e rilanci furibondi, l'asta dei record: si sono chiuse le ultime tre aree della gara e ora si va quindi all'aggiudicazione di tutte le licenze. Il valore complessivo è da record, in Europa: circa 135 milioni di euro (il valore esatto sarà dato domani dal Ministero delle Comunicazioni in conferenza stampa).

Articolo Completo

 

Fonte: www.repubblica.it

 

 

Ecco un primo quadro della situazione (Fonte: ilsole24ore):

 

Area uno(Lombardia, Bolzano, Trento) ha visto prevalere Ariadsl ed eVia, mentre la licenza regionale lombarda sarà di A. F. T.

 

Area due (Valle d'Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana) hanno prevalso ancora Ariadsl ed eVia.

Mgm Productions (Odeon Tv) ha vinto la gara regionale per la Liguria.

 

Area tre (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche) le licenze saranno assegnate a eVia e Ariadsl.

 

Area quattro va a Ariadsl (Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise) mentre i diritti regionali vanno tutti a A. F. T.

 

Area Cinque (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria), le licenze macroregionali andranno a Telecom e ad Ariadsl, mentre i diritti regionali vanno ad A. F. T, che conquista tutte quelle dell'area.

 

In Sicilia, insieme a Telecom si afferma Ariadsl, mentre le licenze sarde andranno a Telecom, Ariadsl e A. F. T.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dominus io sarei meno entusiasta c'è ,secondo quanto si legge in giro , un preciso intento di boicottare il wi -max per non perdere i soldi investiti (e buttati) nel umts ,infatti vodafone e tre si sono chiamate fuori .

pare poi che le frequenze assegnate non siano adatte ad un utilizzo in movimento ma solo su installazione fissa , un' antenna sul tetto per intenderci.

 

circa i tempi: già con l'umts abbiamo aspettato quasi un anno e li c'era una compagnia fortemente motivata la tre!

credo che la precedenza andrà non sulle aree aflitte dal digital divide ma, su quelle che faranno rientrare gli investimenti più in fretta , salvo intervento del prox governo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fatto è che attualmente sono molto interessato ad una connessione mobile, ma il problema è che vodafone ti obbliga ad un contratto di 24 mesi e mi sto chiedendo se mi conviene prendere l'umts con la prospettiva di rimanere fregato dall'entrata in scena del wimax.

Share this post


Link to post
Share on other sites

l' umts è ancora poco competitivo rispetto all' adsl e non funziona meglio ; se non se contento dell adsl forse ti conviene aspettare .

 

altre info qui http://www.wimax-italia.it/ http://www.wimaxlibero.org/ http://www.partito-pirata.it/?q=node/49

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro vorrei una connessione complementare all'adsl visto che nell'ultimo anno mi sono ritrovato ad essere più fuori casa che altro

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora non so che dirti davvero

 

p.s giusto per non aprire un' altra discussione avete notizie su come verranno aggiornati i nostri radar col cambio di frequenze?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×