Jump to content
Sign in to follow this  
samurai

la Battaglia di Dong Hoi

Recommended Posts

Atti di valore incredibili erano comuni per i marinai in Vietnam.Anche se il loro importante contributo e’ stati oscurato da fatti politici che io non trattero’.Non e,’ e non sara’ una analisi politica sulla guerra del Vietnam ma un episodio di essa .

Il 19 aprile 1972, durante un notevole attacco offensivo nel Vietnam Settentrionale, una forza di quattro navi degli Stati Uniti stavano navigando lungo la costa del Vietnam in un tardo pomeriggio di mercoledì. Erano l'USS Higbee DD806, USS Oklahoma City CG-5 (la nave ammiraglia della 7 Flotta), USS Sterett CG-31, ed il Thomas Lloyd DD 764. Loro furono attaccati da tre MiG nord vietnamiti e unita sottili missilistiche.-

Due navi, la Oklahoma City , e lo Sterett avevano missili contraerei, mentre il Higbee ed il Thomas Lloyd erano armati con cannoni in torre da 127 mm. Tutte le navi erano in assetto da battaglia.

Quello che e’ risultato inesplicabile era gli ordini di non tracciare la rotta sui MiG con i sistemi radar “Talos”, allo Sterett i radar del “Terrier”. I sistemi di inseguimento e tracciatura dei bersagli lo fa automaticamente e aggiorna il computer del controllo fuoco cento volte per secondo. Per ragioni ignote , a gli incrociatori missilistici non fu ordinato di far fuoco sugli aerei in avvicinamento, mentre ai due caccia diedero la liberta di tiro libero con cannoni.

Gli uomini radar del l’Oklahoma City rispettarono gli ordini e chiusero l’inseguimento alla traccia aerea . Quando gli aerei furono visti , fu’ ordinato nuovamente l’inseguimento radar e il tracciamento. Ancora una volta, gli uomini radar rispettarono alla lettera l'ordine, anche se, usando le modalita’ manuale con le manopole, seguirono gli aerei anche senza i circuiti di inseguimento automatici.

Quindi, con orrore, dovettero stare a guardare come uno di quei aerei , lasciò cadere una bomba da 250lb sul Higbee distruggendone a poppa una torre binata da 127 mm. Fortunatamente la torretta dei cannoni era vuota . Ai dodici addetti ai cannoni era stato ordinato di spegnere un incendio divampato sul ponte . Quattro uomini furono feriti, alcuni gravemente .

Sullo Sterett, qualcuno ne aveva avuto abbastanza, e sparò due “ Terrier” che abbattè un MiG.

E altri due contro uno Styx che una missilistica aveva lanciato nel frattempo.-

La storia ufficiale non cambia , le quattro navi furono sorprese ma risposero bene. Nessuna storia di presunte cospirazione fu’ portata avanti .

 

 

 

NOTE:

 

Gli operatori radar tiro della Sterett avevano molte traccie di superfice al CBT. Ma avevano il sistema ESM che avrebbe comunque e sicuramente potuto intercettare le emissione dello Square Tie delle unita’ nemiche ,gli allarmi Treath in effetti identificati come un SS-N-2 russo, lo Styx

Le unita’ Usa non lanciarono Shafts . All’epoca le unita’ USA avevano a bordo degli eccellenti intercettatori tipo: WLR-1 poi trasformati in WLR-1H(anni 80)

Questa era la prima volta che una nave della Marina militare USA veniva attaccata con un missile guidato in una situazione di combattimento.

Una cosa da notare è che, secondo fonti russe, l’unita’ nord vietnamita non aveva il P-15 o P-20 (la versione da esportazione del P-15). I russi ,in effetti , non fornirono i vietnamiti con missili anti-nave fino al 1974, due anni dopo la Battaglia di Dong Hoi. Noi si sa’ se i cinesi provvedessero con qualche loro versione ma non c'è nessuna certezza. Se lo avessero fatto doveva essere,comunque una delle prime versioni - la Marina militare cinese aveva solo la versione nazionale su licenza del P-15 (HY-2) nel 1975. Anche se il possesso del P-15 del nord vietnamita fu considerato "probabile" dagli Stati Uniti nel 1967,ma si ebbe la certezza solo nel 1972. Un punto chiave è l'ubicazione geografica di Dong Hoi. Questa è una baia con colline alte che formano un sfondo semi-circolare. Usando la MI (Illuminatore Missile)il radar che ha un raggio di stretto per ricerca di superficie gli avrebbe dati molte eco false. Questo sarebbe stato confuso ulteriormente da un'altra caratteristica chiamata Propagazione Anomala . Questo accade nei climi caldi-umidi dove un strato di aria particolarmente calda è intrappolato per formare un condotto sopra della superficie marittima. L'effetto è che il radar raccolgono obiettivi lontani e a maggior distanza, spesso oltre l’orizzonte del radar.La combinazione di questi 2 problemi , porta un gran numero di echi con una situazione radar alquanto caotica.

Oltre al sistema ASMD(Allarmi antimissili integrata) di cui erano dotati dopo l’affondamento dell’ Eilat ,le tre minaccie solitamente impostate erano: T-1 (il SSN-2 Styx), T-2 (il SSC-1 Samlet) e T-3 (il SSN-3 Shaddock).I radar nella formazione erano l’a AN/SPQ-5 mod, AN/SPG 55, AN/SPG-55B(Guida Missili) con armi che vertivano sul Nuovo Terrier (SM-1)e Standard (SM-2),i computer tiro : Computer Mk 119 mod 0(analogico)-Unita’ ,per l’epoca moderne e ben armate .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì comunque samurai, non puoi prendere degli articoli su internet e copiarli senza nemmeno citare la fonte... Prima ho poi qualcuno si incavola!

Metti almeno il link al sito da cui li hai presi, almeno gli fai un po' di pubblicità e chi li ha scritti si incavola di meno! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...