Jump to content

Airbus Helicopters 'Racer' ...


TT-1 Pinto
 Share

Recommended Posts

Salone di Parigi ...

 

1601kb8.jpg

... Airbus Helicopters rivela la reale configurazione del suo nuovo dimostratore ad alta velocità ...

 

Airbus Helicopters has unveiled a radical change in the configuration of its new high-speed compound rotorcraft, which is being developed as part of the European CleanSky 2 initiative.
Although the manufacturer released some details of its proposal – internally dubbed "Racer" – at last year's ILA Berlin air show, the images it showed were deliberately unrepresentative of its planned design, it admits.

 

 


... ed afferma di non essere a caccia di records ...
Airbus Helicopters is unlikely to repeat the record-breaking speeds of its X3 compound rotorcraft with its Racer demonstrator, as it looks to successfully validate the new configuration.
"The objective of Racer is to go much closer to a commercial demonstration, therefore we will not be looking for records," says Guillaume Faury, chief executive of Airbus Helicopters.

 

Link to comment
Share on other sites

Ennesima interpretazione dell’elicottero veloce.
Difficile come sempre trovare nuovi equilibri in una configurazione (quella dei mezzi ad ala rotante) che ha comunque il suo principale limite nella velocità massima. Quella strana ala a biplana e le due eliche propulsive (e anti-coppia) fanno sicuramente perdere qualcosa in efficienza al rotore principale, ma questo se non altro è più semplice dei rotori controrotanti del Raider americano, che (per quel che conta) mi appare più elegante, più interessante e col suo “frullatore di coda” meglio protetto e meno invadente in mezzo agli impennaggi.

Probabilmente non c’è una soluzione vincente a prescindere, ma varie interpretazioni con pro e contro che possono essere più o meno valorizzati e limitati. Basta un motore o una trasmissione meno efficiente, o anche solo un profilo di missione differente, ed ecco che certi presunti vantaggi rispetto ad un concorrente vanno a farsi benedire.
Al momento la soluzione tradizionale con rotore anti-coppia e sempre quella che va per la maggiore (e una ragione ci sarà…), ma è ormai evidente che nei prossimi anni si cerchi di superarla nel modo più efficiente e meno costoso possibile.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...