Jump to content
Flaggy

SR-10

Recommended Posts

aWMucGljcy5saXZlam91cm5hbC5jb20vYm1wZC8z

 

Nato da un'iniziativa privata di Sovremyenne Aviatsyonne Tekhnologii (Modern Aircraft Technologies) che ne aveva presentato un mockup ancora nel 2009, è una sorta di M345 in salsa russa. Dopo iniziali problemi finanziari sembrerebbe ora avere qualche possibilità inserendosi tra lo Yak-152 (che gli era stato preferito come addestratore basico) e lo Yak-130…

Ardita la configurazione aerodinamica a freccia negativa, considerato che comunque è un velivolo da addestramento di classe inferiore allo Yak-130, da cui non ci si aspetterebbe la ricerca di prestazioni spinte. Le motivazioni per utilizzarla sarebbero comunque queste.

 

- High maneuver characteristics

- High speed characteristics

- Low takeoff and landing speed

- Minimum airframe weight at given geometric dimensions

- Providing of high structural strength at high values of standard overload (up to +11g)

 

http://kb-sat.ru/i/files/documents/cp10/presentation-cp10-eng.ppt

 

Strumentazione analogica e motore ucraino non danno certo un aspetto definitivo al questo primo prototipo…

 

https://www.rt.com/news/327664-forward-swept-wing-russia/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fare un video promo tirandolo fuori da un magazzino che pare il covo della mafia russa ai tempi dei sequestri di persona è molto più ardito della freccia negativa secondo me :asd:

Comunque, in linea di massima ricordo che la freccia negativa aveva si dei pregi in quanto a manovrabilità, ma come vengono superate in questo caso le difficoltà aerodinamiche derivanti dall'adozione di questo tipo di configurazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che difficoltà aerodinamiche sono aeroelastiche. L'aerodinamica è nota: il problema è che sottoponendo a carico l'ala, questa, oltre che a flettersi, tenderebbe a torcersi a cabrare determinando un ulteriore aumento di portanza e quindi di torsione: un fenomeno di instabilità poco piacevole che viene compicato da eventuali carichi esterni (ammeso siano previsti).

Con un ala in compositi sufficientemente rigida e con le fibre orientate in modo da evitare certi nefasti accoppiamenti flessione-torsione il problemi potrebbero essere superabili, specie se si evitano (come in questo caso) i casini derivanti dalle velocità supersoniche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×