Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Sebastjan Juretic

RV i PVO Aeronautica militare e difesa aerea Jugoslava

Messaggi consigliati

RV i PVO

100px-Roundel_of_SFR_Yugoslavia_Air_Forc

Jugoslovensko ratno vazduhoplovstvo

i protivvazdušna odbrana

Aeronautica militare

e difesa aerea

Jugoslava

 

La Jugoslovensko ratno vazduhoplovstvo i protivvazdušna odbrana è stata dal 1945 al 1992 l'aeronautica militare della Jugoslavia. L'aeronautca militare Jugoslava fu tra le più potenti aviazioni di tutta Europa con centinaia di aerei. Alla fine del 1990 prima della dissoluzione contava 32000 effettivi.

 

All'inizio del 1945 i partigiani di Tito avevano liberato una larga parte del territorio jugoslavo dagli occupanti. L'Armata Popolare di Liberazione della Jugoslavia poteva contare su un certo numero di unità aeree addestrate ed equipaggiate dagli inglesi (Spitfire e Hurricane) e sovietici (Yak-3, Yak-7, Yak-9 e Ilyushin Il-2) oltre che alcune unità equipaggiate con velivoli catturati alla tedesca Luftwaffe e all'aviazione Ustascia quali Bf 109, Stuka e molti altri.

 

yugoslavia_spitfire_1s.jpg

 

Il 5 gennaio 1945 le varie unità aeree dell'Esercito Popolare di Liberazione Jugoslavo vennero incorporate in una nuova Forza Aerea denominata Jugoslovensko ratno vazduhoplovstvo (JRV) ed allo stesso tempo i gruppi jugoslavi che erano stati addestrati da istruttori sovietici divennero operativi a Zemun presso Belgrado che divenne anche la sede del quartier generale. Dal 17 agosto 1944, quando i primi squadroni di Spitfire jugoslavi erano diventati operativi, fino alla fine della guerra in Europa, gli aerei jugoslavi furono impegnati in 3500 uscite per combattimento e 5000 ore di volo operativo, così quando la guerra era finita la JRV aveva già un nucleo di personale forte ed esperto.

 

Il 12 settembre 1945 a Belgrado venne istituita l'accademia Aeronautica per l'addestramento dei futuri piloti. Lo sviluppo della JRV venne ulteriormente incrementato con la creazione della Vazduhoplovnni savez Jugoslavije (VSJ) o Unione aeronautica della Jugoslavia dall'unione delle aviazioni delle sei repubbliche costituenti la federazione, con l'obiettivo comune di promuovere il volo sportivo e le tecnica aeronautica tra i giovani della nazione. Nel giugno 1947 la prima scuola di volo iniziò la formazione dei primi allievi a Borongaj presso Zagabria e molti di questi allievi avrebbero in futuro fatto parte dell'aviazione militare jugoslava.

 

Con la rottura Stalin-Tito e con la Jugoslavia che abbandonava il mondo comunista gli aiuti sovietici vennero meno e all'inizio degli anni cinquanta vi fu un avvicinamento all'occidente. Dall'Inghilterra arrivarono i de Havilland Mosquito, e dagli Stati Uniti Republic F-47D Thunderbolt, Lockheed T-33 Shooting Star, Republic F-84 elicotteri Westland Dragonfly e intercettori F-86 Sabre.

 

204f84g20df.jpg

 

f-86-19.jpg

 

Nel 1959 la JRV venne unificata con le unità di difesa aerea che operavano con l'esercito dando vita alla JRViPV, Ratno vazduhoplovstvo i protivvazdushna odbrana o Aeronautica militare e difesa aerea jugoslava.

 

Con l'avvento di Nikita Kruscev quale leader sovietico le relazioni con l'URSS migliorarono, la collaborazione militare tra i due stati comunisti riprese con la consegna nel settembre 1962 dei primi MiG-21.

 

204mig21pfm2br.jpg

 

204mig21f138bc.jpg

 

Nel corso degli anni sessanta e degli anni settanta, oltre agli aerei acquistati dai sovietici, diversi aerei ed elicotteri dell'aviazione jugoslava vennero costruiti nelle industrie nazionali SOKO e Utva alcuni su licenza, con l'industria jugoslava che si affermò anche nell'esportazione. Nei primi anni 80 venne impostato il progetto Novi Avion per rendere la Jugoslavia autosufficiente in quanto a equipaggiamento militare ma dopo la dissoluzione della Jugoslavia stessa il progetto venne accantonato quando già era in produzione un prototipo.

 

Alla fine degli anni anni ottanta nell'aviazione jugoslava erano in servizio i seguenti velivoli:

(per vedere le foto cliccare sul nome dell'aereo)

-Soko J-21 Jastreb

 

 

-Soko J-22 Orao

 

 

-Soko G-4 Super Galeb

 

 

-Soko G-2 Galeb

 

 

-Aerospatiale Sa 341 Gazelle

 

 

-Mikojan Gurevich MIG-29

 

 

-Mikojan Gurevich MIG-21

 

 

-Kamov Ka-25

 

 

-Mil MI-8

 

 

-Mil MI-14

 

-Lola Utva 75

 

 

-Antonov AN-2

 

 

-Yakolev Yak-40

 

 

-Falcon 50

 

 

 

 

 

Grazie per aver letto :)

Sebastjan Juretic

Modificato da Sebastjan Juretic

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non male come aeronautica, forse un pò variegata tra velivoli di diverse epoche e di diversa progettazione esempio aerei sovietici affiancati ad aerei occidentali. Comunque sembra evidente che nei primi 4 aerei Soko ci sia un pizzico di aerei occidentali data anche la loro somiglianza.

Una flotta di elicotteri anch'essa variegata che può vantare velivoli sia occidentali che sovietici ma anche molto conosciuti come il Gazelle e Mi MI-8.

Speriamo che questa discussione abbia buon seguito e non sia subito chiusa, grazie per avermi fatto essere curioso su un'aeronautica di cui ignoravo i particolari.

Ciao :okok:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

magari, ma proprio magari, non copiare di sana pianta da wikipedia italia, senza citarla, sarebbe gradito, anche perché non ve n'è alcun bisogno.

ti prendi una tacca per l'infrazione, ma la discussione rimane aperta.

Modificato da vorthex

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mrusso infatti hai ragione che gli aerei hanno somiglianze a quelli occidentali. Se guardi il Soko J-21 Jastreb è stato progettato per sostituire il T-33 (nota la loro somiglianza).

Il Soko G-4 Super Galeb è stato prodotto con l'aiuto dei francesi (pensa che tutti gli aspiratori per i piloti dei loro aerei sono francesi).

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sebastian, te ne intendi! certo che era molto ben strutturata, e con una variegata scelta di velivoli...

Una curiosità! il SOKO G-2 galeb era la versione armata del trainer J-21 jastreb??? :unsure:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Uao, un po' come l' AT-6B per il T-6... :whistling:


sai anche come è messa ora l' aeronautica serba??? :ban?:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora l'aeronautica serba... ti dico in modo semplice... ha riciclato gli aerei dalla jugoslavia. :lollollol: Hanno il G-4 super galeb, J-22 jastreb, vecchi MIG-21, qualche MIG-29 (ne hanno 4), soko gazelle, Lola Utva 75 e il Mil MI-8

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×