Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
TT-1 Pinto

E chi la ferma più ....

Messaggi consigliati

Ed ora l'India vuole realizzare anche un velivolo AEW&C ....

 

 

India to develop AEW&C Aircraft ....

By: Greg Waldron Singapore
2 hours ago
Source: flightinternational.png

 

India's cabinet has approved a plan to develop an indigenous airborne early warning and control (AEW&C) aircraft.

In a written response to a cabinet query, defence minister AK Antony said the Cabinet Committee on Security had approved a Defence Research and Development Organisation (DRDO) plan to develop the system.

"The development of AWACS (India) is envisaged to be completed in 84 months (seven years) from the date of formal sanction of the programme," says Antony.

He adds that the programme will build upon New Delhi's previous efforts to develop AEW&C systems.

An Indian media report in February quoted an anonymous source as saying that New Delhi will require an aircraft roughly the size of the Ilyushin Il-76 for the new AEW&C programme.

One possible candidate for this could be the twin-engined multirole transport aircraft (MTA) being developed by United Aircraft Corporation and Hindustan Aeronautics.

At the Aero India show in Bangalore in early February, a brochure distribute by the MTA programme representatives listed AEW&C as among the MTA's future missions. The MTA's maiden flight is tentatively planned for 2017.

The February media report also suggested that the new aircraft will have an active electronically scanned array (AESA) radar with 360˚ coverage.

India operates six AEW&C aircraft, of which only half are operational. The three operational aircraft are Il-76s equipped with the IAI EL/W-2090 AEW&C radar system.

It has also taken delivery of three Embraer EMB-145, which will carry an AESA radar developed by the DRDO in a fairing above the fuselage. Following the DRDO's installation of a mission system, the aircraft will be handed over to the Indian air force.

 

Mi sorge per l'ennesima volta il dubbio che l'India, prima o poi, potrebbe fare la fine della rana della favola di Fedro ....

 

La rana e il bue ....

 

Una volta una rana vide un bue in un prato.

Presa dall'invidia per quell'imponenza prese a gonfiare la sua pelle rugosa.

Chiese poi ai suoi piccoli se era diventata più grande del bue.

Essi risposero di no.

Subito riprese a gonfiarsi con maggiore sforzo e di nuovo chiese chi fosse più grande.
Quelli risposero: - Il bue.
Sdegnata, volendo gonfiarsi sempre più, scoppiò e mori.
Quando gli uomini piccoli vogliono imitare i grandi, finiscono male.

2cxtfub.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mmmah.. guarda, io la vedo cosi': l'economia e l'industria di alcuni paesi tra cui cina,india,brasile stanno vivendo un momento di crescita. Di conseguenza anche il settore militare e' in costante ampliamento. Da qui a X anni non sarebbe surreale ipotizzare di vederle fra le grandi nazioni del mondo. I problemi che mi pongo sono 2. 1) riusciranno ad andare avanti su questo ritmo e non collassare economicamente come l'URSS o gli attuali (piu' o meno) USA? 2) riusciranno a portare avanti questo programma in tempi decenti gestendolo un po' piu' come l'occidente o la cina?

 

Un saluto a tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... ipotizzarle come "grandi nazioni del mondo"... Perché adesso cosa sono?... Nazioni minuscole? Sono gigantesche e mi pare assolutamente normale che abbiamo (finalmente) un vigoroso sviluppo economico. Personalmente non sono né sorpreso, né stupito, né preoccupato... nemmeno per il futuro sorpasso del PIL cinese su quello USA. Resta il fatto che rimarranno nazioni con sacche di povertà immensa e con un PIL pro capite da basso a trascurabile in un confronto con alcuni Paesi occidentali.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... ipotizzarle come "grandi nazioni del mondo"... Perché adesso cosa sono?... Nazioni minuscole? Sono gigantesche e mi pare assolutamente normale che abbiamo (finalmente) un vigoroso sviluppo economico. Personalmente non sono né sorpreso, né stupito, né preoccupato... nemmeno per il futuro sorpasso del PIL cinese su quello USA. Resta il fatto che rimarranno nazioni con sacche di povertà immensa e con un PIL pro capite da basso a trascurabile in un confronto con alcuni Paesi occidentali.

 

Quando ho detto: grandi nazioni del mondo non mi riferivo alla loro estensione geografica. mi riferivo alla loro potenza militare e aereonautica, nonchè della capacità di sviluppare una forte industria aereospaziale con l'acquisizione del Know-how necessario a farne una potenza estera davvero notevole nella progettazione/sviluppo di tali macchine. Mi sono espresso male. Resta anche il fatto che il PIL pro capite non sia da considerare quale elemento portante per lo sviluppo di un qualsiasi aereomobile, nonchè non è da considerare quale elemento variabile per le tempistiche di sviluppo. Le mie domande sono differenti e credo che solo il tempo ci darà una risposta esaustiva.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×