Jump to content

THE RED TAILS


Condorito
 Share

Recommended Posts

THE RED TAILS.

 

RED-TAIL-P51C.jpg

 

 

 

 

 

I Tuskegee Airmen sono stati dei veri pionieri, la prima unita "all-black " nella storia dell'aviazione militare americana.

 

Hanno colmato un divario razziale con il coraggio e abilità indiscussa.

 

Gli storici dicono che i piloti Red Tails - chiamati cosi per il colore rosso applicato sulla sezione di coda degli aerei - hanno volato più di 300 missioni e sono stati piloti disciplinati, aggressivi e molto rispettati dagli equipaggi dei bombardieri che proteggevano.

 

Gli Tuskegee Airmen furono gli unici piloti afro-americani in combattimento nell'Army Air Forces durante la seconda guerra mondiale.

 

 

Durante la seconda guerra mondiale, nell'esercito americano c'era una forte segregazione razziale. Riflettendo la società e la legge americana all'epoca , la maggior parte dei soldati e marinai neri erano limitati ai battaglioni di lavoro o alle unità di supporto.

 

Un esperimento effettuato nell'U.S. Army Air Forces, tuttavia, aveva dimostrato che a parità di opportunità e di formazione, gli afro-americani potevano volare in unità di supporto in combattimento, così come qualsiasi piloto bianco.

 

Nel marzo 1941 l'Air Corps annunciava per la prima volta la formazione di una unità combattente composta di uomini di colore, il 99th Pursuit (poi Fighter) Squadron.

 

L'unità sarebbe formata da 47 ufficiali e 429 militari di truppa e personale di terra ed erano ad addestrarsi a Chanute Army Air Field, Illinois, mentre i piloti furono addestrati a Tuskegee.

 

L'addestramento di volo primario ha avuto luogo nella divisione Tuskegee Institute of Aeronautics, con l'inizio delle lezioni di volo alla School's Moton Field.

 

La formazione avanzata e il passaggio di transizione agli aeromobili militari furono condotte a Tuskegee Army Air Field, (Sharpe Field)che era stato ufficialmente istituito il 23 luglio 1941.

 

Il Col. (poi Briga. Gen.) Noel F. Parrish, un ufficiale bianco, comandò l'installazione ed era molto rispettato dai suoi soldati per il suo tatto e la preoccupazione per la discriminazione in confronto dei suoi aviatori neri .

 

La prima classe di cadetti afro-americano dell' U.S. Army Air Forces entrò nella seconda fase del volo militare formazione (di base) a Tuskegee AAF ,l'8 novembre 1941, sotto istruttori militari. E solo 7 dei 13 cadetti originali rimassero.

 

Specchio della contemporanea società americana degli anni '40 il Dipartimento di Guerra, praticamente segrego agli aviatori afro-americani di Tuskegee in una organizzazione "all-black".

 

I "piloti neri" USAAF , furono cosiddetti "Tuskegee Airmen".

 

Anche se i Tuskegee Airmen si dimostrarono alla pari dei suoi simili bianchi, smentendo le ipotesi che gli afro-americani erano inadatti ai rigori del servizio in un arma altamente tecnica come la USAAF e nonostante avessero evidenziato le loro capacità con i fatti, gli aviatori afro-americani continuarono ad essere isolati nella loro unità.

 

 

Quindi, l'unità sperimentale di volo dell'USAAF, a questo punto, essendo rigidamente segregata e esclusa dall'arma, richiese un leader di colore.

 

Allora fu scelto Il capitano Benjamin O. Davis Jr. per guidare l'unità, perché era uno degli unici due ufficiali di colore nell'Esercito - l'altro era suo padre.-

 

Il capitano Davis, era laureato a West Point, ed aveva tutti gli attributi e la forza di volontà e personalità per affrontare il problema razzismo, queste capacità di leadership, avrebbe contribuito a fare di lui un vero leader.

 

Col tempo sarebbe diventato il primo generale nero nella US Air Force.

 

Nota:

 

L'esperimento di Tuskegee insegnò a molti leader politici, come il presidente Harry S. Truman in particolare, che la segregazione razziale in campo militare, oltre ad essere moralmente sbagliata, era semplicemente inefficiente ed considerò che era ora di farla finita.

 

Così con l'Ordine Esecutivo di Truman 9981, del 26 luglio 1948, stabilì che:" i più alti standard di democrazia" sono essenziali nelle forze armate, e che "sarà parità di trattamento e di uguaglianza per tutte le persone .. senza distinzione di razza, colore, religione o origine nazionale. "

 

 

Quindi avevamo detto:

 

Il 23 luglio 1941 era istituito Tuskegee Army Air Field, (Sharpe Field)

 

Due settimane dopo, il 6 agosto, l'Air Corps Advanced Flying School, (dopo rinominata Tuskegee Advanced Flying School.); l'Army Air Forces Advanced Flying School e l'Army Air Forces Pilot School (Basic-Advanced).

 

Tuskegee Army Air Field, (Sharpe Field) fu assegnata al Southeast Training Center of the Army Air Force Training Command.

 

Alla fine del 1942 Tuskegee AAF contava con un personale di 3414 uomini.

 

Nel settembre del 43 Tuskegee AAF aveva 4 piste e un totale di 225 edifici.

 

Gli aeromobili utilizzati a Tuskegee per l'addestramento dei piloto durante la seconda guerra mondiale furono:

 

PT-17 Stearman (Boeing) biplano per l'addestramento primario.

 

Ys50236.jpg

 

 

Vultee BT-13 Valiant monoplano ed addestratore base,

 

110263.jpg

 

 

AT-6 Texan per l'addestramento avanzato

 

PA_AT6_F_P001_W.jpg

 

 

P-40 Warhawk (usato come caccia di formazione e transizione).

 

67703559.jpg

 

 

 

 

 

Il 5 gennaio del 1942 il 99th Pursuit Squadron. si trasferisce a Tuskegee da Maxwell Field, Alabama.

 

L'Air Base Detachment in seguito sarebbe stata rinominata come 318th Air Base Squadron ed ancora più tardi come 318th Base Headquarters e Air Base Squadron.

 

Solo cinque dei cadetti di Tuskegee furono inseriti nel corso d'addestramento avanzato di volo con i P-40 Warhawks nel gennaio 1942.

 

Il 100th Pursuit Squadron fu attivato a Tuskegee il 19 Febbraio 1942.

 

Era la seconda unità d' afro-americani attivata nell'USAAF.

 

La prima classe di piloti afro-americani di Tuskegee completarono i corsi di volo avanzato il 7 marzo. Solo cinque finirono l'addestramento come piloti.

 

Il 17 aprile l'Air Corps Advanced Flying School a Tuskegee AAF era rinominata come Tuskegee

 

Advanced Flying School.

 

La seconda classe di piloti afro- americani concluse il suo addestramento di volo il 29 aprile.

 

Entro la fine del 1942, nove classi di piloti afro-americani avevano completato i corsi di formazione a Tuskeegee AAF.

 

Il 13 ottobre 1942 se attivava il 332d Fighter Group a Tuskegee e il preesistente 100th Pursuit Squadron( Figther) veniva a esso assegnato e dopo i Fighter Squadron 301 e 302D furono attivati anche per la prima volta a Tuskegee, e assegnati al 332d Fighter Group.

 

Questo gruppo era il primo stormo afro-americano nell' Army Air Force.

 

 

 

 

220px-Benjamindavis.jpg

 

 

Il più famoso dei comandanti 332d Fighter Group fu il Col. Benjamin O. Davis Jr. S.Il colonnello Davis, come avevamo segnalato precedentemente, era già stato comandante del 99th Pursuit Squadron, la prima unità di piloti neri a volare nell'USAAF.

 

7572438700_be1a08c4b1_z.jpg

 

 

In Azione:

 

Il 99th Pursuit Squadron ormai 99th Figther Squadorn fu shierato nel Marocco Francese nel mese di aprile 1943. Originariamente volava con i P-40 Warhawk , il 99 th Fighter Squadron inizio le operazioni di combattimento nella Tunisia il 2 giugno.

 

Mentre prestava servizio sotto il XII° Air Force, il 99 th Fighter Squadron ed altri stormi di bombardieri attaccarono delle installazioni nemiche in Tunisia ,Sicilia e l'isola di Pantelleria nel Mediterraneo.

 

I difensori di Pantelleria, pesantemente bombardati dal cielo e dal mare, si arresero il 11 giugno, senza la necessità di una invasione.

 

I piloti neri furono sempre considerati, indisciplinati e poco motivati da parte dei suoi pari bianchi e da molti comandanti americani.

 

Il 9 giugno, per complicare le cose, una formazione del 99th Fighter Squadron si era praticamente sciolta quando fu attaccata di una formazioni due volte superiore d'aeri nemici.

 

Il 2 luglio 1943, i piloti del 99th Fighter Squadron scortarono dei bombardieri medi B-25 in un attacco a Castelvetrano, Italia. Dei caccia tedeschi FW-190 decollarono per intercettare i bombardieri, e i P-40 dei Tuskegee Airmen intervenirono. In quel giorno il tenente Charles B. Hall segnò la prima vittoria aerea dello Squadron. Mai prima di allora un pilota di caccia afro-americano nelle Forze armate statunitensi aveva abbattuto un aereo nemico.

 

Purtroppo questa fu l'unica vittoria aerea del 99th Fighter Squadron per tutto il 1943.

 

Mentre il 99th Fighter Squadron faceva la sua esperienza in combattimento, Benjamin Davis era stato richiamato negli Stati Uniti per prendere il comando del 332 Fighter Group, d'imminente formazione, che doveva assorbire il 99° in un stormo " all Black" di quattro squadroni. . (99Th,100th,301th e 302D.)

Ne anche l'abbatimento ottenuto da Hall placcò le acque.

L'unità in seguito fu fortemente criticata per non aver abbattuto altri aeri nemici.

Audizioni del Congresso si erano svolte su questo percepito fallimento, con l'obiettivo di smantellare l'unità.

 

Fu allora che in una deposizione davanti al War Department's Advisory Committee on Negro Troop Policies , il colonnello Davis riuscì a convincere i membri del comitato d' approvare : di continuare a mantenere attivo nel ruolo di combattimento il suo squadrone, allontanando momentaneamente il rischio d'essere riportato nelle retrovie per dopo finire smantellato.

 

Davis era convinto che solo una disciplina rigorosa potrebbe salvare l'unità e aveva esortato i suoi uomini a cimentarsi in combattimento, dando il massimo di loro stessi come la migliore risposta contro il razzismo.

 

Dalla primavera del 1943 fino al maggio del 1944, il 99° fu assegnato al XII Air

Support Command ma assegnato molte volte a gruppi da combattimento "bianchi", tra cui il 324, la 33d, e al 79 ° ed utilizzato in operazioni secondarie.

Durante questo periodo, la squadra ha sostenuto la invaione alleata della Sicilia.

 

Quando il 99th Fighter Squadron, fu allora trasferito in Sicilia, gli uomini di Davis, diedero un esempio del loro valore e capacità. L unità riceve la Distinguished Unit Citation per le sue prestazioni in combattimento.

 

Prontamente a Washington cambio l'aria e se valutò la fattibilità continuare a utilizzare i piloti afro-americani. I tre nuovi squadroni da combattimento erano stati già formati a Tuskegee: il 100 °, 301 ° e 302D.

Le nuove unità poi furono imbarcate per l'Africa ed aggregate al "all Black"332d Fighter Group.

 

Il 16 gennaio 1944, il 99th Fighter Squadron si trasferì di nuovo, questa volta per l'aerodromo di Capodichino vicino a Napoli. Meno di una settimana dopo, più di 37.000 soldati alleati lanciarono un assalto anfibio. L'invasione di Anzio, a circa 35 km a sud di Roma.

 

Anche se gli alleati avevano stabilito una testa di ponte alla sera , non potevano uscire dalla città.

Il 23 gennaio, la Luftwaffe attaccò le posizioni alleate e due navi ospedale nel porto.

Fra gli squadrons chiamati in ballo a respingere i tedeschi c'era il 99th Fighter Squadron.

Durante queste azioni il 99th Fighter Squadron abbattè 13 aeri nemici.

 

Gli squadroni 100 °, 301 ° e 302D furono spostati in l'Italia continentale, dove il 99th Fighter Squadron, passo sotto il 332d Fighter Group. il 1 ° maggio 1944 e si unì a loro il 6 giugno al Ramitelli Airfield, vicino a Termoli, sulla costa Adriatica..

Da Ramitelli, il 332d Fighter Group. scortò i bombardamenti pesanti strategici della XV° Air Force nelle loro incursioni in Cecoslovacchia, Austria, Ungheria, Polonia e Germania.

 

Nel volare come scorta dei bombardieri pesanti, il 332d Fighter Group si aveva guadagnato il rispetto dei piloti dei bombardieri. Gli alleati chiamarono questi aviatori "Red Tails" o "Red- Angels Tail, "a causa del colore rosso applicato sulla sezione di coda degli aeromobili dell'unità.

 

Il 332d Fighter Group volò 179 missioni di scorta bombardieri da giugno 1944 fino alla fine della guerra. The Tuskegee Airmen o Red Tails si rivelarono particolarmente prezioso in questo ruolo.

Durante le missioni di scorta, i piloti di Davis dimostrarono grande abilità e coraggio, riuscendo ad abattare molti caccia tedeschi. I Red Tails impararono velocemente ad contra restare le tecniche d'attacco della Luftwaffe e persino ad affrontare i caccia a reazione. Ma nonostante il loro successo, il 332d Fighter Group era spesso in inferiorità numerica, come quando 39 aerei dei Red Tails si scontarono con più di 100 caccia tedeschi, abbattendo cinque e soffrendo una sola perdita, questo fece guadagnare al Col. Davis la Distinguished Flying Cross per il coraggio e la sua leadership.

 

Il 24 marzo 1945, mentre il 332° divenne una delle prime unità di caccia con sede in Italia specializzata in scortare i B-17 fino a Berlino e ritorno.

In questa missioni 43 Red Tails scortavano 51 B-17 in un raid contro l' installazioni della Daimler-Benz a Berlino. Una formazione mista da 25 aerei fra FW 190 , Me 262 e ME 163 si alzarono in volo per affrontarli. Anche se i Me262 e ME163 erano più veloce da 100 miglie circa respetto al P-51, non avevano molto tempo di impegnarsi contro i Red Tails data la loro poca autonomia, limitata del consumo del carburante. Da considerare che i piloti tedeschi esperti erano rari in questo periodo.

 

Nel combattimento che ne seguì, tre Me 262 caderono sotto il fuoco dei Red Tails che perse un solo P-51 colpito ad un ala da un ME262.

 

Significativamente, il 332° aveva completato l'intero della missione (1600 miglia ), per la quale riceve la Distinguished Unit Citation .

 

 

Quando la guerra finì in Europa, i Red Tails avevano abbattuto 109-112 aerei nemici e distrutto altri 150 a terra.

 

Inoltre, avevano distrutto più di 600 carri ferroviari, affondato un cacciatorpediniere e 40 barche e/o chiatte.

 

Le loro perdite furono circa 150 piloti uccisi in combattimento o in incidenti.

 

Durante la guerra, Tuskegee aveva addestrato 992 piloti e 450 inviati all'estero.

 

L'esperimento di Tuskegee era stato un successo clamoroso.

 

 

Gli aerei:

 

I Tuskegee Airmen o Red Tails inizialmente erano dotati di Curtiss P- 40Warhawk, dopo un breve passaggio su i Bell P-39 Airacobra (marzo 1944), in seguito con i Republic P-47 Thunderbolt (giugno-luglio 1944), e infine con l'aereo con cui furono comunemente identificati, il North American P-51 Mustang (Luglio 1944).

 

Bell P-39 Airacobra HobbyMaster_HA1707_Bell_P-39Q_Airacobra_-Old_Crow-,_Bud_Anderson,357th_Fighter_Group,_1943.jpg

 

 

largeProfile%20P-47D%20The%20First%20Redtail.jpg

 

P47 THUNDERBOLT

 

RedTail4.jpg

P51 Mustang

 

Bibliografia:

 

 

 

 

109 Victories: Aerial Victory Credits of the Tuskegee Airmen

Dr. Daniel L. Haulman

Air Force Historical Research Agency

Jan. 27, 2006

 

 

 

 

http://en.wikipedia....in_O._Davis,_Jr.

 

 

 

 

http://en.wikipedia.org/wiki/99th_Flying_Training_Squadron

 

 

 

 

http://en.wikipedia.org/wiki/332d_Fighter_Group

 

 

 

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Tuskegee_Airmen

Edited by Condorito
Link to comment
Share on other sites

Vero.. aspettavo un finale più movimentato e spettacolare....

 

mah... di movimento e spettacolo ce n'è... ma è la solita americanata, ossia nazisti che con 5000 colpi non beccano nulla e i nostri prodi eroi che con manovre che prendono in giro la fisica :thumbdown: con un paio di traccianti fanno esplodere un 262 impegnato nel fare delle manovre acrobatiche degne del barone rosso! :asd:

 

 

che ca....

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

il film e' interessante perch' riporta la storia e anche l'ambiente ostile in cui dovevano operare questi piloti, ma sull'aspetto piu' strettamente militare lascia un po a desiderare.

Anche se va detto che in quel periodo piloti tedeschi capaci, come nota anche l'articolo, non erano molti, mentre i tuskegee airmen avevano alle spalle un addestramento motlo lungo e "tranquillo" che probabilmemte faceva la differneza nelle missioni di scorta durante i bombardamenti sulla germania.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...