Jump to content
Sign in to follow this  
dread

Alianti

Recommended Posts

durante la IIGM sono stati usati anche alianti per portare i soldati in normandia la notte del d-day

 

non mi sembrano molto funzionali se un aliante veniva colpito tutti gli occupanti sarebbero morti di sicuro, i paracadute mi sembrano una soluzione più sicura, sarebbe meglio dire meno pericolosa

 

comunque qual è il motivo di questa scelta? i soldati potevano mortare anche mortai e altre armi che i paracadutisti non potevano?

Share this post


Link to post
Share on other sites

..io mi rikordo ke per kuella famosa operazione per distruggere la fabbrika di akua pesante i soldati dovevano venirci li con l'aliante per non fare rumore....kredo..

Share this post


Link to post
Share on other sites

questo non lo so, ma io sto parlando di sbarchi di massa, come quello della notte del d-day

 

nell'operazione market garden sono stati usati alianti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli alianti erano utilizzati per portare materiali (anche cannoni e jeep) e per questo

gli alianti della 2 gm erano di dimensioni notevoli rispetto a quelli attuali.

piccola nota: gli aliantisti nonostante fossero ben addestrati e inquadrati nelle divisioni aviotrasportate erano considerati alla stregua dei soldati normali senza indennità di volo o simboli speciali come i parà

Share this post


Link to post
Share on other sites

Facciamo chiarezza.

 

Gli alianti, durante la IIGM, sono stati utilizzati in tante operazioni, non solo nello sbarco in Normandia.

 

Gli utenti principali furono americani e inglesi, ma anche i tedeschi ne fecero uso.

 

Il motivo principale per cui si usano gli alianti è... che non tutti i soldati sono paracadutisti !!!!!

 

Le divisioni di paracadutisti erano (e sono) poche, per cui negli assalti "verticali" si dovevano usare anche soldati normali, quindi l'aliante era d'obbligo.

Inoltre, l'aliante aveva il vantaggio di poter trasportare un po' di materiale (come le jeep) e di consentire una maggior concentrazione di soldati subito dopo l'atterraggio, risentendo meno di fattori come il vento e la dispersione.

Il pilota poteva inoltre compensare eventuali errori nel lancio da parte dell'aereo madre, e quest'ultimo poteva mantenersi a una distanza maggiore rispetto al bersaglio e alle sue difese antiaeree.

 

Il rovescio della medaglia era che gli alianti (poco vulnerabili al fuoco di terra: non era questo il problema) dovevano comunque atterrare su un'area idonea, e qui venivano i guai. Durante l'atterraggio c'era un'elevata percentuale di incidenti e quindi di perdite.

 

Ancora oggi le truppe da aviosbarco si distinguono in paracadutisti e in truppe aerotrasportate. Queste ultime non fanno uso di alianti ma di aerei normali (tipicamente i C-130, ma anche i più grossi C-17 ecc...) e dispongono di equipaggiamenti leggeri in maniera da poter essere subito operative dopo l'atterraggio (che deve avvenire su una pista normale o con un minimo di preparazione). Per gli atterraggi su zone erbose o non preparate si usano gli elicotteri che hanno reso inutili gli alianti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...