Jump to content

consolidated B-24 liberator della Airfix


Giulianino
 Share

Recommended Posts

Insomma cari ragazzi, alla fine mi sono deciso e ho comperato un altro kit di un modellino da costruire.

Volevo un grosso bombardiere americano o russo, qualcosa di grosso e potente.

Sono entrato nel primo negozio e ho comperato questo kit della AIRFIX in scala 1:72 del consolidated B-24 liberator B.VI

 

Appena aperta la scatola e visionati i pezzi l'impressione non è stata molto soddisfacente.

 

Io sono un neofita...anzi...sono proprio al primissimo modellino ( o quasi ) ma anche il mio occhio inesperto ha potuto constatare la grande imprecisione delle parti, la grossolanità della fattura e soprattutto il fatto che le ali o le due parti della fusoliera non combaciano neanche a forzarle.

E questo ad una sola prima rapida occhiata.

 

Ok che la tecnica prevederebbe di lavorare con cata abrasiva, limette varie e stucco per modellini ma l'impressione è che qui siamo ad un livello piuttosto scarsino.

 

Non vorrei offendere nessuno ne tantomeno infangare il nome della Airfix ma tant' è ....

 

Volevo sentire qualche parere più esperto e soprattutto avere qualche consiglio sulle pannellature che a stento ho capito cosa sono.

sembra se non erro che io debba ripassare con una punta sottile o un apposito strumento le pannellature dell'aereo...quali sono ?

come le distinguo dalle rivettature o dalle " chiodature " ...come le chiamo io ?

 

spero che qualcuno sappia rispondermi o postarmi delle foto nel caso avesse già fatto questo modellino.

 

Grazie a tutti in anticipo.

Giuliano

Link to comment
Share on other sites

purtroppo c'è poco da dire...

l'Airfix è una casa pessima che continua a propinare vecchi stampi ed il soggetto scelto è molto complicato, come ogni altro bombardiere della WWII.

se, come dici, sei alle primissime armi, rischi di fare un macello nel tentare di ripannellare il modello, anche perchè per gli aerei vecchi è un discorso un pò complesso (alcune pannellature erano, oggettivamente, in positivo) e nell'eseguire estese ricostruzioni/modifiche. meglio sarebbe concentrarsi sull'ABC e vedere fuori cosa ne esce, anche perchè non penso che ali e fusoliera non combacino affatto.

tuttavia, se è un modello a cui tieni in modo particolare e/o hai pagato discreamente, ti consiglio di aspettare quando avrai accumulato maggiore esperienza.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Vortex, ti ringrazio per il consiglio.

Credo proprio che farò come dici e penserò intanto ad assemblare il modellino cartavetrando e rifinendo per bene le varie parti e poi passerò ad una verniciatura facile facile senza pretendere invecchiamenti o sfumature particolari ( non ho neppure l'aerografo ).

 

Una cosa volevo chiederti però....ho notato che quando provo a verniciare anche le parti piccole come i sedili del pilota ad esempio, la vernice non aderisce bene e tende a ritirarsi.

 

Devo dare il PRIMER anche su parti così piccole ?

Oppure il problema può essere che bagno troppo con l'acqua il pennello ?

 

Grazie infinite per le risposte, a presto

 

Giuliano.

Link to comment
Share on other sites

il problema può dipendere da vari fattori, tra cui anche quelli da te elencati. comunque bisogna anche considerare altri "colpevoli"...

1. la vernice di che marca è?

2. hai mescolato per bene il contenuto del barattolo, in modo da uniformarlo?

3. visto che parliamo sempre di una casa non proprio eccelsa... hai lavato le stampate prima di iniziare a verniciarle?

Link to comment
Share on other sites

bhe... i Tamiya, dati a pennello non sono proprio il massimo (sono fatti per essere usati ad aereografo) e non conosco la Games Workshop.

ti conviene usare il più possibile gli Humbrol, che sono ottimi al pennello.

 

mi ero dimenticato un particolare: le stampate vanno lavate col sapone, non solo con l'acqua e siacquate molto bene, per eliminare ogni residuo ;)

Link to comment
Share on other sites

Vorthex, io ti ringrazio molto per i tuoi consigli ma sembra propio che questo colore io non riesca a darlo come si deve.

 

Ho lavato un paio di pezzi con il sapone sgrassante per i piatti, li ho asciugati bene e ho dato il verde della Humbrol...dopo 5 ore non si è ancora asciugato....comunque il risultato con la prima passata è pessimo.

 

Stò aspettando che si asciughino i pezzi per vedere cosa succede con la seconda passata.....non so proprio cosa pensare .....:(

 

Sicuramente sbaglio qualcosa...ma cosa ?

Link to comment
Share on other sites

io feci tempo fa un bel B-17....e per la prima volta usai i colori spray della Tamya..e da quel di..uso solo quelli :asd:

 

specialmente se l'aereo è in tinta unica o due colori...ma ho realizzato anche mimetiche multiple come quella ad es del phantom vietnam...

per il tuo b-17 te le consiglio...prima pulisci le parti con il sapone per i piatti o meglio se hai la saponetta...quasto serve per togliere il velo d'into della stampatrice; poi passa un velo di pimer..e gli puoi dare anche una leggera lisciata con la carta abrasiva e acqua.

 

poi passa una bomboletta del colore principale dell'aereo ed eventualmente con mascherature fatte con il nastrocarta puoi fare anche le altre.....*una cosa: il nastrocarta non tagliarlo direttamente una volta applicato sulla fusoliera altrimenti si potrebbero vedere POI i segni lasciati dal cutter.... :lol:

 

Airfix%2006010%20B-24J.JPG

 

A06010_2.jpg

Link to comment
Share on other sites

Eugy78 bellissimo modello complimenti.

 

forse il mio errore è quello di voler verniciare senza dare il primer.

 

Ho paura che dando una mano di primer e poi la vernice le chiodature ( non so come chiamarle ) e le sottilissime e quasi impercettibili pannellature con tutti i minuti dettagli vadano persi " sepolti " dallo strato delle vernici.

 

Mi sa che mi dovrò arrendere e usare la bomboletta di primer.

 

La usate anche su parti piccole ?

Tipo mitragliere ecc... ?

 

Grazie ancora

Link to comment
Share on other sites

io sconsiglio vivamente l'uso delle bombolette, se non si ha già una ottima esperienza nel campo: dosare lo spruzzo su di un affare che non ha alcuna regolazione, tranne la pressione del dito... non è proprio il massimo e si corre il rischio di coprire i particolari.

anche per quanto riguarda il primer... onestamente non capisco: gli humbrol dati a pennello, sono sempre venuti bene, anche senza primer (il primer può servire nel caso si aereografi).

 

tornando al problema del colore che non viene...

se la cosa persiste ed hai seguito tutto l'iter di: lavare le stampate, mescolare attentamente il colore e dare una sottile mano a pennello... temo che il problema sia del colore stesso.

è molto vecchio il barattolo? il colore è lucido, semilucido o matto? io ebbi problemi di asciugatura con dei vecchi Humbrol lucidi e semilucidi.

 

in ogni caso una foto potrebbe aiutare a svelare l'arcano.

Link to comment
Share on other sites

ha ragione Vorthex; l'uso delle bomboletta spray richiede un pò di esperienza, ma comunque per una livrea in tinta unita o una mimetica dai contorni netti, priva di sfumature la si può usare; bisogna fare magari delle prove :P

per avere delle sfumature io uso la HU-HU gomma gialla che; fatto il serpentello che segue il contorno da mimetizzare con la pasta-gomma , si ottiene una bella sfumatura . *ma richiede esperienza e molte prove

______________________________

 

---> in che livrea lo fai?

se fai quello Americano metallico ti consiglio ESSENDO IN TINTA UNITA... i colori spray Tamya AS-12 (che è un argento meno brillante) per il grosso della fusoliera e il TS-30 (che è un argento molto brillante) per il timone alettoni...;e tutte le parti mobili / poi per alcune pannellature e finiture usi i colori in barattolino per fare i mozzi delle eliche; i motori; il telaio dei vetri e carrelli usi il Tamya X-11 (argento cromo) ;per fare le eliche XF-1 (nero opaco)

*che se mischi bene questi colori puoi ottenere:

x-11 + xf-1 si ottiene il gun metal per fare le mitagliatrici

xf-1 20% + xf-66 20% + xf-11 60% circa mescolati ottieni il color gomma-pneumatico

il giallo XF-3 (per le estremità delle eliche)

il grigio XF-66 (per gli interni e pavimentazione) che mescolato ad occhio con l'xf-3 + XF-62 (olive drab) si ottiene il color senape per le pareti interne.

 

quei colori argento che ti ho elencato sopra non sono lucidabili come i model masters...ma se prima di attaccare le decalls gli passi un feltrino o un panno di lana ....si lucidano leggermente :lol:

 

io uso i colori Tamya perchè in caso di errore si tolgono subito e non macchiano come gli Humbroll; il pennellino llo si pulisce facilmente ed è da subito pronto ; mi trovo bene e se sei alle prie esperienze te li consiglio...però non tenere i barattolini troppo aperti ; il diluente per questi colori è specifico e si chiama X-20A Thinner in barattolo da 250ml....o si può usare l'acqua ma in modeste percentualità...

_____________________

il primer non va bene quello preso in ferramenta.... devi usare quello a base d'acqua o di alcool prettamente modellistico::::e non è necessario passarlo sulle mitragliatrici o pezzi mobili..come le cerniere del timone o i mozzi delle eliche e dei carrelli

_____________________

 

ricordati che le torrette e le vetratura della cabina vanno messe a modello ultimato..quelle laterali invece sei obbligato a montarle prima perchè vanno messe dall'interno..però mascherale bene con un pò di nastrocarta

_____________________

 

 

 

se riesco a rintracciare il mio liberator della RAF che regalai 12 anni fa...vi posteò

qualche foto...... :lol: ; venne abbastanza bene

 

è a 3 colori: prima gli ho passato il verde e poi con la mascheratura ho passato il nero (che non era proprio nero scuro ma diciamo un antracite scurissimo) ed in fine il sabbia, che spruzzato a dovere prese un'ombreggiatura di fondo lievemente "verdognola" ; non feci un'invecchiamento troppo marcato anche perchè all'epoca 2WW dovevano essere quasi nuovi...giusto un'impolveratina e mi limitai ad ombreggiare dove ci sono i motori..e le ruote con terriccio ed erba :o

tutto l'aereo lo colorai con le 3 bombolette Tamya; invece per gli interni in colore a tubetto e pennellino ;l'invecchiamento ad aerografo e phard "cosmetico"

 

questo è un esempio di come era colorato

CG-AA34012_01_lrg.jpg

Edited by eugy78
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...