Jump to content

amiot 351


cap.med.cpl.
 Share

Recommended Posts

  • 11 months later...

L'Amiot 351 fu uno dei due soli membri della famiglia Amiot.350 ad entrare in servizio con l'Armée de l'Aire prima della Battaglia di Francia.

Dopo l'assai sgraziato Amiot 143 della fine deglia nni '20, i progettisti dell'Amiot si concentrarono su un modello elegante, il quale divenne poi i bell'aereo postale a lungo raggio Amiot 341. Da qui si sviluppò il prototipo per il bombardiere Amiot 340 e dopo vari fasi di sviluppo si giunse alla serie 350 come la conosciamo. Esso era un elegante (forse il "più elegante") bombardiere bimotore che compì il suo primo volo il 21 Gennaio del 1939.

I modelli scelti per rappresentare questa serie furono il 351 e il 354 B.4, rispettivamente bi- e mono-deriva, entrambi muniti di una coppia di Gnome-Rhône 14N-48 da 1.060 cv cadauno.

Essi ebbero il fastidioso onere di sostenere a fianco del LeO.451B.4 tutto il peso della rimodernizzazione dei reparti da bombardamento dell'AdA; nonostante tutto, furono ordinati in un numero piuttosto esiguo. Diversamente dagli 880 bombardieri Amiot compresi nel contratto del Ministero dell'Aria Francese dell'1 Dicembre 1939, il 354 ottenne solo 40 ordini e il 351 ne ottenne 140. la produzione proseguì molto lentamente: 5 nel Gennaio 1940, 17 a Marzo e a Maggio solo 37 di tutte le centinaia ordinate era stato prodotto.

Nonostante i bassi numeri di aerei disponibili, il Groupement de Bombardament No.9 cominciò a convertirsi alla nuova macchina, al fianco dei Bloch 210. I G.B. I/34 e G.B. II/34 ricevettero i primi velivoli il 7 Aprile, e il G.B. I/21 e G.B. II/21 le loro 6 macchine il 10 Maggio, all'inizio delle manovre tedesche nel territorio francese. Ulteriori veicoli furono forniti durante la Battaglia di Francia e quando, il 22 di Giugno, fu ordinato ad ogni velivolo che fosse in grado di compiere la trasvolata di recarsi in Africa Nordoccidentale, ad Orano si potevano contare 37 apparecchi; solo 7 furono lasciati in Francia (tot. 44 velivoli). Dei 61 aerei accettati dall'AdA, furono quindi 17 le perdite, tra cui 3-4 persi in azione, 10 in incidenti durante l'addestramento ed i rimanenti probabilmente persi a terra o durante la Trasvolata a sud.

In seguito all'Armistizio essi non figurano fra le fila dell'Aeronautica di Vichy; furono invece usati come aerei da trasporto veloce, spesso battendo le rotte dalla Francia metropolitana e le colonie aficane, completamente disarmati.

4 Furono sottratti dalla Luftwaffe.

 

Amiot 354 B.4

Sistema Propulsore: due motori a doppia stella a 14 cilindri Gnome-Rhone 14N-48/49 da 1.060 hp.

Equipaggio: 4 (pilota, bombardiere/navigatore, mitragliere dorsale, operatore radio/mitragliere ventrale)

Prestazioni: velocità massima 480 km/h; salita a 4.000m in 8'42"; tangenza operativa 10.000m; autonomia di 2.500 km a pieno carico, 3.500 km con un carico di 800 kg.

Pesi: a vuoto 4.725 kg; a pieno carico 11.300 kg.

Armamento:

- 1 cannone Hispano-Suiza HS 404 da 20 mm brandeggiabile facente fuoco verso la coda;

- 2/3 mitragliatrici MAC 1934 da 7,5mm (una brandeggiabile in avanti nel muso; una ventrale)

- 1.200 kg di carico bellico

 

Spero di essere stato abbastanza esaustivo ;)

 

nel caso caccia un'occhio a questo link se vuoi di più: http://www.pilotfriend.com/photo_albums/timeline/ww2/Amiot%20350%20Series.htm

Link to comment
Share on other sites

era il tipico bombardiere interguerra, come i vari PZL P.37 e Do-17....

 

diciamo che arrivò in un momento in cui la situazione era già molto compromessa, soprattutto perchè il cielo era infestato dalla Luftwaffe che aveva avuto facile gioco con gli aerei da superiorità aerea francese come i D.520 o MS-406....

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...