Jump to content
Sign in to follow this  
motogio

Presentazione al pubblico AgustaWestland Da Vinci

Recommended Posts

Sabato 18 aprile 2009 presso la base REGA Ticino a Magadino - CH viene presentato al pubblico il nuovo elicottero di soccorso aereo d’alta quota, AgustaWestland Da Vinci

 

augusta.jpg

 

Estratto dalla conferenza stampa:

 

Riservatevi sabato, 18 aprile 2009!

Orario: ore 10:00 - 17:00

 

La base Rega Ticino è in festa e presenta al pubblico il nuovo elicottero d’alta quota, AW Da vinci.

 

La giornata delle porte aperte del 18 aprile ha luogo all’elibase Rega, all’aeroporto cantonale di Locarno.

Vi aspettano i membri d’equipaggio per rispondere alle vostre curiosità, buvette e griglia accesa.

 

 

Rega potenzia la flotta

 

Il nuovo elicottero d’alta quota AW Da Vinci

 

Gli elicotteri di salvataggio del tipo Agusta A 109 K2, introdotti dalla Rega nel 1992 sulle elibasi alpine e prealpine saranno sostituiti nel corso dell’anno con elicotteri dell’ultima generazione ed è un passo necessario. Negli ultimi vent’anni, il numero delle ore di volo è quasi raddoppiato. E questo con una flotta, oggi più ridotta. Ciò comporta un’usura maggiore e intervalli di manutenzione più ravvicinati. Il rinnovo della flotta tiene conto di quest’evoluzione.

L’evoluzione tecnica nel settore degli elicotteri fa progressi notevoli e costanti. I costi di manutenzione degli elicotteri dell’ultima generazione sono minori di quelli sostenuti per la flotta precedente. Infine, pur sviluppando una potenza maggiore, le immissioni foniche delle nuove macchine sono inferiori. Per questi motivi la politica degli investimenti Rega è quella di rinnovare la flotta degli elicotteri più o meno dopo 15 anni di servizio.

Dopo la fase della valutazione approfondita terminata nel settembre 2006, la scelta è caduta su un elicottero concepito per il salvataggio d’alta quota. Il costruttore AgustaWestland in Italia ha sviluppato il nuovo elicottero AW Da Vinci secondo i severi e precisi requisiti della Rega che ha ordinato complessivamente undici macchine del nuovo tipo.

 

L’ AW Da Vinci è fatto su misura per le necessità specifiche e corrisponde agli esigenti requisiti che, fra altro prevedono

• propulsione a due turbine

• turbine gestite elettronicamente (FADEC)

• quota operativa a pieno carico fino a m 4500 s/m (ISA +20°C) quota massima m 6000 s/m

• cabina più spaziosa del modello precedente

• cockpit a schermi digitali (autopilota digitale a quattro assi, interamente digitale, Enhanced Vision (camera ad infrarossi), sistema di segnalazione ostacoli aerei FLOICE, sistema di segnalazione traffico aereo TCAS

• verricello con 90 m di fune / capacità di carico 270 kg (rispetto ai 50 m e 204 kg del modello precedente)

• immissioni foniche al di sotto dei valori limite concessi

• equipaggiamento sanitario completamente rinnovato

 

Tra gli anni 1991 e 1995, la Rega ha messo in circolazione quindici Agusta A 109 K2. Allora sostituirono i dodici Alouette III SA 319 B e i tre Bölkow BO 105 CBS. In seguito, la flotta d’elicotteri restò monotipo fino a quando le basi di pianura Losanna, Berna, Basilea e Zurigo ricevettero gli elicotteri del tipo Eurocopter EC 145. Con la consegna dell’AW Da Vinci nel corso dell’anno a Locarno, San Gallo, Untervaz, Wilderswil, Erstfeld e Samedan, si concluderà il rinnovo della flotta Rega.

rega11.jpg

 

 

Ulteriori informazioni: www.rega.ch

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che bella macchina, veramente un gioiellino.

 

L'unica cosa che non ho capito: solitamente per commesse abbastanza consistenti si indice un appalto. Il Da Vinci ha avuto degli "sfidanti" oppure, dato che la REGA schierava già il K2, hanno indirizzato la scelta direttamente sul 109 chiedendo ad AW una versione ad hoc?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che bella macchina, veramente un gioiellino.

 

L'unica cosa che non ho capito: solitamente per commesse abbastanza consistenti si indice un appalto. Il Da Vinci ha avuto degli "sfidanti" oppure, dato che la REGA schierava già il K2, hanno indirizzato la scelta direttamente sul 109 chiedendo ad AW una versione ad hoc?

 

Da quello che sò è la REGA che ha chiesto alla AW di costruirgli un elicottero su misura, anche sul sito della Augustawestland si parla di un apparecchio sviluppato in base alle esigenze specifiche del committente. Probabilmente erano già molto soddisfatti del vecchio Agusta A109 K2, che ha quanto sò è stato sostituito dall'Eurocopter EC 145 principalmente perchè molto più spazioso. Ma d'altronde, come riportato dal sito della REGA: L’A 109 K2 è concepita su misura delle esigenze della Rega. Si tratta di una combinazione tra la versione civile A 109 C e quella militare A 109 K. e non era certo lo spazio a disposizione la sua priorità, ma la manovrabilità in ogni condizione d'impiego .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto con interesse i contributi precedenti. Segnalo il sito REGA;

 

www.rega.ch

 

Si tratta di un'istituzione che fa parte della "swissness" ormai, della quale fanno parte ben... 2'200'000 (sì duemilioniduecentomila) soci. Le consegne dei "Da Vinci" sono state quasi completate: dieci esemplari, ne manca uno, poi vi sono altre quattro opzioni. I "K2" sono stati venduti all'estero o posti in museo (Lucerna). Per il lungo raggio è prevista la sostituzione degli attuali Canadair Challeger a medio termine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho letto con interesse i contributi precedenti. Segnalo il sito REGA;

 

www.rega.ch

 

Si tratta di un'istituzione che fa parte della "swissness" ormai, della quale fanno parte ben... 2'200'000 (sì duemilioniduecentomila) soci. Le consegne dei "Da Vinci" sono state quasi completate: dieci esemplari, ne manca uno, poi vi sono altre quattro opzioni. I "K2" sono stati venduti all'estero o posti in museo (Lucerna). Per il lungo raggio è prevista la sostituzione degli attuali Canadair Challeger a medio termine.

 

Ieri è entrato in servizio presso la REGA l'undicesimo e ultimo AW109SP Da Vinci ordinato. E' immatricolato HB-ZRP. Presso il costruttore varesino REGA ha ancora quattro opzioni d'acquisto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La REGA non è un ente militare ma svolge attività di "service public" svolte in altri Paesi da enti pubblici, ev. anche militari. Quest'anno vi è la ricorrenza del suo 60° e, sui giornali, è molto presente con articoli e interviste. La sua flotta è ora composta da 17 elicotteri e da tre aeroambulanze. Le forniture dei "Da Vinci" sono completate, i sei EC 145 usati per i soccorsi in pianura rimarranno in servizio ancora per qualche anno. Ancora un paio di anni di servizio per i tre CL-604 "Challanger" che hanno recentemente subito importanti lavori di manutenzione presso Lufthansa Tecknik a Berlino. Con qualche polemica si è saputo che vengono usati anche per il trasporto negli USA di militari ammalati o feriti dalla base tedesca di Ramstein. In ogni caso la REGA è certamente un ente "in forma" che, grazie al suo finanziamento popolare (2,4 milioni di soci) può permettersi anche a breve termine spese importanti. La sostituzione dei sei EC 145 costerà 50 milioni di CHF, dei tre Challanger 150 milioni.

 

www.rega.ch

Edited by mo-mo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con qualche polemica si è saputo che vengono usati anche per il trasporto negli USA di militari ammalati o feriti dalla base tedesca di Ramstein.

 

www.rega.ch

 

Piccola correzione: i feriti statunitensi vengono imbarcati in zona di conflitto (Iran o Afghanistan) e poi trasportati a Ramstein dietro lauto compenso.

 

È questo il fatto che ha dato fastidio all'opinione pubblica.

 

A chi può interessare questa piccola "querelle" elvetica segnalo il commento della Rega a riguardo e un articolo, un po' critico, di un noto, a livello locale, reporter free-lance ticinese:

 

Rega: "Per la Rega ci sono solo i pazienti"

 

Gianluca Grossi: Domande. E risposte vaghe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cinquantamila persone hanno partecipato, quest'anno, alle porte aperte indette per il 60° della REGA. In Ticino l'inaugurazione della nuova base REGA, a Locarno, avverrà invece il 20 e il 21 aprile 2013.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La REGA riceve un simulatore di volo per lo AW GrandNew ....

 

PARIS: Swiss role for AgustaWestland simulator ....

 

Switzerland-based helicopter emergency medical service (HEMS) operator Rega has taken delivery of a new AgustaWestland GrandNew full flight simulator, following certification earlier this year of the device by Swiss regulator FOCA.

The FFS will support Rega's training requirements for its fleet of Da Vinci and GrandNew light twins.

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/paris-swiss-role-for-agustawestland-simulator-387128/

 

5l7vyt.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...