Jump to content

He 219 Uhu 1/48....


Cloniglio
 Share

Recommended Posts

Maremma che aereo inquietante... cosa era un caccia notturno? Ha un sacco di antenne... e poi che strani i

sedili schiena contro schiena....

 

 

Complimenti davvero però! Per essere che ha 10 anni sembra fatto or ora con tutto quello che di meglio

può offrire il mercato degli accessori modellistici....

 

Navigator...

Link to comment
Share on other sites

Maremma che aereo inquietante... cosa era un caccia notturno? Ha un sacco di antenne... e poi che strani i

sedili schiena contro schiena....

 

Navigator, è una leggenda volante :rolleyes:

 

Cloniglio, ci stai facendo assistere a delle vere opere d'arte! :)

 

Grazie!

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Guest iscandar
Maremma che aereo inquietante... cosa era un caccia notturno? Ha un sacco di antenne... e poi che strani i

sedili schiena contro schiena....

Complimenti davvero però! Per essere che ha 10 anni sembra fatto or ora con tutto quello che di meglio

può offrire il mercato degli accessori modellistici....

 

Navigator...

 

 

schiena contro schiena perchè quello dietro è anche mitragliere, azionava 2 mitragliatrici che erano affogate dalle parti del bordo alare posteriore non brandeggiabili che sparavano verso l'alto, il pilota si metteva sotto ed a un certo punto bang ed il bombardiere aveva una brutta sorpresa

Link to comment
Share on other sites

Bellissimo! E' ancora perfetto sembra fatto ieri, complimenti Cloniglio.

Visto che realizzi queste opere d'arte e anche le teche per proteggerle sei un modellista a 360 gradi! A questo punto non mi stupirei se tu ti fossi cimentato anche nella realizzazione di mezzi di terra e mare.

 

schiena contro schiena perchè quello dietro è anche mitragliere, azionava 2 mitragliatrici che erano affogate dalle parti del bordo alare posteriore non brandeggiabili che sparavano verso l'alto, il pilota si metteva sotto ed a un certo punto bang ed il bombardiere aveva una brutta sorpresa

Geniale, non lo sapevo. Fu una soluzione efficace? Era l'unico velivolo con questa predispozione o ve ne erano altri?

Edited by Hicks
Link to comment
Share on other sites

Guest iscandar
Geniale, non lo sapevo. Fu una soluzione efficace? Era l'unico velivolo con questa predispozione o ve ne erano altri?

 

Efficace?? credo di si... se ce ne erano altri non so

Link to comment
Share on other sites

 

Lo Schrage Musik era un'installazione comune a diversi caccia notturni tedeschi. Sfruttavano il fatto che i bombardieri RAF operanti di notte di solito non avevano molta difesa o visibilità nel settore ventrale. Anche i giapponesi adottarono il sistema, sui Gekko, ma non so come gli sia andata visto che sia i B-17 che i -29 potevano contare su torrette binate a difesa del ventre.

 

I russi fecero il contrario: A-20 Boston convertiti in caccia notturni, con mitragliatrici installate nella stiva bombe e sparanti verso il basso, quindi dovevano volare sopra l'aereo bersaglio. A differenza della Schrage Musik, queste avevano una possibilità - limitata - di brandeggio.

 

CannonA20.jpg

Edited by Bonehammer
Link to comment
Share on other sites

I russi fecero il contrario: A-20 Boston convertiti in caccia notturni, con mitragliatrici installate nella stiva bombe e sparanti verso il basso, quindi dovevano volare sopra l'aereo bersaglio. A differenza della Schrage Musik, queste avevano una possibilità - limitata - di brandeggio.

 

C'è anche un notevole svantaggio, infatti in un ipotetico avvicinamento il caccia sovietico ha minori possibilità di successo nei confronti di un caccia Tedesco che utilizza la "Schräge Musik "

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

C'è anche un notevole svantaggio, infatti in un ipotetico avvicinamento il caccia sovietico ha minori possibilità di successo nei confronti di un caccia Tedesco che utilizza la "Schräge Musik "

Tu dici? Dal momento che la Schrage Musik era fissa verso l'avanti, e anche il brandeggio delle ShVAK/ShKAS era limitato, il fattore determinante secondo me era "chi si metteva in coda a chi". Un vantaggio sicuramente il tedesco ce l'aveva, dato dalla copertura radar del settore posteriore che gli permetteva di sapere se aveva compagnia, mentre il russo, almeno nella versione in questione, dipendeva dalla buona vista dell'equipaggio. Fino alla fine della guerra la tecnologia dei radar aeroportati russi rimase rudimentale. (Ho le decal per un A-20 russo con radar Gnejs-3, e un giorno mi deciderò a montarlo, ma questa è un'altra storia)

In ogni caso i Boston così modificati non erano destinati ad uno scontro - che sarebbe stato impari - con gli Uhu, ma all'intercettazione dei bombardieri tedeschi, per cui le nostre sono speculazioni che lasciano il tempo che trovano... :)

Link to comment
Share on other sites

Tu dici? Dal momento che la Schrage Musik era fissa verso l'avanti, e anche il brandeggio delle ShVAK/ShKAS era limitato, il fattore determinante secondo me era "chi si metteva in coda a chi". Un vantaggio sicuramente il tedesco ce l'aveva, dato dalla copertura radar del settore posteriore che gli permetteva di sapere se aveva compagnia, mentre il russo, almeno nella versione in questione, dipendeva dalla buona vista dell'equipaggio. Fino alla fine della guerra la tecnologia dei radar aeroportati russi rimase rudimentale. (Ho le decal per un A-20 russo con radar Gnejs-3, e un giorno mi deciderò a montarlo, ma questa è un'altra storia)

In ogni caso i Boston così modificati non erano destinati ad uno scontro - che sarebbe stato impari - con gli Uhu, ma all'intercettazione dei bombardieri tedeschi, per cui le nostre sono speculazioni che lasciano il tempo che trovano... :)

 

Si ma tale era l'efficacia del sistema tedesco che alcuni equipaggi inglesi credettero di essere abbattuti dalla contraerea e non dai caccia notturni krukki! ;)

 

P.S. L'impotetico scontro era da me proposto, nei confronti di un bomber avversario e non fra i due contendenti.

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Grazie ragazzi per per i commenti....

Doppio post unificato.

Bellissimo! E' ancora perfetto sembra fatto ieri, complimenti Cloniglio.Visto che realizzi queste opere d'arte e anche le teche per proteggerle sei un modellista a 360 gradi! A questo punto non mi stupirei se tu ti fossi cimentato anche nella realizzazione di mezzi di terra e mare.Geniale, non lo sapevo. Fu una soluzione efficace? Era l'unico velivolo con questa predispozione o ve ne erano altri?
Ho fatto qualche carro anni fa...navi nessuna, però diverse tavole da windsurf
Link to comment
Share on other sites

Guest iscandar
Accidenti ragazzi, notavo la qualità eccelsa delle vostre realizzazioni, ma ignoravo del tutto il fatto che siano state pubblicate sulle riviste specializzate! :drool:

 

 

Blue, qui, più vedo questi modelli più mi passa la voglia di fare un modello in plastica, mi sa che li farò di carta... :D

Edited by iscandar
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...