Jump to content

il DDL ORSI


Leviathan
 Share

Recommended Posts

dove aver smantellato stato sociale, scuola, giustizia e prossimamente lo stato di diritto, il "buon governo" se la prende anche con la natura.

 

 

IL DISEGNO DI LEGGE A FIRMA DEL SEN. FRANCO ORSI:

 

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/fr...=si&toc=no

 

http://www.senato.it/documenti/repositor...er_067.pdf

 

Attualmente il DDL è in corso di esame in 13^ Commissione Territorio, Ambiente e Beni Ambientali (esame in comitato ristretto).

http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/D.&..../30756.htm

 

La 13^ Commissione:

http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/C...-00013.htm

 

LE POSIZIONI:

 

Cosa dicono LAC, LIPU e WWF

http://www.tutelafauna.it/News/Vigilanza..._caccia.kl

 

Cosa dice il PD

http://www.tutelafauna.it/News/Vigilanza...e_il_PD.kl

 

ecco un estratto delle novità:

- Sparisce l'interesse della comunità nazionale e internazionale per la tutela della fauna.

L'Italia ha un patrimonio indisponibile, che è quello degli animali selvatici, alla cui tutela non è più interessato!

 

- Scompare la definizione di specie superprotette. Animali come il Lupo, l'Orso, le aquile, i fenicotteri, i cigni, le cicogne e tanti altri, in Italia non godranno più delle particolari protezioni previste dalla normativa comunitaria e internazionale.

 

- Si apre la caccia lungo le rotte di migrazione....

 

- Totale liberalizzazione dei richiami vivi!...Sarà possibile detenerne e utilizzarne un numero illimitato....Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi...

 

- 700 mila imbalsamatori. I cacciatori diventeranno automaticamente tassidermisti, senza dover rispettare alcuna procedura. Animali uccisi e imbalsamati senza regole.

Quanti bracconieri entreranno in azione per catturare illegalmente animali

selvatici e imbalsamarli?

 

- Mortificata la ricerca scientifica. L’Autorità scientifica di riferimento per lo Stato (l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, oggi ISPRA) rischia di essere completamente sostituta da istituti regionali.....

 

- Si apre la caccia nei parchi a specie non cacciabili... matto

 

- Saranno punite le regioni che proteggono oltre il 30% del territorio regionale!

Norma offensiva! Chi protegge "troppa" natura sarà punito.... matto sad6

 

- Licenza di caccia a 16 anni.

Invece che educare i ragazzi al rispetto, ecco a voi i fucili! chiri

 

- Liberalizzato lo sterminio di lupi, orsi, cervi, cani e gatti vaganti eccetera!

Un articolo incredibile, che dà a i sindaci poteri di autorizzare interventi di abbattimenti ...

 

- Leggi regionali per cacciare specie non cacciabili....Il senatore Orsi regalerà a Veneto e Lombardia, ovvero agli ultrà della caccia, la possibilità di continuare a cacciare specie non cacciabili, e di farlo con leggi regionali. E le multe europee le pagheremo noi! bad

 

- Caccia con neve e ghiaccio.....cioè in momenti di grandi difficoltà per gli animali a reperire cibo, rifugio, calore.

 

- Ritorno all’utilizzo degli uccelli come zimbelli!.... Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca! chiri

 

- Ridotta la vigilanza venatoria.

Le guardie ecologiche e zoofile non potranno più svolgere vigilanza! ...

 

Cosa gli rimane ancora da sfasciare?

 

EDIT

i link del senato ora non funzionano ma stamattina andavano tutti.

Spero sia un malfunzionamento provvisorio

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

L'unica cosa che condivido è questa

 

- Licenza di caccia a 16 anni.

Invece che educare i ragazzi al rispetto, ecco a voi i fucili! chiri

 

anche perchè sono assolutamente favorevole alla caccia, però ovviamente le limitazioni devono rimanere (inoltre nutro un odio profondo per i cacciatori di penna, la maggior parte dei quali sono una specie di rambo sparatutto)

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Io sono un cacciatore, quindi non parliamo male della mia categoria, per favore, se non, appunto, dei cacciatori di uccelli (intesi come fagiani, quaglie, eccetera), la stragrande maggioranza dei quali va a caccia come andasse in pattuglia nella giungla: uno stormir di foglie e sparano. Fenomeno quasi assente negli USA, peraltro, dove sono solito dedicarmi all'attività venatoria se non altro per motivi gastronomici (l'alce è ottima, ogni volta che ne vedo una non posso evitare di pensarla in tavola, trasformata in prosciutti e bistecche fumanti), forse proprio per una maggiore "precocità" nell'apprendimento dell'uso delle armi.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

LPispola su posatoio (LAV), da notare le piccolissime dimensionie associazioni ambientaliste riunite protestano e respingono con fermezza il testo del relatore Franco Orsi (PdL) che al Senato ha unificato i disegni di riforma della legge 157/92, unica legge italiana per la tutela della fauna e che disciplina anche la caccia. Amici della Terra, Fare Verde, Legambiente, Lipu e WWF sottolineano come la proposta assemblata dal senatore Orsi rappresenti, più che una riforma della legge 157/92, una lunga lista di illegittimità costituzionali, infrazioni alla normativa comunitaria e concessioni a bracconieri e ultrà della doppietta, per un risultato finale irricevibile e irrazionale.

 

“Come spiegare infatti - dicono le associazioni in una nota congiunta - la cancellazione dell’interesse nazionale per la tutela degli animali selvatici, quando la Costituzione dice che la fauna, in quanto parte essenziale dell’ecosistema, deve essere tutelata dallo Stato? Come spiegare la possibilità che in autonomia i sindaci possano autorizzare lo sterminio di lupi, orsi e ogni altra specie superprotetta dalle normative internazionali? E cosa dire della drastica riduzione della vigilanza venatoria laddove le direttive comunitarie chiedono maggiori controlli e sanzioni, specie in Paesi ad alto tasso di bracconaggio come purtroppo l’Italia?”

 

“Per non parlare della caccia a 16 anni, della liberalizzazione della cattura di uccelli selvatici per l’uso come richiami vivi, della caccia in presenza di neve e ghiaccio, nei parchi e nelle aree incendiate. Ciò, senza considerare le ricadute di ordine sociale, culturale e di sicurezza di molti passaggi del testo, tra cui l’utilizzo degli animali selvatici come zimbello, legati per le ali e il corpo, la deregulation delle attività di imbalsamazione e forse anche (come sembra da alcuni passaggi) possibili attività di caccia senza licenza in aree private”.

 

“Completamente disatteso invece il documento e i contenuti che il Tavolo delle parti sociali aveva sottoposto all’attenzione del relatore, nonostante le 11 organizzazioni che lo compongono avessero unitariamente indicato i temi veri in base ai quali migliorare la già buona legge italiana: gli strumenti della governance, la ricerca scientifica, la tutela della biodiversità, il rapporto con l’agricoltura, la lotta alle illegalità”. “Non è bastata la disastrosa esperienza della legislatura 2001-06, quando fu l’onorevole Onnis a tentare senza successo, fermato dallo stesso Presidente Berlusconi, la riproposizione di caccia selvaggia. Non sono bastate le proteste dei cittadini inorriditi per quel becero tentativo, né le ripetute procedure d’infrazione piovute sull’Italia in materia di caccia. Il senatore Orsi sembra voler riproporre gli stessi errori e orrori del recente passato, visto che la direzione intrapresa è diametralmente opposta alle esigenze del Paese, in un campo non certo marginale quale la tutela della natura e il suo rapporto con l’agricoltura e la caccia”.

 

“Doppio errore, quello del senatore Orsi: da un lato bruciare una ottima occasione per verificare e migliorare la normativa italiana potenzialmente supportato da tutte le parti sociali; dall’altro ridare corpo a quello che, a questo punto, rischia di configurarsi come un ennesimo conflitto tra le parti sociali di cui ne sarà pesantemente responsabile. Conflitto del quale in momenti così difficili dal punto di vista sociale, culturale, ambientale ed economico davvero non se ne sente alcun bisogno”. “Se il senatore Orsi avesse a cuore di migliorare la norma, ha ancora una chance: ritirare subito questa pessima proposta e aprire davvero, senza finzioni come avvenuto finora, il dialogo con il Tavolo delle parti sociali.”

 

http://www.wwf.it/client/ricerca.aspx?root...9&content=1

 

la regressione continua

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...