Vai al contenuto

1816

Membri
  • Numero messaggi

    20
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione

0

Che riguarda 1816

  • Rango
    Recluta

Contact Methods

  • Sito Web
    http://
  1. 1816

    Ufficiale: nel 2007 i primi Pak-Fa

    video primo volo foto tratta da video
  2. 1816

    Politica - Topic Ufficiale

    Secondo alcune indiscrezioni, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, avrebbe chiamato le cancellerie europee per spiegare che quella dell'esponente del Pd «è una candidatura forte» da: Corriere
  3. A me non dispiace affatto che il "nonnino" vada a zoccole, anzi mi da speranze per il futuro... ma ce la dasse a tutti questa possibilità! Per il resto quoto il post di madmike. Spero che questa ennesima polemica aiuti a far emergere la nuova leadership nel centrodestra visto che personalità meritevoli, dotate di capacità e di dati anagrafici più freschi ce ne sono.
  4. 1816

    Abbattuto elicottero Mil Mi-26 moldavo in Afghanistan

    A me sembra una polemica inutile, specie se fatta nella sezione notizie... notizia diretta ITAR-TASS
  5. La Marina Usa ha annunciato lo schieramento di due cacciatorpediniere al largo del Giappone in vista del lancio si un missile-satellite annunciato dalla Corea del nord. Le due unita', la Uss McCain e la Uss Chafee, sono munite di tecnologia Aegis in grado di intercettare e distruggere missili. Sono partite da Sasebo, un porto nel Giappone sud-occidentale dove resta attraccato un terzo cacciatorpediniere, il Curtis Wilbur. "Direi che siamo pronti a ogni evenienza", ha affermato un portavoce della Marina Usa. NOTIZIA RAINEWS 24
  6. 1816

    Forze aeree russe - discussione ufficiale

    1/3 dei caccia russi, 200 MIG-29, non sono in condizioni di volo riporto uno stralcio ella notizia Il Ministero della Difesa russo ha riconosciuto per la prima volta che circa 200 dei suoi caccia MIG-29, approssimativamente un terzo del parco macchine disponibili nel paese, non sarebbero in condizioni di volo, e certamente non sono in condizione di portare a termine missioni di combattimento. La notizia è stata pubblicata oggi sul quotidiano Kommersant. LINK ALLA NOTIZIA Non ho potuto verificare nel sito del Kommersant, se qualcuno capisce il russo magari lo può fare... Altro che Pak-Fa, sembra abbiano problemi più urgenti da risolvere...
  7. 1816

    Ufficiale: nel 2007 i primi Pak-Fa

    Sembra ci siano ulteriori ritardi... Russia's next-generation warplane scheduled for maiden flight in 2009 ■ ASTRAKHAN (RIA Novosti) - Russia's first fifth-generation warplane will make its maiden flight before the end of this year, the deputy prime minister in charge of arms procurement said on Wednesday. "We expect the plane to take to the skies no later than the end of this year," Sergei Ivanov told a news conference after a meeting of the Military-Industrial Commission. Russia's advanced multirole fighter is being developed by Sukhoi, which is part of Russia's United Aircraft Corporation (UAC), along with India's Hindustan Aeronautics Limited (HAL), under a preliminary intergovernmental agreement signed in October 2007. Ivanov said the plant had almost completed the construction of a first prototype of the fifth-generation fighter, but it will undergo only durability tests on the ground at a research facility in Zhukovsky near Moscow. However, a second prototype will be built and will take to the skies by the end of this year, he said. link alla notizia
  8. 1816

    Aerei Italiani in Afghanistan

    (ANSA) - GHEDI (BRESCIA), 24 NOV - Sono decollati i quattro cacciabombardieri Tornado che verranno impiegati in Afghanistan con compiti di ricognizione. I velivoli si sono alzati da una delle piste del sesto stormo a Ghedi. Sono dotati di una nuova apparecchiatura, un 'Pod' da ricognizione che consente fotografie con il sistema digitale. Saranno dotati solo d'armamento di autodifesa. Gli aerei saranno di stanza nell'aeroporto di Mazar-e Sharif, circa 500 chilometri a nord est di Herat. LINK ANSA
  9. 1816

    GEORGIA - Topic Ufficiale

    Posto questo articolo di Giovanni Sartori (qui il Link) che anche se è un'analisi generale nella seconda parte affronta i rapporti USA-RUSSIA e sfiora le tensioni in Georgia. DALL'ALITALIA A PUTIN La scomparsa del buon senso di Giovanni Sartori Quel «buon senso» che fa dire e fare «cose sensate» è oramai un caro estinto soppiantato dall'insensato, dall'insensatezza e dal «dementismo » (ahimè, una demenza giovanile assai più che senile). Chi ha ucciso il buon senso? E perché? Lo dirò man mano. Intanto illustriamo il problema con due casi esemplari di insensatezza: nel nostro piccolo, il lungamente perseguito e pressoché riuscito suicidio dell'Alitalia; e, nel più grande mondo circostante, il crescente, e anch'esso insensato, «rigelo » nei rapporti tra Washington e Mosca. Quella dell'Alitalia era una morte preannunziata — e anche più che meritata — da almeno un decennio. Né sarebbe stato un suicidio inedito. Negli Stati Uniti la Twa (Trans World Airlines) è stata uccisa proprio dal suo personale di volo; e fu anche fatta tranquillamente fallire, come si fa nei Paesi seri. In Europa, e più di recente, alcune rispettabili compagnie di bandiera, come la Swissair e la Sabena, sono come qualmente passate in altre mani. Anche la Svizzera avrebbe avuto come noi l'alibi del turismo; ma che io sappia nessuno l'ha invocato e i turisti, mi dicono, ci sono ancora. Allora, chi ha messo in testa ai nostri piloti e alle vociferose hostess che ancora l'altro giorno esultavano gridando «meglio falliti che in mano ai banditi » (leggi: Colaninno) che Alitalia era una vacca sacra, una voragine mangiasoldi che però nessuno avrebbe osato toccare? Forse nessuno. Forse tra le nostre aquile e aquilette «selvagge» non ci sono più teste in grado di usare la testa. Certo è che fino alla ventitreesima ora dell'ultimo giorno chi ha pensato (male) per tutti è stata la casta dei piloti, l'Anpac; ben assistita, si intende, dalla Cgil e altri protettori politici. E ancor più certo è che il buon senso avrebbe affrontato e risolto il caso Alitalia da gran tempo. Se, appunto, il buonsenso esistesse ancora. L'altro caso, dicevo, è quello del deterioramento dei rapporti tra Stati Uniti e Russia. Era inevitabile? No. A mio avviso era evitabile e assolutamente da evitare. E la colpa di chi è? Per Salomone sarebbe stata per metà di Bush e per metà di Putin. Per il grosso degli occidentali è soprattutto di Putin. Per i meno, che mi includono, la colpa è invece soprattutto di Bush e dell'«ideologismo democratico» che oggi imperversa incorporato nell'altrettanto imperversante contesto del politicamente corretto. Sia chiaro: la teoria della democrazia liberale non è, in quanto tale, un'ideologia, visto che è una teoria che ha funzionato in pratica, che si è realizzata nel mondo reale, mentre le ideologie sono (come le utopie che le hanno precedute) teorie senza pratica che clamorosamente falliscono nell'attuazione (vedi per tutti l'Urss), e che sopravvivono come fedi, come un pensiero che nessuno ripensa più, come un ex pensiero fossilizzato. Dunque la teoria della democrazia è una cosa, e l'ideologismo democratico che è esploso nel '68 e che ne proviene, è tutt'altra cosa. La prima ha fatto le democrazie, la seconda semmai le disfa. Ciò premesso, oggi l'urgenza è di stabilire e ristabilire senza paraocchi ideologici la realtà dei fatti, la realtà della «forza delle cose». E il fatto è che il mondo nel quale stiamo vivendo è il mondo più pericoloso nel quale l'uomo sia mai vissuto. In parte perché stanno proliferando armi di distruzione di massa che ci potrebbero sterminare tutti; e in parte perché la dissennata crescita della popolazione (che il buon senso anche a questo effetto avrebbe dovuto impedire) ha innescato una sequela di altre crisi: dell'acqua che manca, del clima, delle risorse energetiche. E quest'ultima è la crisi più esplosiva del momento, visto che sta ridisegnando la mappa del potere mondiale tra chi dispone di petrolio e di gas e chi no. Gli Stati Uniti di petrolio ne hanno poco, l'Europa quasi punto. Invece la Russia ne ha. Ne hanno anche, si sa, il Venezuela, la Nigeria, l'Iran e alcuni Stati arabi del Medio Oriente; ma sono tutti Stati o traballanti o ostili e infidi. Il buon senso suggerisce, allora, che la Russia di Putin è, per l'Occidente, un alleato indispensabile. Se Putin venisse indispettito oltre misura, potrebbe chiudere i suoi rubinetti e l'Europa sarebbe in ginocchio in due mesi, gli Stati Uniti in gravi difficoltà entro sei. Eppure il presidente Bush sta facendo di tutto per indispettirlo. È lui che per primo ha violato le intese indebitamente consentendo l'indipendenza del Kosovo; è lui che si propone di avvicinare i suoi missili intercettori ai confini della Russia, è lui che vuole incorporare nella Nato i Paesi dell'Europa orientale, è infine lui che sotto sotto ha incoraggiato la Georgia a sfidare Putin. Insomma Bush si comporta come se lui fosse il gatto e Putin il topo. L'acume di Bush mi è sempre sfuggito. Ma quando ho conosciuto Condoleezza Rice in panni accademici, lei era davvero intelligente (a detta di tutti). Pertanto quando una decina di giorni fa ha dichiarato che la crisi del Caucaso lascia la Russia «isolata e irrilevante» sono restato di stucco. Possibile che il potere logori anche l'intelligenza delle donne? Davvero gli Stati Uniti credono di poter condizionare Putin con rappresaglie finanziarie e bloccandone l'ingresso nell'Ocse e nel Wto? Eccezion fatta per il formidabile potere deterrente del suo arsenale atomico, a tutti gli altri effetti gli Stati Uniti sono oramai, al cospetto della Russia (e anche della Cina) una tigre di carta. E questa è la realtà. Beninteso io rispetto e mi sento anche debitore dello zelo missionario degli americani atteso a promuovere la democrazia nel mondo. Ma sono spaventato da uno zelo missionario che cade in mano a un «ideologismo democratico» di marca Sessantottina che, appunto, stravolge ogni buon senso. 03 ottobre 2008
  10. 1816

    News sulle tensioni Russia - Georgia

    Altre News 2008-08-08 16:08 Armata russa verso capitale Ossezia Presidente georgiano chiede intervento Usa (ANSA) -MOSCA, 8 AGO- Per il ministero della difesa di Mosca divisioni della 58.ma armata russa sono in Ossezia e hanno quasi raggiunto la capitale Tskhinvali. La divisione e' quella di stanza nel Caucaso del nord, ed e' stata protagonista della guerra in Cecenia. Per il presidente georgiano Saakashvili si tratta di 'un'aggressione', che 'non puo' restare impunita'. Saakashvili ha chiesto in un'intervista alla Cnn l'intervento Usa, ma dalla Casa Bianca ancora nessuna reazione. 2008-08-08 16:37 Ossezia Sud: morti 10 militari russi Mosca denuncia 'inizio pulizia etnica' (ANSA) - MOSCA, 8 AGO - Per Mosca sono 'oltre dieci' i militari russi morti nell'attacco georgiano all'Ossezia del sud, dove sarebbe iniziata la pulizia etnica. I soldati facevano parte della forza di interposizione, e ci sarebbero anche 30 feriti. Secondo il colonnello Igor Konashenkov, i militari georgiani non permettono di portare i feriti negli ospedali. Intanto a Mosca manifestazioni contro la Georgia: piu' di 70 persone, tra cui molti esuli, hanno chiesto l'intervento militare russo.
  11. 1816

    News sulle tensioni Russia - Georgia

    Altre News
  12. 1816

    Russia

    quoto La Russia pian piano (molto piano) ritorna ad occupare quel ruolo che aveva e che le compete nell'equilibrio generale. :rotfl: (scusate avevo fretta)
  13. 1816

    Russia

    Notiziola sui "vecchi" bombardieri.... ci mancava anche questa... Bombardieri Russi a Cuba....da rainews24
  14. 1816

    F-16 sopra casa mia

    In questi giorni dovrebbe esserci qualche esercitazione, nella mia zona Treviso ne sento e vedo passare spesso F16 al posto dei soliti AMX... Prima ne ho avvistato uno che volava in direzione est, non so dirvi se italiano o no...
  15. mi pare inutile aprire un nuovo topic per una notizia dello stesso tono.... CORRIERE DELLA SERA
×