Jump to content

Il peace-enforcing a Castel Volturno?


Rick86
 Share

Recommended Posts

Copio la conclusione di un editoriale del Riformista (QUA)

 

"Si sta riproponendo in questa vicenda l'ipocrisia che caratterizza, troppo spesso, la percezione delle missioni militari dell'Italia all'estero. Usati nelle grandi città i soldati svolgono funzioni di peace-keeping, per prevenire il disordine pubblico. Ma se li si usa in territori dove già c'è la guerra, come nel casertano, allora vuol dire che si paventano scenari da peace-enforcing, in cui non si deve preservare l'ordine ma imporlo con la forza. Se così fosse, se questa è la deriva in cui si sta avviando il governo, allora si che saremmo di fronte ad uno scenario sud-americano, che abbiamo tutti il dovere di evitare e rifiutare. "

 

Tesi interessante, ma conclusione sbagliata. Voi che ne dite?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...