Jump to content

Wildcat F4F-4 scala 1/48


colombo37
 Share

Recommended Posts

Visto che sono ormai mesi che su questo sito non si vedono più nuove realizzazioni di modelli, cerco di colmare la lacuna, però mi sento l'ultimo dei Mohicani!

Avevo iniziato il modello in oggetto verso la fine del 2014 partendo da una scatola HobbyBoss (tra l'altro niente male, visto anche il prezzo molto basso), ma purtroppo ho fatto una boiata in fase finale, utilizzando per l'opacizzazione una vernice inadatta che mi ha costretto a gettare l'aereo praticamente finito. Ho quindi ripreso il lavoro, questa volta da scatola Tamiya, essendo la precedente esaurita presso il mio fornitore abituale. Naturalmente niente da obbiettare sulla qualità Tamiya, unica nota i rivetti un pò troppo sporgenti, ma si tratta di un peccato veniale.

Per la finitura ho scelto la livrea dell'aereo appartenente allo squadron VMF-221 dei Marines, pilotato dal tenente Jim Sweet nel teatro di Guadalcanal, all'inizio del 1943.

Allego qualche foto (ci sono anche nella Gallery), in attesa delle richieste critiche. Saluti a tutti

 

med_gallery_4524_174_50758.jpgmed_gallery_4524_174_31354.jpgmed_gallery_4524_174_104499.jpgmed_gallery_4524_174_3538.jpgmed_gallery_4524_174_18768.jpg

Link to comment
Share on other sites

ciao concordo con l'amico sulla "troppa pulizia",e "lapsus"la base tuttora esistente è Henderson Field tuttora aeroporto internazionale,per i problemi con il kit precedente bastava sverniciarlo,per il resto un bel modello,unica nota facilmente risolvibile riduci la parte gialla delle pale dell'elica che era circa la metà.marco

Link to comment
Share on other sites

ciao concordo con l'amico sulla "troppa pulizi,,per i problemi con il kit precedente bastava sverniciarlo,per il resto un bel modello,unica nota facilmente risolvibile riduci la parte gialla delle pale dell'elica che era circa la metà.marco

 

In effetti è comprensibile che il terreno fangoso e la concitazione delle continue incursioni non abbiano lasciato molto tempo per la manutenzione e pulizia. Però il mio problema, dovuto a scarsa esperienza, è centrare il giusto effetto delle sporcature, senza esagerazioni difficili poi da togliere. Come avrete visto, mi sono limitato a qualche segno di scrostatura fatto con un pennarello sottile color argento e un'ombreggiatura scura in corrispondenza delle armi alari e degli scarichi del motore. Concordo che del fango sulle ruote sarebbe necessario. Qualche ulteriore consiglio? Grazie

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
  • 2 weeks later...

Scusa il ritardo nella risposta, ma d'estate sono in un villaggio montano in cui internet appare solo con l'aiuto di esorcismi complicatissimi.

Per i collegamenti di antenna uso filo da pesca da 0,06 mm, incollato alla struttura con superAttack. Essendo il filo trasparente, lo scurisco con un lavaggio nero. Probabilmente esistono sistemi più comodi, comunque quello descritto funziona.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Se voglio un caccia americano credo proprio di stare su Tamiya.

Un altro kit in stile Eduard sarebbe da suicidio :wip41:

Non so perchè ma gli aerei Americani 2'G.M. non mi attraggono come i Tedeschi, Inglesi o Italiani.

Come incastri il F4F-4 di Tamiya è ottimo giusto ?

Complimenti ancora Colombo37 , sarà il mio primo caccia Stelle-Strisce che farò

 

Link to comment
Share on other sites

In effetti si tratta di un kit Tamiya. La storia di questo modello è dolorosa! La mia collezione (modesta) riguarda gli aerei da caccia del primo periodo della seconda guerra mondiale (1939-42). Per rimanere in tema avevo scelto di fare il Wildcat F4F-3, di cui esiste la scatola della Hobby Boss. Purtroppo quando sono andato a comperarlo dal mio fornitore abituale era esaurito, e, avendo la solita fretta del modellista, ho optato per lo F4F-4, sempre della Hobby Boss, pensando che tutto sommato lo F4F-4 era apparso proprio verso la metà del '42. Fatto il modello, che non era poi male, ho cannato la verniciatura opaca finale, rovinando completamente il tutto. Qualche imprecazione, ma non mi sono demoralizzato; ho buttato il tutto, ho ricomperato la scatola (questa volta Tamiya) e ho ricostruito il modello, quello che compare nelle foto. Il mio parere è che anche la scatola Hobby Boss non sia male, inoltre ha qualche particolare che manca nella Tamiya, presenta i rivetti in negativo e costa sostanzialmente meno. Certo gli incastri Tamiya sono eccezionali, praticamente non occorre stucco, ma, ripeto, anche la Hobby Boss si lascia costruire senza eccessivi problemi.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...