Jump to content
Sign in to follow this  
colombo37

Me 109 E7 da kit Tamiya

Recommended Posts

Salutoni a tutti! Dopo la fine assemblaggio del "mostro" He111 in scala 1/32 (avuto in regalo) ho deciso di continuare l'attività con un esemplare più maneggevole in scala 1/48. Qualcuno dirà che la scelta effettuata è banale, chissà in quanti si sono già cimentati con il 109, comunque meglio stare sullo storico conosciuto. La costruzione è in stadio abbastanza avanzato, ho finito il cockpit e ho montato la fusoliera, ora sto lavorando sulle ali. Non sono ancora in grado di inserire fotografie perchè non ne ho di decenti, essendo la mia abilità come fotografo inferiore a quella come modellista, il che è tutto dire. Anche qui ho pagato per inesperienza; cercavo il kit della Eduard, ma non era disponibile, per cui ho scelto la scatola Tamiya più le fotoincisioni e il motore DB601 comperato a parte, con l'idea di tagliare il simulacro di motore della scatola (in pratica solo un parallelepipedo) e inserire il motore dettagliato. Illusione! il motore risulta molto più voluminoso dello spazio disponibile, per cui taglia quì e gratta là alla fine più del 60% dei dettagli è sparito. Inoltre ho cercato di costruire le spalle di supporto del motore tagliandole da plasticard, ma il risultato lo considero appena passabile. Peccato, perchè la scatola Eduard riportava il tutto con un dettaglio che, dalle foto, sembra veramente buono. Ora proseguirò il montaggio che non presenta ulteriori difficoltà; per la finitura penso di stare su un esemplare del JG26 con il muso giallo, e sarei grato a chi volesse darmi indicazioni sui relativi colori. Le istruzioni Tamiya indicano per le superfici superiori grigio/violetto e verde scuro, le superfici inferiori azzurre, più macchie in verde sui lati della fusoliera, ma quali colori utizzare in pratica? Per il modello precedente ho usaro i colori Tamiya e mi sono trovato bene. Grazie anticipate per i consigli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Me-109E. Versione E-7 inizia a comparire sul fronte occidentale nell'agosto 1940. Caratteristica principale: serbatoio ventrale da 300 litri (per non ammarare più nella Manica a secco di combustibile una volta scaduti i 45 minuti garantiti con il solo combustibile interno).

Proprio nell'agosto del 1940 il Reichsluftfahrtministerium (RLM) cambia la colorazione standard dei caccia. Tale cambiamento però rimase privo di omogeneità sui vari aerei e nelle varie unità, per cui le eccezioni furono più della regola, comunque:

Superfici superiori: "splinters" in RLM 74 e 75.

Fianchi e ventre del caccia in 76. Sui fianchi le chiazze potevano essere nei colori più disparati, perchè spesso venivano fatte sul campo.

 

JG-26: fianchi con fondo in 65 come nella vecchia colorazione 1939 (quindi 65 al posto del 76), niente chiazze. Muso e coda gialli in vario modo (parte o tutto il muso, solo la deriva o tutto il timone ...). Linea di demarcazione tra la colorazione superiore e quella inferiore in alto, a livello del tettuccio.

 

Quindi, Me-109E-7 JG-26, 1940:

Superfici superiori: splinter in 74 e 75. Rispettivamente: Federal Standard 36081 e 36132.

Superfici inferiori e fianchi in 65, Fs. 35526. Niente chiazze.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

l'amico Vultur mi sembra ti abbia dato ottime indiczioni sulla mimetica, per quanto mi riguarda ti suggerisco i colori Aqueous Hobby Color della Gunze nella cui gamma trovi tutti gli equivalenti agli RLM della Luftwaffe.

Buon lavoro

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

l'amico Vultur mi sembra ti abbia dato ottime indiczioni sulla mimetica, per quanto mi riguarda ti suggerisco i colori Aqueous Hobby Color della Gunze nella cui gamma trovi tutti gli equivalenti agli RLM della Luftwaffe.

Buon lavoro

Alberto

Grazie delle indicazioni, molto utili. Per il reperimento delle vernici di colore giusto ho individuato gli equivalenti Gunze, anche se questa marca non è di facilissima reperibilità a Milano città; dovrò andare a prenderle a Rozzano, esattamente dalla parte opposta di dove abito io, comunque nessun problema grave. Ho invece avuto qualche esitazione riguardo la soluzione da me scelta che, per l'unità E7 del JG26 "12 bianco" danno una mimetica in fusoliera a chiazze irregolari grigio-verdi, in contrasto con le indicazioni dell'amico Vultur che sottolinea la mancanza di mimetizzazioni a chiazze. Ho però trovato un libro sul 109, dove, guarda caso, compare una fotografia (presa sull'aeroporto di Gela) proprio del J26 "12 bianco" pilotato dall'Oblt. Munchenberg. Dalla fotografia si evince chiaramente che le chiazze in fusoliera c'erano. E' probabile che siano state applicate sul campo. Il periodo è intorno a Febbraio-Marzo 1941, l'aereo era impegnato nei cieli di Malta. Sceglierò questa soluzione che mi permette di utilizzare le decals contenute nella scatola. Prossimamente inserirò le foto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

il signore di Rozzano, se é quello che penso io, é specializzato per spedizioni in tutto il mondo, se non vuoi attraversare Milano.

Per quanto riguarda la mimetica del tuo "12 Bianco", non sono in grado al momento di aiutarti, perchè la mia documentazione è soprattutto sul G e sull'F.

Però conosco un sito inserito in Facebook di appassionati siciliani e, parlando di Gela, é probabile che sappiano qualcosa di interessante.

Ti farò sapere.

Alberto

Edited by alberto49

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie delle indicazioni, molto utili. Per il reperimento delle vernici di colore giusto ho individuato gli equivalenti Gunze, anche se questa marca non è di facilissima reperibilità a Milano città; dovrò andare a prenderle a Rozzano, esattamente dalla parte opposta di dove abito io, comunque nessun problema grave. Ho invece avuto qualche esitazione riguardo la soluzione da me scelta che, per l'unità E7 del JG26 "12 bianco" danno una mimetica in fusoliera a chiazze irregolari grigio-verdi, in contrasto con le indicazioni dell'amico Vultur che sottolinea la mancanza di mimetizzazioni a chiazze. Ho però trovato un libro sul 109, dove, guarda caso, compare una fotografia (presa sull'aeroporto di Gela) proprio del J26 "12 bianco" pilotato dall'Oblt. Munchenberg. Dalla fotografia si evince chiaramente che le chiazze in fusoliera c'erano. E' probabile che siano state applicate sul campo. Il periodo è intorno a Febbraio-Marzo 1941, l'aereo era impegnato nei cieli di Malta. Sceglierò questa soluzione che mi permette di utilizzare le decals contenute nella scatola. Prossimamente inserirò le foto.

 

Aspetta!

Io mi riferivo al fronte occidentale, quindi sulla Manica. Le chiazze come ho scritto potevano essere dei colori più disparati, o addirittura bicolori o tricolori se non c'erano abbastanza vernici sul campo. Cioè chiazze di colori differenti sullo stesso aereo (che forse sono pure più belle, ma in 1/48 non so se rendono, dovresti provare sull'1/1 prima).

Chiazze:

RLM: 02 (34226); 70 (34052); 71 (34079); 74 (36081); 75 (36132). O un misto tra questi.

 

Aerei sul fronte mediterraneo e in Afrika:

Superfici superiori in sabbia RLM 79 (30219), con chiazze in Fs. 30118, o in 34052 o un misto tra questi. Fascia in fusoliera e varie combinazioni di muso, deriva ed estremità alari in bianco opaco.

Superfici inferiori in RLM 78 (35414).

Tu lo vuoi Jabo o solo caccia?

Il tuo esemplare E-7 ha il coprimozzo dell'elica chiuso con tappo conico sulla bocca del cannone?

 

Me-109 (Bf-109)-E4, JG-27 (credo), sul deserto della Cirenaica.

 

bf109ak.jpg

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco alcune foto del "12 Bianco", per gentile concessione (almeno spero) del Gruppo Storico Rievocativo Trapanese.

 

BF109E7weiss12c-vi.jpg

BF109E7weiss12e-vi.jpg

BF109E7weiss12h-vi.jpg

BF109E7weiss12-vi.jpg

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' come pensavo: il 12 bianco ha la bocca del cannone chiusa da un tappo conico bianco. Mantiene solo le due Mg-17 nel muso e i due potenti 20 mm MGFF alari.

 

L'ultima foto ritrae l'aereo con il suo pilota: il maggiore Joachim Munchenberg (in italiano si chiamerebbe Gioacchino Colledelmonaco, secondo me un bel nome). Appartenente al 26° stormo, 3° gruppo, 7° staffel.

Morì in Tunisia nel 1943.

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Joachim_M%C3%BCncheberg

 

Le foto dovrebbero essere in Sicilia: l'aereo non ha il filtro antisabbia. Notare la bandierina fissata all'asta del cavo dell'antenna: credo che identificasse l'aereo del comandante di staffel (squadron).

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' come pensavo: il 12 bianco ha la bocca del cannone chiusa da un tappo conico bianco. mantiene solo le due Mg-17 nel muso e i due potenti 20 mm MGFF alari.

 

...

 

 

Non l'avevo notato, ma queste due foto lo confermano, ottimo spunto modellistico!

 

BF109E7weiss12d-vi.jpg

BF109E7weiss12a-vi.jpg

 

Sempre per gentile concessione degli amici trapanesi.

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cuore della 7° staffel era rosso da quel che mi risulta.

Tettuccio squadrato dal Bf109E-4 in poi. protezione corazzata dietro la testa del pilota: dagli E-3 in poi. All'inizio qualcuno la smontava perchè toglieva visibilità, ma dal 1940 la tenevano tutti.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cuore della 7° staffel era rosso da quel che mi risulta.

...

 

Confermo il cuore rosso, almeno per quanto ho letto finora.

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille ragazzi! Ora non dovrei avere più alcun dubbio sui colori e la finitura. Se il risultato sarà appagante vi farò vedere le foto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come avevo promesso, eccomi con le foto del modello finito. Niente di speciale, solo una realizzazione passabile, ma sono solo agli inizi. Una sporcatura (il weathering, all'inglese) sarebbe opportuna, però non avendo esperienza in merito ho paura di rovinare il tutto. La mimetizzazione in fusoliera probabilmente non è proprio conforme allo storico, ma non mi è riuscito niente di meglio. Confesso inoltre che nel cockpit manca il collimatore, che mi è caduto all'interno ed è sparito; pazienza tanto praticamente non lo si vedeva incastrato come è sul pannello strumenti.

Attendo le critiche. Per la prossima realizzazione penso ad uno Spitfire Mk5, ma se ne parlerà dopo le ferie. Saluti a tutti

p1000985d.jpg

p1000982t.jpg

p1000981w.jpg

p1000977l.jpg

p1000980j.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto bel modello. Venuto bene molto reale. Premesso che di modellismo non so fare praticamente nulla e avevo cominciato un Me-410 in 1/48 e ho dovuto fermarmi o buttavo tutto, l'unica cosa che direi è che mi sembra manchi la piastra d'acciaio dietro la testa del pilota, ma comunque era smontabile per cui ... Non sporcare nè invecchiare, appena uscito di fabbrica era di sicuro così. Molto realistico anche il carrello, i contrappesi degli alettoni e le alule Handley-Page sul bordo d'attacco, le quali al suolo e al di sotto di un carta velocità che ora non ricodo erano mantenute aperte dalla loro molla.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×