Jump to content

Heinkel 111P Revell scala 1/32


colombo37
 Share

Recommended Posts

Heinkel 111P Revell scala 1/32

Saluti e auguri a tutti. Pur essendo da sempre un patito dell'aviazione, sono nuovo del forum, anche se ne leggo spesso i contenuti.

Mi sono molto dilettato in gioventù di aeromodellismo sia statico che dinamico, ma poi ho abbandonato per impegni e mancanza di tempo. Essendomi lasciato sfuggire che (ormai in pensione da un pezzo) mi sarebbe piaciuto riprendere la realizzazione di qualche modello, mio figlio mi ha regalato per Natale la scatola di montaggio di cui all'oggetto. Confesso che il contenuto mi ha spaventato, sia per la complessità dei dettagli che per le enormi dimensioni del modello, però la cosa mi acchiappa. In totale ho deciso di accettare la sfida confidando che qualche esperto mi possa dare dei consigli. Per ora, essendo privo di tutto e in particolare dell'aeropenna, comincerò con i dettagli interni che sono colorabili a pennello. Prima domanda: le istruzioni consigliano, naturalmente, l'uso dei colori Revell; ci sono delle controindicazioni? Poi vi chiederò lumi per le tecniche di invecchiamento, ma meglio non correre troppo. Per ora ringrazio anticipatamente chi vorrà aiutarmi in questa, a mio parere, pazza (ma eccitante) avventura.

Claudio Colombo

Edited by colombo37
Link to comment
Share on other sites

Ciao Claudio,

innanzitutto benvenuto nel forum!

Sono anch'io un pensionato che ha ripreso questo hobby proprio al momento di andare in pensione.

Non conosco personalmente il modello in oggetto ma ne ho sentito parlare molto bene sia sulle riviste specializzate che nei forums.

In questi giorni sono via da Milano, ma quando rientro posso postare alcune informazioni sull'assemblaggio del modello presentato su questa rivista

Link

Inoltre, se vai a vedere QUI troverai molte foto dell'aereo vero.

Per quanto riguarda i colori, io personalmente ti consiglio di usare gli acrilici: funzionano perfettamente e sono meno tossici di quelli sintetici, sopratutto se dati ad aeropenna cosa che ovviamente no potrai evitare, viste le dimensioni del modello.

 

Spero di esserti stato d'aiuto

Alberto

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Grazie Alberto, la prossima settimana andrò in un negozio di modellismo in Milano per comperare i primi colori necessari per iniziare il lavoro. Sceglierò i Tamiya, affidandomi al negoziante per le corrispondenze dei colori; d'altro canto, essendo il primo lavoro mi accontenterò anche di una non perfetta corrispondenza delle tinte. Vista la cortesissima disponibilità mi permetterò di disturbarti in caso di problemi o difficoltà. Auguri per il prossimo anno

Claudio

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Ottimo,

se il negoziante é disponibile perfetto, altrimenti io o qualcun altro del forum potrà senz'altro aiutarti con le conversioni da Revell a Tamiya.

Personlmente per lo Stuka che sto realizzando, sto usando colori acrilici a base acquosa della Gunze.

Buon anno

Alaberto

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Benvenuto nel forum Claudio.Sono talmente tanti gli anni che realizzo modelli d'aereo che fatico a ricordare quale fu la mia prima realizzazione? Forse un Hellcat Airfix,chissà.Certo il modello che ti hanno regalato è impegnativo,però provaci come sei capace senza senza come dire voglia di vederlo finito,cercare di fare più delle tue possibilità e poi una volta finito sarai compiaciuto del risultato qualunque esso sia,continuerai.Buon lavoro :okok:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

...

In questi giorni sono via da Milano, ma quando rientro posso postare alcune informazioni sull'assemblaggio del modello presentato su questa rivista

...

 

Ciao,

rieccomi qua.

 

Ho rintracciato il numero di Model Airplane International a cui facevo riferimento, si tratta del numero 76 che contiene un servizio di 10 pagine sul kit e sul suo assemblaggio.

Se ti interessa puoi acquistarlo in versione digitale andando a questo LINK

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Grazie Alberto, molto gentile, anche direttamente in internet ci sono servizi sull'assemblaggio del modello. Comunque sono partito! Il primo lavoro, ormai completato, è stato il montaggio e verniciatura della cabina di pilotaggio. Una caterva di particolari, alcuni microscopici; confesso che due manette (penso siano quelle della regolazione miscela motori) non sono riuscito a montarle, perchè sono talmente piccole che non si riescono ad afferrare nemmeno con le pinzette. Forse un orologiaio ci riuscirebbe, io invece sono riuscito persino a perderne una. Il risultato finale non è certamente paragonabile ai lavori che appaiono sul forum, ma a me sembra accettabile. A questo punto devo iniziare la fusoliera, che è da verniciare anche all'interno e dotata di molti particolari. Purtroppo la fusoliera ha molte finestre trasparenti che sono fissate dall'interno. Domande : 1) dato che alcune finestre sono molto piccole, che colla conviene utilizzare per non rovinare i trasparenti, che oltretutto saranno incastrati in zone sporcate dalla vernice? La cosa è importante perchè i particolari saranno visibili dalle finestre. 2) ammesso di riuscire a montare tutte le finestre senza rovinarle, occorrerà poi mascherarle in fase di verniciatura dell'esterno; quale tecnica conviene adottare? Ringrazio in anticipo chi vorrà darmi dei consigli.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

Ciao,

velocemente ti posso dire questo:

- Per incollare i trasparenti ti suggerisco la colla Contacta Clear della Revell, é specifica e non rovina i trasparenti stessi; ha solo il difetto di essere piuttosto densa e di richiedere un po' di tempo per asciugare.

- Per proteggere i trasparenti durante la verniciatura dell'esterno puoi usare i nastri della Tamiya, che trovi nei negozi di modellismo oppure acquistare un set di mascheratura già pronto, ad esempio

QUESTO

Buon lavoro

Alberto

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Saluti a tutti. Il mio lavoro sta procedendo (con calma!). Ho quasi completato la cabina di pilotaggio, ma mi mancano le cinture dei seggiolini che il negoziante mi ha promesso a breve. Anche la fusoliera è praticamente completa, ma non posso chiuderla finchè non avrò le cinture. Allego le foto della cabina soprattutto per avere commenti e critiche, che saranno molto apprezzate. Grazie a chi vorrà darmi consigli.

Claudio

 

[/img]://imageshack.us/photo/my-images/39/cabina3.jpg/

 

Come si può notare non sono stato in grado di caricare l'immagine. L'informatica non è il mio forte!

Edited by colombo37
Link to comment
Share on other sites

Ecco le foto della cabina di pilotaggio, ma ancora mancanti di alcuni particolari in fotoincisione (cinghie dei seggiolini e poco altro) che attendo dalla Eduard. Mi saranno oltremodo gradite le critiche, devo ancora imparare molto.

 

p1000636y.jpg

Cabina 1

cabina3.jpg

Cabina 2

cabina2.jpg

Cabina 3

 

Gli interni della fiusoliera sono anch'essi finiti e verniciati, ma non posso chiudere i due semigusci fino a quando la cabina non sarà completa e pronta da inserire tra le due metà.

Confesso che ogni tanto mi prende la paura di rovinare tutto in sede verniciatura finale di un modello così grande e impegnativo. Speriamo bene!

Link to comment
Share on other sites

Ottimo lavoro, per essere agli inizi, ed ottime immagini.

Un suggerimento può essere quello di creare un po' di profondità ai dettagli utilizzando un color marrone molto scuro, quasi nero, diluito moltissimo e depositato con un pennellino sottile nelle varie fessure e negli angoli. Dopo pochi minuti, prima che sia completamente asciutto, con un cotton-fioc od un pezzo di scottex, togli il colore in eccesso.

Io uso colori ad olio ma altri usano gli acrilici anche per questo.

Alberto

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Buona giornata a tutti. Sto ancora attendendo le cinture e le fotoincisioni che mi servono per completare la cabina. Come già detto questo mi impedisce, per il momento, di assiemare la fusoliera. Per inciso, il posizionamento a secco dei vari pezzi dimostra una ottima qualità di realizzazione dei componenti. Complimenti alla Revell! L'unica cosa che non mi convince sono le mitragliere MG15 che mi sembrano troppo piccole per la scala 1/32 (sono lunghe 28 mm), sembrerebbero piuttosto in scala 1/48.

Visto che ho tempo per programmare i futuri lavori, pongo agli esperti alcune domande riguardanti la verniciatura finale, che prevedo sarà con lo schema usato dalla Luftwaffe nel 1940.

Secondo alcuni consigli trovati in internet, pare che prima della verniciatura occorerebbe lavare tutte le superfici esterne con acqua e detersivo. E' veramente necessario? Non sarebbe utile anche una mano di primer? In effetti verniciando i particolari a pennello ho notato una certa difficoltà alla stesura uniforme del colore sulla plastica.

Il muso vetrato del He111 ha i profilati di rinforzo che devono essere verniciati con i colori degli esterni (per es. azzurri nella parte inferiore, verdi nella superiore ecc.) e che quindi richiederanno molte mascherature. A parte il set di mascherature che sto attendendo, ritengo che sarà necessario usare del nastro adesivo, ma il comune "scotch" ho paura che mi sporchi tutto. Cosa conviene usare? Grazie in anticipo per i consigli.

Link to comment
Share on other sites

ti consiglio lo scotch tamiya dimensione media... ma cmq credo che gia le mascherine pretagliate bastino...

 

non so se è veramente necessario lavare sempre i modelli... io non lo faccio quasi mai e non ho mai avuto problemi con le vernici, per quanto modesti siano i miei lavori...

 

se posso consigliarti... ti conviene comprare un aerografo per fare il tuo bestione... dalle foto sembra ottimo come lo stai realizzando.. e credo vengo meglio con l'aerografo piuttosto che col pennello.. non costano tanto quelli non professionali, e cmq danno lo stesso un bel risultato.. sicuramente migliore del pennello

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

cercando di rispondere con ordine alle tue domande direi che, a mio giudizio:

1) per mascherare va bene il nastro Tamiya consigliato da Paolo,

2) anche se poi le ditate non mancheranno, io cerco sempre di dare una bella lavata ai pezzi più grandi, anche per togliere le tracce del lubrificante di diistacco usato durante lo stampaggio.

3) sopratutto verniciando a pennello, per me il primer é necessario, ti consiglio il Tamiya o similare

4) per verniciare i frames dei trasparenti, la procedura più corrente e sovente raccomandata nelle istruzioni, é quella di applicare le mascherature esternamente, dipingere il colore dell'interno e, quando questo è ben asciutto, dipingere il colore dell'esterno. Io personalmente, maschero anche l'interno e dipingo i sue colori separatamente.

Buona serata

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Grazie dei consigli. Comprerò senz'altro il nastro Tamiya; per quanto riguarda la verniciatura finale mi ero già convinto che a pennello avrei rischiato la schifezza del secolo, quindi ho comperato una aeropenna e relativo compressorino. Sto facendo pratica mediante prove su del cartoncino, ma non penso di avventurarmi su mimetizzazioni complicate o linee troppo sottili. Lo schema Luftwaffe dei primi anni prevede solo l'azzurro per l'intera parte inferiore e due toni di verde con contorni lineari netti sulla parte superiore, quindi confido di riuscire a fare qualcosa di accettabile. Se in futuro diverrò più bravo mi allargherò a mimetizzazioni sfumate, per ora è meglio andarci piano. Sono d'accordo che la verniciatura anche all'interno dei rinforzi sul trasparente del muso sarebbe il massimo, ma francamente ho paura di rovinare il tutto (dal muso trasparente si vedranno all'interno molti particolari e sarebbe unn peccato sporcarlo o fare linee ubriache) quindi credo che vernicerò le linee solo all'esterno, chiedendo perdono ad Alberto.

Saluti a tutti.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Dopo parecchie vicissitudini e arrabbiature il modello è andato in verniciatura. Non è certamente da concorso, ci vuole ben altro! Però come primo lavoro non mi sembra un obbrobrio, tenuto anche conto che la realizzazione non è delle più tranquille. Essendoci delle imperfezioni di finitura (le superfici verniciate sono estese, il m odello è veramente grande) mi chiedo se un opportuno lavoro di sporcatura e invecchiamento non potrebbe metterci una pezza. Qualcuno mi può dare dei consigli? Il prossimo step sarà l'applicazione delle decals. Anche qui sarei molto grato a qualche esperto che mi eviti il possibile disastro finale. Grazie a tutti.

p1000645f.jpg[/img]

p1000642y.jpg[/img]

p1000648ar.jpg[/img]

p1000649j.jpg[/img]

Link to comment
Share on other sites

... Qualcuno mi può dare dei consigli? Il prossimo step sarà l'applicazione delle decals. Anche qui sarei molto grato a qualche esperto che mi eviti il possibile disastro finale. Grazie a tutti.

...

 

Ciao,

innanzitutto complimenti per il modello, ottimo lavoro!

 

Cercando di rispondere alle tue domande, io solitamente procedo così dopo la verniciatura:

 

1) Stendo alcune mani di lucido trasparente (io uso la cera FUTURE) in modo che tutto il modello sia completamente lucido

2) Applico le decals con l'ausilio degli appositi emollienti

3) Uniformo il tutto con una o due mani del lucido usato prima.

4) Dato che non mi sono mai cimentato col pre-shading, eseguo il post-shading. In pratica prendo del colore marrone scuro molto diluito (nell'ultimo caso ho usato le tempere) e con un pennello seguo tutto l'andamento delle pannellature.

5) Quando questo colore é asciutto, con un pezzo di scottex appena inumidito, tolgo tutto il colore eccedente.

6) Usando un colore simile, ma questa volta ad olio, sempre molto diluito, realizzo ad aeropenna le sporcature derivanti dagli scarichi dei motori. Per fare questo é importante avvalersi di una buona documentazione.

7) Se le decals presentano hanno colori vivaci, attenuo questi ultimi con una mano, data con l'aeropenna, di bianco con una punta di giallo sempre molto dilutio

8) Se non eseguo il punto 7, dò una mano di tarsparente opaco per la finitura finale.

 

Spero di esserti stato di aiuto.

Alberto

Edited by alberto49
Link to comment
Share on other sites

...

7) Se le decals hanno colori vivaci, attenuo questi ultimi con una mano, data con l'aeropenna, di bianco con una punta di giallo sempre molto dilutio

...

 

Alberto

 

Devo correggere quanto sopra: il colore da dare è il giallo con una punta di bianco, non l'inverso; ovvaimente diluito moltissimo.

Alberto

Edited by alberto49
Link to comment
Share on other sites

Hai fatto un gran bel lavoro, i miei complimenti! ;)

Grazie dei complimenti che ho gradito come incoraggiamento. Devo confessare però che il lavoro ha dei difetti, forse non rilevabili dalle foto, dovuti principalmente all'inesperienza. Spero che la prossima realizzazione (penso a un Bf109E della battaglia d'Inghiltera in scala 1/48) risulti migliore. Vi sarete accorti che sono piuttosto critico sui miei lavori, ma con gli esempi che appaiono nel forum come si fa a non avere una certa invidia! Saluti a tutti

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Per completare questo topic, aggiungo le foto del modello finito (mancano ancora le sporcature degli scarichi motore, ma prima di cimentarmi voglio fare alcune prove su cartone). Come già accennato il modello ha dei difetti, ma essendo il primo lavoro mi sono concesso l'assoluzione. Comunque il problema principale sono le dimensioni, l'apertura alare è di oltre 70 cm, e dove piazzare l'oggetto è tuttora un mistero!

p1000658m.jpg[/img]

p1000654m.jpg[/img]

p1000655n.jpg[/img]

Le critiche sono richieste e ben accette.

Per la realizzazione futura, qualche esperto mi sa indicare una buona scatola di Me109 in versione E ? Ho visto sul sito della Eduard che è appena uscito questo modello con molti particolari interessanti, tipo il motore visibile ecc.ecc., ma non saprei come procurarmelo, per il momento in Italia non sembra sia disponibile. Saluti a tutti.

Link to comment
Share on other sites

Per il modello sembra veramente bello :okok: in attesa delle lordature :lol:

PS ma la parte superiore del canopy non è dipinta?

Grazie dell'incoraggiamento. Riguardo alla domanda, il canopy del modello in questione è quasi totalmente vetrato, la zona che sembra non verniciata è in pratica il portello scorrevole di accesso o uscita che ho montato in condizione aperta.

Link to comment
Share on other sites

Mi riferivo alla parte subito dopo il muso B-) il portello è chiaro, ho l'h6 dell'italeri e vorrei farlo anch'io aperto.

Qualche immaggine più grande ci vorrebbe :okok:

Tu hai problemi a trovare spazio per un bombardierone in 1/32 io ultimamente ho avuto problemi a trovare posto ad uno zero in 1/72!! :pianto:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...