Jump to content
Sign in to follow this  
easy

Comiso Air Station

Recommended Posts

Chi mi da qualche dettaglio su questa ex base in Sicilia, se non erro doveva essere usata a fine anni '80 per dispiegarvi i Tomhawk terrestri, ma non mi pare entrò mai in servizio.

Magari se ci fosse anche qualche foto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La base di Comiso divenne operativa, e ospitava questi missili:

 

0702glcm1.jpg

 

che altro non sono che la versione terrestre dei cruise nucleari (BGM-109 Tomahawk).

 

I missili furono schierati agli inizi degli anni '80, in varie basi europee oltre quella di Comiso, e costituivano una risposta ai missili SS-20 schierati dai sovietici.

 

In seguito alla firma di un accordo nel 1987, tutti i missili cosiddetti "intermedi" (come i Tomahawk e gli SS-20) furono ritirati.

Edited by Gianni065

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, le strutture erano identiche anche per Comiso.

 

E' interessante notare che la protezione contro le esplosioni nucleari era minima, del tutto insufficiente per una base destinata a ospitare armamenti strategici.

 

In effetti, il principio operativo era che, in caso di allarme, i lanciatori dovevano lasciare la base e raggiungere dei siti di lancio segreti, individuati in punti del tutto casuali del territorio circostante.

 

Questi siti non erano preparati, ma solo dei punti scelti quasi a caso e memorizzati nelle testate dei missili: un incrocio, una radura, un boschetto, niente di più.

 

Certamente c'è da considerare che in caso di attacco nucleare a una di queste basi, ben difficilmente i tempi sarebbero stati compatibili con una reale possibilità di ritorsione.

 

Infatti un lancio di missili sovietici contro le basi dei Cruise avrebbe fornito un preavviso di non più di 15-20 minuti prima dell'impatto, un tempo forse sufficiente a far allontanare i lanciatori (meglio ancora se i lanciatori si fossero già messi al sicuro alle prime avvisaglie di un peggioramento della situazione internazionale), ma di certo insufficiente a consentire la ricezione dei codici di lancio dagli USA e la loro trasmissione ai lanciatori.

 

Ma nella partita a scacchi della guerra nucleare, non conta molto ciò che realmente puoi fare, ma quello che l'avversario non può permettersi di sottovalutare.

In altre parole, vero è che non ci sarebbe stato tempo sufficiente per una ritorsione sicura, ma è anche vero che i sovietici non potevano permettersi di rischiare che invece si facesse in tempo a lanciare i missili.

 

Quindi già questa era una funzione deterrente.

 

In ogni caso, i Cruise introducevano un ulteriore bersaglio da colpire, andando un po' a sfasciare tutto il coordinamento di un attacco nucleare preventivo.

 

Immaginando che i sovietici volessero colpire solo l'Europa, avrebbero dovuto attaccare contemporaneamente gli aeroporti sedi di reparti di strike nucleare, e le basi di lancio dei Cruise (e dei Pershing).

 

Gli attacchi agli aeroporti potevano essere effettuati da bombardieri armati di testata nucleare, nella certezza che non vi sarebbe stata ritorsione finchè i bombardieri non avessero colpito i bersagli (considerato che se avvisti un bombardiere in arrivo non puoi sapere se è un bombardiere con armamento convenzionale o nucleare).

 

Invece, gli attacchi alle basi dei Cruise dovevano essere per forza effettuati con missili nucleari SS-20, ed a quel punto diventava difficilissimo coordinare i tempi di impatto tra i bombardieri (che dovevano volare per una-due ore) e i missili (con un tempo di volo di 20-25 minuti).

 

Esempio pratico:

 

decido distruggere aeroporti e basi missilistiche alle ore 10.00

quindi i missili saranno lanciati alle ore 09.40 mentre i bombardieri si alzeranno in volo alle 08.30.

E' chiaro che alle 09.40 quando avvisto il lancio dei missili, so per certo che è in corso un attacco nucleare, e pertanto anche i bombardieri in arrivo sono nucleari, quindi faccio decollare i miei bombardieri nucleari. Gli aeroporti saranno distrutti ma saranno ormai vuoti.

 

Se invece aspetto che i miei bombardieri nucleari colpiscano gli aeroporti NATO e poi lancio i missili SS-20, dal momento in cui il primo aeroporto nemico è distrutto, i missili cruise hanno il tempo di ricevere i codici di lancio e possono essere lanciati prima che i miei missili SS-20 arrivino sui bersagli.

 

In pratica, i sovietici si trovavano nella situazione che uno strike nucleare preventivo poteva essere consumato solo ed esclusivamente lanciando i missili SS-20 contro tutti i bersagli, ma questo avrebbe messo fuori uso i centri di comando dei Cruise ma non avrebbe impedito che i bombardieri strike nemici si alzassero in volo per portare la ritorsione.

 

Quel che è peggio, i missili cruise, ancorchè privi dei codici di lancio, si sarebbero trovati comunque dispersi in località sconosciute, e prima o poi i codici di lancio gli sarebbero arrivati comunque, ad opera di un posto comando volante del SAC.

In quel caso sarebbero stati lanciati, sia pure molto dopo l'attacco iniziale.

 

Inoltre, una caratteristica dei Cruise è che non possono essere considerati un'arma di primo attacco: il loro tempo di volo è lunghissimo, nell'ordine delle tre ore, per cui era una chiara arma di ritorsione.

 

Ma più di tutto, i missili cruise davano alla NATO la possibilità di colpire in profondità il territorio sovietico, in un attacco ritorsivo, grazie alla loro gittata più che doppia rispetto al raggio d'azione di un bombardiere.

 

Quindi i sovietici erano nella situazione che un attacco nucleare contro il territorio europeo, avrebbe determinato una distruzione nucleare del proprio territorio.

Fino a quel momento, i sovietici si cullavano del fatto che un attacco nucleare al territorio europeo, avrebbe potuto provocare una ritorsione nucleare contro il territorio sovietico solo se gli americani avessero deciso di lanciare le proprie armi strategiche, cosa che gli americani avrebbero potuto ritenere di non fare allo scopo di preservare il proprio territorio da un attacco sovietico.

 

Un giro di azione e controreazione estremamente macchinoso, che rendeva tutto incerto, e lasciava solo una cosa come altamente probabile: una guerra nucleare totale con distruzione reciproca assicurata.

E ancora una volta questo principio (MAD: Mutual Assured Destruction) evitò la guerra...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...