Jump to content

che cosa è?


airborne

Recommended Posts

ho visto in alcune immagini che un hornet aveva una particolare arma.

era una specie di siluro con la parte inferiore allargata e che aveva sulla parte anteriore una piccola elica. penso che sia una specie di disturbatore radar ma non ne sono sicuro. qualcuno ne sa qualcosa di più?

Link to comment
Share on other sites

Sì, poteva essere un pod ECM, come l'ALQ-99, ma dato che quel tipo di pod è utilizzato solo dalla versione specializzata F-18G, più probabilmente hai visto un pod per il rifornimento in volo della Fletcher, largamente usato dagli Hornet.

 

EC02-0294-4.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ma..asp...non e che mi intendo molto maa...da quello che ho capito che hai detto tu airborne credo ke parli di un pod ecm x disturbo radar...con l' ''elica'' d'avantii......(??)

Link to comment
Share on other sites

Anche il pod dell'F-18 a sinistra, nella foto che ho postato, ha una piccola elica davanti.

 

La piccola elica serve a fornire energia elettrica al pod, e questo si usa nei pod che devono essere completamente autosufficienti, ossia non richiedere alimentazione da parte dell'aereo su cui sono montati.

 

Questa esigenza si ritrova essenzialmente in due soli tipi di pod: quelli per il rifornimento (l'energia elettrica alimenta la pompa) oppure quelli ECM (l'energia elettrica alimenta i sistemi elettronici).

 

Un pod ECM (tradotto in italiano: ControMisure Elettroniche) è un pod che emette segnali di disturbo su certe frequenze, allo scopo di "ingannare" o "accecare" i radar e i sistemi di comunicazione del nemico.

 

Quelli più sofisticati sono in grado di analizzare le frequenze in arrivo (un radar di ricerca, o un radar di inseguimento, o il radar di un missile, o un canale radio usato per la guida di un missile) ed emettere su quella stessa frequenza un forte segnale di disturbo.

 

Quelli più semplici emettono segnali di disturbo su una serie di frequenze, senza possibilità di "selezionare" potenza e frequenza, nel momento in cui sono attivati, allo scopo di disturbare quelle frequenze abbinate ai sistemi d'arma prevedibilmente utilizzati dal nemico.

 

Se devo mandare un velivolo d'attacco contro un obiettivo che so per certo essere difeso soltanto da una batteria di SA-2 (caso tipico del Vietnam) allora mi basta montare un pod che emetta un segnale in grado di disturbare il segnale di guida del missile SA-2, non ho bisogno di aggeggi particolarmente sofisticati.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...