Jump to content

Charlie Bolden, primo afro-americano a dirigere la NASA


Guest intruder
 Share

Recommended Posts

Guest intruder

ansa La Casa Bianca ha annunciato oggi ufficialmente la nomina dell'afro-americano Charles Bolden come nuovo amministratore della Nasa. Bolden, 62 anni, un veterano del Vietnam e dello spazio, e' gia' stato quattro volte nello spazio con missioni della navetta shuttle. Se la sua nomina sara' confermata dal Senato Bolden diventera' il primo afro-americano alla guida della Nasa.

 

 

Charles Frank "Charlie" Bolden, Jr., (Columbia, S.C., 19 Agosto 1946), è un ex astronauta e un Maggiore Generale USMC in pensione. Pilota di un A6 del Marine All Weather Fighter Attack Squadron 553 (VMFA(AW)-553) di base sulla Royal Thai Air Base Nam Phong, ha volato oltre 100 missioni di guerra nel sud-est asiatico fra il 1972 e 73. Entrato nella NASA nel 1980, ha totalizzato 680 ore nello spazio: pilota dell'STS61C ( 12-18 Gennaio 1986, settima missione della navetta Columbia) e dell'STS31 (24-29 Aprile 1990, shuttle Discovery, la storica missione che collocò in orbita HST), quindi comandante delle missioni STS45 (24 Marzo-2 Aprile 1992, shuttle Atlantis) e STS60 (3-11 Febbraio 1994, shuttle Discovery, prima missione americana a portare un astronauta sovietico a bordo).

 

 

Charles_F._Bolden,_Jr.jpgCharlesBolden.jpgVMFA-533.png

STS-61-c-patch.pngSts31_flight_insignia.pngSts-45-patch.pngSts-60-patch.png

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Comunque o l'ha schiarito molto il flash o non direi mai che è afroamericano nella foto più recente...

 

 

Guarda che i negri non sono tutti neri come il carbone, se conosci l'Africa saprai che da un Paese all'altro, o meglio, da una etnia all'altra c'è molta differenza. E gli afro-americani hanno subito nella loro lunga e travagliata storia, molte immissioni di sangue di altre razze. A proposito, hai mai visto Colin Powell?

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Io, uomo nero, quando sono nato ero Nero

Tu, uomo bianco, quando sei nato, eri Rosa

Io, ora che sono cresciuto, sono sempre Nero

Tu , ora che sei cresciuto sei Bianco

Io, quando prendo il sole sono Nero

Tu, quando prendi il sole sei Rosso

Io, quando ho freddo sono Nero

Tu, quando hai freddo sei Blù

Io, quando sarò morto sarò Nero

Tu quando sarai morto sarai Grigio

 

E tu mi chiami uomo di colore!!!

 

 

http://www.riflessioni.it/semplici_curiosi/curiosi_3.htm

Link to comment
Share on other sites

Io, uomo nero, quando sono nato ero Nero

Tu, uomo bianco, quando sei nato, eri Rosa

Io, ora che sono cresciuto, sono sempre Nero

Tu , ora che sei cresciuto sei Bianco

Io, quando prendo il sole sono Nero

Tu, quando prendi il sole sei Rosso

Io, quando ho freddo sono Nero

Tu, quando hai freddo sei Blù

Io, quando sarò morto sarò Nero

Tu quando sarai morto sarai Grigio

 

E tu mi chiami uomo di colore!!!

http://www.riflessioni.it/semplici_curiosi/curiosi_3.htm

 

 

Interessante ma dare del negro ad un'individuo, in alcune circostanze può essere molto offensivo, senza farci inutili ricamini sopra! <_>

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Guarda che i negri non sono tutti neri come il carbone, se conosci l'Africa saprai che da un Paese all'altro, o meglio, da una etnia all'altra c'è molta differenza. E gli afro-americani hanno subito nella loro lunga e travagliata storia, molte immissioni di sangue di altre razze. A proposito, hai mai visto Colin Powell?

 

 

Lo so benissimo, ma questo tizio mi sembra assolutamente non africano, almeno non proveniente dalle zone dell'africa da dove sono stati "importati" gli schiavi in america.

Anche lo stesso Obama, un pò perchè è mulatto un pò perchè è di etnia kikuiu, ha poco da spartire con l'afroamericano classico.

Quanto a Powell la sua famiglia è un bel misto di razze, non si può definirlo afroamericano tout-cour.

Per il resto mi sa che stiamo andando violentemente OT, quindi lasciamo stare ok?

Era solo una stupida constatazione.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Interessante ma dare del negro ad un'individuo, in alcune circostanze può essere molto offensivo, senza farci inutili ricamini sopra!

 

 

In alcune circostanze, appunto, che chiunque capisce non essere quelle del mio discorso e quindi anche qui è inutile farci ricamini sopra. E comunque, anche dare dell'eschimese anziché inuit o yakuit può essere molto offensivo, anche dare dell'indiano o del pellirosse anziché del nativo americano, e qualcuno comincia già a dire che zingaro è dispregiativo e si dovrebbe dire rom o meglio romanì...

 

 

Lo so benissimo, ma questo tizio mi sembra assolutamente non africano, almeno non proveniente dalle zone dell'africa da dove sono stati "importati" gli schiavi in america.

Anche lo stesso Obama, un pò perchè è mulatto un pò perchè è di etnia kikuiu, ha poco da spartire con l'afroamericano classico.

Quanto a Powell la sua famiglia è un bel misto di razze, non si può definirlo afroamericano tout-cour.

Per il resto mi sa che stiamo andando violentemente OT, quindi lasciamo stare ok?

Era solo una stupida constatazione.

 

 

Certo, chiudiamo qui questa inutile discussione, ma la mia osservazione sui travagli degli afroamericani, riguarda anche Powell, la Rice e tutti quelli che ti viene in mente di nominare. Molte, troppo volte, le schiave venivano usate anche per soddisfare i loro padroni bianchi. Talvolta anche ricambiate, uno dei primi Presidenti USA non fece mai mistero di avere una "compagna" e dei figli da lei che... be', proprio bianchi non erano. E fino in anni recenti non era raro trovare figli illegittimi di coppie miste ufficiose, impedendo l'ipocrita perbenismo dell'epoca simili matrimoni.

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

In alcune circostanze, appunto, che chiunque capisce non essere quelle del mio discorso e quindi anche qui è inutile farci ricamini sopra.

 

Per l'appunto si può facilmente evitare di utilizzare alcune parole, ricorrendo invece a degli aggettivi "Politically Correct"...

Edited by Blue Sky
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Per l'appunto si può facilmente evitare di utilizzare alcune parole, ricorrendo invece a degli aggettivi political correct...

 

 

Io NON sono politically correct.

Link to comment
Share on other sites

Ho una domanda banale....ma qual'è la (presunta) notizia da discutere?

 

Vogliamo affermare che bianchi e neri sono uguali? Allora smettiamola di dare rilievo ad ogni notizia in cui un nero ha fatto questo o ha fatto quello...notizie che sanno proprio tanto di "policiatlly correct". Evidenziando questi eventi per voler dimostrare che non esiste più discriminazione in realtà si finisce (involontariamente) per dar vita proprio ad una discriminazione in negativo.

 

Avremmo mai dato risalto al fatto che un bianco è diventato presidente di qualcosa? O che un bianco ha raggiunto un qualche traguardo? Perchè lo dovremmo fare con un nero?!

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Se fosse stato un bianco avrei dato la notizia lo stesso, perché interessava a me, e, spero, anche ad altri, sapere chi era il nuovo direttore della NASA.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...