Jump to content

Scarichi motore


alberto49
 Share

Recommended Posts

Come detto altrove, ho ripreso da poco a realizzare kit statici di aerei in 1:32.

In precedenza, cioè fino al mio ultimo modello che risale al 1993, non si usava molto aggiungere realismo, come le tracce degli scarichi motore od quelle del fumo delle armi, quindi la mia domanda è come li fate?

Immagino con l'aeropenna e penso a colori ad olio molto diluiti, ma quali colori?

Grazie anticipate

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Ciao! Si c'è stato un bel cambiamento da qui tempi... Ma proprio perchè si cerca di dare realismo ai modelli

bisogna capire quanto sporcava l'aereo in questione... tipo un P-51 mustang non l'ho mai visto sporchissimo, un a-1

skyraider ha delle belle strisciate di fumo invece... Detto questo lascio la parola a quelli più esperti di me per

consigliarti quale colore è meglio usare....

 

Navigator...

Link to comment
Share on other sites

Ciao Alberto....! Io utilizzo sia i colori ad olio sia inchiostro (quest'ultimo lo trovi in diversi colori nelle cartolerie o nei negozi di belle arti) ambedue spruzzati con l'aerografo. Vanno bene anche i soliti colori, acrilici o smalti purchè abbastanza diluiti e dati a mani molto leggere. Le tonalità di colore da utilizzare variano da modello a modello in quanto non tutti gli aerei sporcano allo stesso modo. Devi fare particolare attenzione anche al flusso aerodinamico dei fumi e quì l'unico metodo attendibile è visionare foto o disegni dell'aereo che vuoi riprodurre... In genere i colori da utilizzare per la riproduzione dei fumi di scarico sono: il nero, il bianco, il beige, il rosso.....ovviamente miscelati e diluiti quanto necessario....!!!

Link to comment
Share on other sites

Ciao! Si c'è stato un bel cambiamento da qui tempi... Ma proprio perchè si cerca di dare realismo ai modelli

bisogna capire quanto sporcava l'aereo in questione... tipo un P-51 mustang non l'ho mai visto sporchissimo, un a-1

skyraider ha delle belle strisciate di fumo invece... Detto questo lascio la parola a quelli più esperti di me per

consigliarti quale colore è meglio usare....

 

Navigator...

Link to comment
Share on other sites

Ciao! Si c'è stato un bel cambiamento da qui tempi...

Navigator...

Be', io sto terminando un Fiat G 55 per il quale, purtroppo, non c'è abbondanza di fotografie, anche perchè il numero di aerei prodotti è stato limitato e la vita operativa abbastanza breve.

Però il motore era lo stesso del Macchi 205 ed equivalente a quello degli Me 109 G e K e dovrò basarmi sulle foto di questi, decisamente più abbondanti, per individuare l'andamento e l'abbondanza delle sporcature.

Comunque grazie del suggerimento!

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Ciao Alberto,

per quanto riguarda i fumi di scarico del tuo G55 ti dico come procederei...prima di tutto hai un buon riferimento dal modello di Terlizzi (si chiama così mi pare...) che tu stesso hai postato. Secondo potresti prendere i Me 109 come altro riferimento dal momento che i motori erano pressocchè uguali se non erro.

personalmente uso come base lo smoke della Gunze o Tamiya con l'aerografo, un alone per dare l'idea della vernice cotta, poi il nero molto piu concentrato a ridosso dei tubi di scarico ed in fine, una piccola "lingua" di grigio. per varie sfumature puoi usare anche il ruggine scuro. Come ti ha suggerito Kit tieni molto in considerazione il fusso dell'aria...

Link to comment
Share on other sites

Be', io sto terminando un Fiat G 55 per il quale, purtroppo, non c'è abbondanza di fotografie, anche perchè il numero di aerei prodotti è stato limitato e la vita operativa abbastanza breve.

Forse questa discussione già l hai vista ma te la segnalo comunque per sicurezza ;)

Fiat G55 Centauro by Blue Sky

Link to comment
Share on other sites

Forse questa discussione già l hai vista ma te la segnalo comunque per sicurezza ;)

 

Ti ringrazio.

In effetti non ho trascurato quasi nulla nella ricerca della documentazione su cui basarmi.

Oltre al classico "Ali d'Italia" mi sono procurato il volumetto edito da Maurizio Di Terlizzi e quello della Stem Mucchi ristampato nel 1994 ma, gira e rigira, le immagini sono sempre le stesse, o quasi.

Poi, ben consigliato, sono riuscito ad acquistare una copia di un testo che, sicuramente, è uno dei più autorevoli in materia di aerei Italiani che hanno operato negli ultimi anni della 2GM

Si tratta di questo:

Copertina_vera1-vi.jpg

Però anche su questo non ci sono moltissime immagini semplicemente perchè sono stati costruiti pochi aerei.

E' comunque un testo che consiglio a chiunque si intesessi di aerei italiani sia dal punto modellistico, che storico.

Cordiali saluti.

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...