Jump to content

Illinois, arrestato il governatore


typhoon
 Share

Recommended Posts

Cosa sarebbe successo ad un omologo collega Italiano? secondo me la politica tutta si sarebbe stretta attorno a lui con dichiarazioni di stima e solidarietà con contemporanei attacchi alla magistratura definita "eversiva". Il giorno dopo tutti si sarebbero dimenticati tutto. Nel frattempo si sarebbe iniziato l'iter parlamentare per depenalizzare il reato.

 

Illinois, arrestato il governatore

In manette il democratico Blagojevich. L'accusa: «Ha cercato di vendere il seggio al Senato di Obama»

 

WASHINGTON – Uno scandalo politico che potrebbe nuocere all’immagine di Barack Obama è esploso a Chicago, un tempo la città dei gangster, oggi della corruzione dei partiti. Su ordine della Procura federale, l’Fbi ha arrestato Rod Blagojevich, il governatore dello stato, un democratico e un alleato del presidente eletto, e il suo capo gabinetto John Harris. Blagojevich è accusato di avere praticamente messo in vendita il seggio al Senato a Washington lasciato libero da Obama – per legge in questi casi è il governatore che sceglie il successore – di avere stipulato contratti in cambio di fondi neri elettorali e di avere bloccato sussidi al Chicago Tribune, il quotidiano cittadino in bancarotta, per costringerlo prima a licenziare membri del Consiglio d’amministrazione a lui ostili.

 

IL PROCURATORE - A una conferenza stampa, il Procuratore federale Patrick Fitzgerald ha sottolineato che l’inchiesta, che durerà almeno fino alla prossima primavera, non riguarda Obama: «Non muoviamo accuse al presidente eletto». Ma dal dossier della Procura risulta che il governatore ebbe contatti almeno indiretti con «persone dello staff di Obama» e che confidò ad altre di ambire «a qualcosa di molto grosso», non specificato, dal presidente eletto per assegnarne il seggio a qualcuno di suo gradimento. Questo qualcuno, ha precisato Fitgerald in risposta alla domanda di un giornalista, «ritirò però la sua candidatura». Di più: nel dossier vi sono altri punti oscuri che potrebbero riguardare lo staff di Obama, come una velata richiesta di Blagojevich di una eventuale carica nel governo o nella diplomazia. Va notato però che anche in carcere potrebbe scegliere il successore del presidente eletto al Senato.

 

SMENTITO COINVOLGIMENTODI OBAMA - L’entourage di Obama ha già smentito un coinvolgimento nello scandalo: non interferiamo, ha assicurato un portavoce, nelle scelte dei governatori per il Senato (un altro governatore democratico, quello di New York David Paterson, deve nominare il successore di Hillary Clinton, adesso segretaria di stato, e si fa il nome di Caroline Kennedy la figlia del presidente John Kennedy). Ma lo scandalo getta un’ombra sull’amministrazione entrante di Obama, che è stata eletta anche grazie al suo forte impegno a eliminare la corruzione che contribuì all’attuale crisi finanziaria. E suggerisce inquietanti retroscena, perché il fermo di Blagojevich è stato clamoroso, dato che invece di invitarlo con gli avvocati a presentarsi in Procura come di consueto, l’Fbi ha fatto irruzione nella sua casa. A Chicago molti si chiedono se il procuratore Fitzgerald, un repubblicano, non stia regolando dei conti politici. Al Senato, a Washington, il sospetto è ritenuto infondato. Fitzgerald è l’ex procuratore speciale di uno scandalo che scosse l’amministrazione Bush, quello delle false atomiche di Saddam Hussein, e che fece processare e condannare al carcere per falsa testimonianza “Scooter” Libby, il braccio destro del vicepresidente Cheney. Il procuratore, un uomo che sembra al di sopra delle parti, ha inoltre raccolto un dossier di 76 pagine a carico di Blagojevich, basato sulle intercettazioni delle sue telefonate da novembre a oggi. In esse, il governatore dichiara di volere soldi, di vedere nel seggio vacante di Obama al Senato «una cosa di enorme valore che non si può dare per niente», di avere ricevuto per esso una offerta di mezzo milione di dollari, e di aspettarne una di un milione. Paradossalmente, Blagojevich era stato eletto nel 2003 in seguito alle sue promesse di moralizzare la politica a Chicago. Aveva preso il posto del governatore repubblicano Gorge Ryan, che fu poi processato e condannato a sei anni di carcere per corruzione.

 

http://www.corriere.it

Edited by typhoon
Link to comment
Share on other sites

quello che dici è verissimo...

 

Arrestato per corruzione e frode il governatore democratico dell’Illinois, Rod Blagojevich: dopo mesi di intercettazioni, è accusato di aver tentato di vendere la poltrona senatoriale liberata da Obama. L’Fbi - rivela il Chicago Tribune - indagava su di lui da tre anni per tangenti in cambio di assunzioni. “Le accuse sono sconvolgenti”, dichiara il procuratore Fitzgerald: “Blagojevich ha preso tangenti e usato il suo incarico per frenare la libertà di critica della stampa”. Immediate le reazioni. George Neapolitan è “allarmato per l’ennesima guerra fra politica e magistratura” e chiede gli atti alla procura. Il Csm si prepara a trasferire Fitzgerald in Alaska. Silvio Dwarf è solidale con Blagojevich, “vittima delle manette facili e del giustizialismo delle toghe rosse che calpestano la privacy”. Sull’Evening Courier, Angel Whitebread domanda: “Era proprio necessario questo arresto-spettacolo?”. Casparr, Chikkitt, Bondy e Little Sheep denunciano in una nota “l’abuso di intercettazioni e il circuito mediatico-giudiziario, impensabili nelle vere democrazie come gli Usa”. Little Angel Alphanous invia gl’ispettori a Springfield e invita i democratici a “votare le mie riforme della giustizia e delle intercettazioni”. Max Little Moustache e Anne Fennel aprono al dialogo. Per Lucian Violator “i giudici han troppo potere sui politici, dobbiamo riscrivere la Costituzione con Blagojevich, non appena sarà scarcerato”. Daniel Big Nipple sfida i democratici: “Ora chiedano scusa ad Al Capone”. In un pizzino rinvenuto per caso, Nicholas The Tower scrive: “Io non posso dirlo, ma queste intercettazioni cominciano a starmi sul caz*o”.

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Negli USA, la magistratura non guarda in faccia nessuno. Negli anni 70 (vivevo a Chicago, che è una città bellissima nonostante la pessima reputazione), misero sotto inchiesta, per traffici con la Libia, Billy Carter, fratello di Peanut Jim, quando lui era Presidente, non so se mi spiego. E il compagno Jimmy Carter, da vero laico-democratico-e-antifascista, fece trasferire, tramite il suo ministro della giustizia, il procuratore che indagava il fratello. Ma tutti i procuratori d'America insorsero, e presentarono le proprie dimissioni. Il cialtrone dovette far marcia indietro e piuttosto di corsa, per non vedere saltare in aria il sistema giudiziario. Fu il cosiddetto "Billygate", che provocò anche un commissione senatoriale, la cosiddetta Billy Carter-Libya Investigation, e sicuramente ebbe un peso nella sconfitta alle presidenziali...

Edited by intruder
Link to comment
Share on other sites

Negli USA, la magistratura non guarda in faccia nessuno. Negli anni 70 (vivevo a Chicago, che è una città bellissima nonostante la pessima reputazione), misero sotto inchiesta, per traffici con la Libia, Billy Carter, fratello di Peanut Jim, quando lui era Presidente, non so se mi spiego. E il compagno Jimmy Carter, da vero laico-democratico-e-antifascista, fece trasferire, tramite il suo ministro della giustizia, il procuratore che indagava il fratello. Ma tutti i procuratori d'America insorsero, e presentarono le proprie dimissioni. Il cialtrone dovette far marcia indietro e piuttosto di corsa, per non vedere saltare in aria il sistema giudiziario. Fu il cosiddetto "Billygate", che provocò anche un commissione senatoriale, la cosiddetta Billy Carter-Libya Investigation, e sicuramente ebbe un peso nella sconfitta alle presidenziali...

 

Tutto ciò diede poi vita alla presidenza del grande Ronald Regan, questa sera sto facendo una flebo di cultura :)

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Il governatore dell'Illinois, Rod Blagojevich, va rimosso dall'incarico: e' quanto ha chiesto Lisa Madigan alla Corte Suprema. Il procuratore generale dell'Illinois ha chiesto in alternativa di impedirgli di nominare il successore di Obama in Senato. Blagojevich e' stato arrestato e poi rilasciato su cauzione nei giorni scorsi, con l'accusa di aver cercato di vendere al miglior offerente il seggio di senatore lasciato libero da Barack Obama.

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mo..._112320403.html

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Il Governatore dell'Illinois Rod Blagojevich e' pronto a lasciare l'incarico e potrebbe annunciarlo gia' domani. Lo ha detto alla Nbc il ministro statale della giustizia Lisa Madigan, lei stessa del partito democratico e in prima linea per ottenere se non le dimissioni, l'impeachment del primo cittadino dello Stato. Blagojevich e' stato arrestato (e poi liberato su cauzione) per aver tentato di vendere il seggio di senatore liberato dal presidente eletto Barack Obama

 

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/mo..._114304882.html

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Noi italiani abbiamo altri modi per risolvere i problemi...

Vedrai che con la nuova riforma della giustizia certi problemi non si presenteranno più...

 

Addirittura facciamo film riabilitativi propagandistici su latitanti e lo mandiamo pure in onda fortuna in seconda serata

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...