Jump to content
Sign in to follow this  
Schwalbe

carbone liquefatto

Recommended Posts

buongiorno volevo sapere di piu su questo carbone solido,su wiki non ne parla molto e alcuni punti non sono chiari come ad esempio se e conveniente utillizzarlo( si perde piu energia nella produzione?).Le emissioni di co2 variano?che cosa cambierebbe sul punto di vista economico mondiale?ultima ma non meno importante perche non se ne parla?GRAZIE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Terminator ti riporto l'articol odi wiki dove ne parla ;)

 

Il carbone può essere convertito anche in combustibili liquidi come benzina o gasolio, attraverso svariati procedimenti. Il processo Fisher-Tropsch di sintesi indiretta di idrocarburi liquidi fu usato nella Germania nazista, e per svariati anni in Sudafrica; in entrambi i casi la motivazione fu che questi regimi furono isolati politicamente, e quindi impossibilitati ad acquistare petrolio greggio sui mercati internazionali. Il carbone veniva gassificato in modo da produrre syngas (una mistura purificata e bilanciata di CO e H2), che veniva poi fatto condensare utilizzando un catalizzatore Fischer-Tropsch per produrre idrocarburi leggeri, poi trasformati in benzina e gasolio. Il Syngas può essere inoltre convertito in metanolo, un ulteriore carburante o additivo a carburanti, che può essere ulteriormente riconvertito in benzina tramite il processo M-gas della Mobil.

 

Esiste anche un processo di liquefazione diretta processo Bergius (liquefazione attraverso idrogenazione), mai usato al di fuori della Germania, che lo sfruttò durante la Prima e la Seconda guerra mondiale. In Sud Africa fece qualche esperimento in questa direzione la compagnia SASOL.

 

Un ulteriore procedimento per ottenere idrocarburi liquidi dal carbone è la low temperature carbonzation (LTC), o carbonizzazione a bassa temperatura. Il carbone viene trasformato in coke a temperature fra i 450 e i 700°C, invece degli 800-1000° del coke utilizzato in metallurgia. Questa temperatura facilita la produzione di catrami più ricchi di idrocarburi leggeri dei catrami normali. Il catrame viene poi trasformato in carburante. Questo processo fu sviluppato da Lewis Kerrick, un tecnico specializzato in argilliti petrolifere, all'ufficio minerario degli Stati Uniti negli anni 1920.

 

Tutti questi metodi di produzione di carburante liquido rilasciano CO2 (anidride carbonica). L'isolamento della CO2 è auspicabile, per evitare di rilasciare questo gas nell'atmosfera e contribuire all'effetto serra. Visto che la produzione di CO2 è uno dei flussi principali del processo, la sua separazione è più facile di quanto non sia possibile partendo dai gas prodotti dalla combustione del carbone con l'aria, nei quali la CO2 è miscelata con azoto e altri gas.

 

La liquefazione del carbone è una delle tecnologie che limita la crescita del prezzo del petrolio. Le stime del costo della produzione di carburanti liquidi partendo dal carbone suggeriscono che essa diventi competitiva quando il prezzo del petrolio superi una certa soglia[1] [2] (en)

 

Avendo tecnologie commercialmente mature, il vantaggio economico della liquefazione indiretta del carbone, rispetto a quella diretta, fu reso noto da William e Larson, nel 2003.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Terminator ti riporto l'articol odi wiki dove ne parla ;)

 

Tutti questi metodi di produzione di carburante liquido rilasciano CO2 (anidride carbonica). L'isolamento della CO2 è auspicabile, per evitare di rilasciare questo gas nell'atmosfera e contribuire all'effetto serra. Visto che la produzione di CO2 è uno dei flussi principali del processo, la sua separazione è più facile di quanto non sia possibile partendo dai gas prodotti dalla combustione del carbone con l'aria, nei quali la CO2 è miscelata con azoto e altri gas.

grazie Maverick il problema rimane perche come ho detto all'inzio della discussione ho cercato su wiki ma e propio questa frase che non riesco a comprendere...parla,parla e sembra non concludere niente. :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites

assolutamente no, inquina comunque troppo oltre al costo della materia prima

il solare decentralizzato, il biogas e gli ultimi ritrovati della tecnologia (caldaie a condensazione ecc..) sono le uniche fonti credibili e pulite per il futuro

 

da perito chimico ti posso dire che comunque con il carbone liquefatto emetti comunque anididride carbonica e in notevole quantità,si parla di immagazzinarla ma mi viene da ridere, e dopo dove la metti?

dopo la rilasci?

e dove?

 

in Svezia punato molto al solare decentralizzato e al biogas (gas metano prodotto dai liquami fognari, dove ognuno di noi ne è produttore in un certo senso) e se guardate un mappamondo la svezia il sole non ne gode tanto quanto noi

 

 

per la campagna elettorale comunale il mio gruppo aveva in mente la creazione di pannelli solari sopra scuole medie ed elementari (sono due edifici a tetto piatto costruiti 10 anni fa). Lo studio di fattibilità è stato elaborato da un amico ingegnere che lavora nella SGR (società gas rimini, ma che si occupa anche di altri tipi di impianti).

Nel nostro caso una scuola media/elementare di pomeriggio quanta energia consumerà?

è d'estate?

 

in 5 anni ripagheremo il mutuo non con le finanze comunali, ma con il conto energia prodotto dall'impianto...

 

giusto epr fare un esempio

(da notare che non ho specificato di che comune si parla, come mi chiamo io e con che lista opero : non è propaganda)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...