Jump to content

pinguino

Membri
  • Content Count

    17
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

pinguino last won the day on December 5 2011

pinguino had the most liked content!

Community Reputation

3 Normale

About pinguino

  • Rank
    Recluta
  1. Il G52 era un progetto autonomo, che secondo fonti diverse (ma tutte di provenienza FIAT) era una riprogettazione totale del G50 intorno al motore A76 (una radiale a 14 cilindri estrapolato, con 3 litri di cilandrata, in più dall'A74).
  2. @ vultur. Se avessi potuto leggere prima il tuo intervento, che è contemporaneo al mio, non sarei neanche intervenuto. Ho detto solo che ci vorrebbe un medico (che si intendesse anche del problema opposto a quello della decompressione, relativamente agli effetti dela caduta di quota), ma vedo che del medico, non ce n'è stato bisogno.
  3. Ci vorrebe che l'avesse letto un medico, che magari si occupa di camere iperbariche, a patto che prima qualcuno gli spieghi cosa succede nelle permanenze alle basse pressioni e non a quelle alte, o ai passaggi repentini dalle prime alle seconde. Son propenso a pensare che non succede niente di rilevante o di compromissorio, altrimenti la letteratura specializzata e anche romanzesca ci avrebbero abbastanza edotti.
  4. Non vi quoto tutti, perché disperderei le risposte. E per quotare intendo soprattutto l'apprezzamento dei contenuti, non il semplice riportare, indipendentemente dal fatto che i vostri giudizi siano allineati con ciò che penso (e comunque lo sono molto di più di quanto appaia). @ Frencio. Grazie, ma se un intervento può piacere, perché magari è fatto bene, la sua "bontà" molto dipende dall'"alzo" ricevuto. @ Vultur. Completamente d'accordo, a parte le sfumature che dipendono dall'esperienze necessarie del vissuto individuale. Proprio rispetto a questo, nelle esperienze individuali, posso te
  5. I canard, così chiamati, per coloro che non lo sanno, perchè in volo assomigliano a un'anitra, con l'ala molto arretrata rispetto al corpo, o alla fusoliiera, rappresentano lo schema più semplice dei monomotori ad elica spingente. A questa categoria, ovviamente inquadrabile in quella dei caccia, possono esser ascritti: l'Ambrosini SS4, il Curtiss XP55, il Northrop XP 56 (il quale, mancando dei piani di quota anteriori, sarà anche definito tuttala, soluzione cara al costruttore, anche se la sua corta fusoliera apparisce alquanto massiccia) e il Kyushu Shiden. I primi due han
  6. per tutti: la sigla B.G.A. non sta per Bombardiere a Grande Autonomia, ma per BOMBARDIERE GENIO AERONAUTICO. La macchina era stata infatti progettata dal Generale G.A.R.I. Aldo Guglielmetti. Con tale progetto la R.A. (non è l'unico caso: pensate ai caccia Fabrizi/Riparbelli costruiti dalla Caproni F5, F4, F6M e Z) intendeva autonomamente concorrere (od imporre una pietra di paragone) al famoso concorso che molti hanno citato prima. L'incarico della costruzione (La R.A. non aveva certo officine proprie per la costruzione) fu affidato, su accordo, alla Fiat, che ne girò la realizz
  7. Vultur, intanto, perché uno diventi capo di stato, imbecille o no, occorre il concorso di molti molti altri, che necessariamente dovrebbere essero imbecilli come lui, o anche un pò di più, o comunque intelligenti par suo. Quindi l'Italia il fascismo non se l'è ritrovato. Se lo è dato. DA SOLA. E col consenso maggioritario di tutti gli strati sociali, col che, caso mai, non è il fascismo la sventura, ma l'Italia tutta. Quanto alle simpatie, lasciamo perdere. Non son dati rilevabili statisticamente, e si può affermare anche il contrario, con pari dignità. Si può dire, viceversa, c
  8. giusto! la domanda è SOLO quella. Ma la risposta non è sempllice, o meglio, non è la più immediata. Io credo che fra le tre Forze Armate, la RA fosse la meno "seria", la meno rigorosa, la più autocompiacente. Era un "animus" che permeava tutti quelli che c'erano per carriera, e per conseguenza gli altri che ci arrivavano, per servizio militare obbligatorio o per complemento. Dove tutti avevano ragione e dove forse c'erano autorità, traballanti, ma dove non c'erano autorevolezze. A partire dalla dottrina, CHE DOVEVA essere in costante evoluzione e seguire di conserva, ove non capace di anticipa
  9. la fonte citata dà 5 min. e 30 sec. a 5000 metri. Altre fonti danno lo stesso tempo per i 6.000. Propendo per la prima, riproducendo il G50V, rispetto al G50, le stesse condizioni del MC202 rispetto al 200. E il 200, in salita, era più veloce del G50. ..... aggiungo che, benché mantenesse il nome di G50, di quest'ultimo conservava solo l'ala e i piani fissi del G50 bis, mentre la fusoliera era stata completamente riprogettata, perdendo del tutto la sezione squadrata in basso, e con una finezza che io giudico superiore a quella del MC202 e del Re2001. Le foto che circolano, escluso quella c
  10. E' trattato sufficentemente (buona foto e buoni profili), alle pag. 34, 38, 39, 40) nel n. 6 della Collana "Ali d'Italia", la collana diretta da Giorgio Apostolo e edita da "La Bancarella Aeronautica - Torino". Non credo esistano, al momento, più dettagliate pubblicazioni.
  11. Da: "Gli aeroplani di Boccadarno" di Sergio Piccioli - Ed. ETS Pisa 2001. (Cap. XIII - pagg. 117-120) L'armamento consisteva in un cannone da 37 mm e due mitragliatrici da 12,7 nel muso, più quattro mitagliatrici dello stesso calibro, due per ala. Come armamento difensivo, una 12,7 dorsale e due 7,7 laterali (analogo alla RS14 -Ndr) . la foto riprodotta qui, oltre che ampiamente ritoccata, è rovesciata., il cannone e le mitragliatrici trovandosi sul lato desto del muso, in posizione paracentrale (in basso il cannone, sopra le mitragliatrici).
  12. lascia perdere i convenevoli, è scontato che quando uno si affaccia per la prima volta in un arengo, non avendo senso il parlare di massimi sistemi, è costretto a scegliersi un tema, e nel contempo, chi l'ascolta, è legittimato a tutte le illazioni, circa lo spessore e la fondaterzza delle tesi del nuovo venuto (e sempre ammesso che ciò che dice sia la VERITA', cioè un insieme di verità). Ecco, credo che siamo giunti sufficientemente dstanti dalla "scena del crimine" da poterci permettere utti una lettura "revisionista" di tutti gli eventi della 2° GM, dei fatti e dei fenomeni, applica
  13. Caro Cpl, forse l'appellativo cialtrone è eccessivo, se si applicano tutte le attenuanti dovute alla giovane età e alle condizioni psicologiche degli attori in commedia, in quei mesi dove il mondo si era rovesciato. Ma resta il fatto che si respira, nell'episodio, assenza di matura dignità (che è qualcosa di più dell'onore e che diventa necessaria alla sopravvivenza quando l'onore è perso non solo per colpe individuali, ma per colpa altrui). Non credo peraltro che il GI medio avesse grande consapevolezza di ciò che faceva. Ma il pragmatismo degli americani nel pianificare una guerra è cosa ind
  14. Il concetto del "SISTEMA PAESE" è necessariamente alla base di qualsiasi avventura (economica, sul fronte della ricerca, nelle relazioni internazionali, ed anche su quella militare, strettamente interconessa alle prime tre, anche e soltanto se limitata, come afferma la nostra costituzione, alla DIFESA). E il risultato di ogni azione è viziato, se non parte dall consapevolezza dello spessore del primo concetto. Su questo, mi pare che siamo TOTALMENTE in accordo, e penso che lo saremmo anche se volessimo approfondire il concetto costituzionale di "DIFESA", che non è così semplice, specie oggi, c
×
×
  • Create New...