Vai al contenuto

Franky

Membri
  • Numero messaggi

    46
  • Registrato

  • Ultima Visita

Reputazione

0

Che riguarda Franky

  • Rango
    Recluta
  1. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Beh, se lei considera Prodi appartenente alla sinistra radicale e quella dei centri sociali, si sbaglia. Prodi è un moderato, ma al di la del partito, la questione su cui cerco di ragionare è che le spese militari saranno uno degli argomenti di questa campagna elettorale e per accontentare l'elettorato, notoriamente poco sensibile ai temi della Difesa, temo (ma non lo spero) che ci saranno dei veri scempi con relativi danni all'operatività dello strumento militare e alla nostra industria (che è bene ricordarlo è già in sofferenza a causa dei numerosi scandali con una perdita di valore in borsa notevole - da 15€ di pochi anni fa, ora un'azione vale 3.90€ - se poi le facciam venire meno anche le commesse, siam fritti...)!! Ad aggravare il clima che ruota intorno a questa "Spending review" in salsa militare, è di oggi la notizia che molto probabilmente il Canada rinuncerà ai suoi 65 JSF, quindi sai come i nostri cari politici ci marceranno sopra? Ripeto, prevedo davvero tempi bui per noi e temo che le nostre Maestrale solcheranno ancora per un bel pò i mari del globo!! Comunque sia chiaro che spero di sbagliarmi eh?!!
  2. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Sign. Madmike coloro che saranno soggetti a tagli (30mila militari + 10mila civili - ammesso che resti questo il piano) pensa che si lascieranno licenziare senza muover foglia? Se la sinistra, soprattutto quella estrema tanto legata ai sindacati (ergo al lavoro a tutti i COSTI), promettesse di ammorbidire i tagli (e non sarebbe un'utopia dato che lo strumento militare è considerato al pari di scuola e sanità un'enorme bacino elettorale) in nome della crisi e della mancanza di lavoro, il tutto a scapito dell'efficienza del mezzo militare, Lei crede che quei 40mila non sarebbero disposti a votare a sinistra pur di avere una minima speranza di non finire a spasso (io un pensierino lo farei, tanto peggio di perdere il lavoro che potrebbe accadere)? Oppure, dato che la Fologore è notoriamente di destra, decidono che è meglio farsi segare ma almeno poi a tavola mangiano "pane e principi, anzi no...solo principi"?! Ma non vede cosa sta succedendo? La prossima campagna elettorale vedrà la Difesa e tutte le sue spese sotto la lente d'ingrandimento e programmi come le FREMM e lo JSF saranno un sogno, almeno nell'immediato! So bene che la MM ha un requisito per 10 unità, so bene che è inamovibile su questo punto se vuole sostituire le 14 fregate attuali, ma conosco altrettanto bene i nostri politici e il politichese e Le dico che la mancanza di una visione strategica, che Di Paola aveva pur tentato di dare al nostro strumento militare, causerà non pochi danni all'operatività della difesa nonchè al compoarto industriale nostrano. Se Lei non vede la gravità della situazione (perchè magari ama crogiolarsi nella sua visione), senza catastrofismi ma pur sempre con un minimo di oggettività/obiettività, allora temo che prossimamente rimarrà alquanto deluso nel constatare che i suoi "sogni" si sono infranti sull'altare dell'interesse partitico, perchè mi auguro che Lei sappia che in Italia prima di tutto vengono le poltrone per i politci, con i privilegi che ne derivano, e poi tutto il resto!!!
  3. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    @Eagle spotter: copi e incolli le mie discussioni su questo forum su quello di forum difesa? :rotfl:/>/>/>/> @Andreadoria: mi spiace interrompere i tuoi "sogni di gloria" ma leggi questo articolo su http://grnet.it/ (Riforma strumento militare: stop a Di Paola. E Bersani si schiera) e capirai! Purtroppo la breve parentesi di uno strumento militare efficiente e sostenibile sta per terminare anche perchè l'Amm. Di Paola sembra destinato ad altri incarichi o in ambito Nato o in ambito Finmeccanica. Alle porte già premono Niky Vendola, Di Pietro e tutta la truppaglia arcobaleno e pseudopacifista pronta a buttare alle ortiche quanto di buono si stava tentando di fare in ambito Difesa. In nome dell'art. I della Costituzione "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione" e dell'art. XI "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo", temo che verranno ulteriormente ridimensionati i fondi al procurement (quindi addio FREMM 7,8,9,10 e upgrade delle capacità sulle altre) e i tagli al personale militare et civile saranno bloccati (i voti dovranno pur prenderli da qualche parte no?); inoltre ci sarà un'accellerazione sul ritiro delle truppe dall'Afghanistan venendo meno agli impegni presi in sede Nato e bilateralmente con gli USA (minando la nostra affidabilità nel consesso internazionale). La rete dei centri sociali/pacifisti/verdi e comunisti (Bertinotti, Diliberto ecc.ecc.) si fregano le mani perchè il governo del Pd che ci sarà nasce già sotto ricatto di questi "Veri patrioti" lesivi dell'interesse Nazionale. AMEN
  4. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Riporto stralci di un'intervista fatta all'Ammiraglio di Squadra Luigi Binelli Mantelli sulla rivista Aeronautica & Difesa: A&D: ...Qual'è lo stato dell'arte (riferito al programma FREMM)? AdiS:...Occorre ricercare la copertura finanziaria per le ultime quattro FREMM (dal resto dell'intervista si evince che la MM non intende rinunciarvi), significando che gli accordi contrattuali offrono la possibilità di esercitare l'opzione per la prima e la seconda coppia rispettivamente entro aprile 2013 ed aprile 2015... A&D: ...introduzione nuove unità? AdiS:...in prospettiva, ribadendo l'importanza dei programmi di rinnovamento già in corso (FREMM, NH-90, U212, JSF), la Marina Militare intende finalizzare anche quelli destinati al rimpiazzo nel breve termine, dei rifornitori di squadra classe Stromboli, delle unità ausiliarie Anteo e Magnaghi...Nel medio termine, è invece prevista la sostituzione delle unità anfibie, dei pattugliatori e dei cacciamine. A&D:...Quali sono i piani della Marina Militare nell'ambito delle piattaforme UAS? AdiS:...Ala rotante - l'elicottero Schiebel Camcopter S-100 già testato su nave Bersagliere in condizioni di mare forza 4-5 e con 30 nodi di vento. Ala fissa - è in corso di definizione l'attività contrattuale per l'acquisizione di 2 sistemi Insitu ScanEagle, dotati ciascuno di 5 velivoli. Prevediamo che il primo sistema venga consegnato entro il 2013.
  5. Franky

    Caccia sthealth europeo

    Obiettivamente penso che i Francesi tireranno avanti con il Rafale installando nel corso della sua vita operativa le migliorie che l'industria transalpina produrrà Questi tipi di veicoli sono più che sufficienti per fronteggiare le attuali minacce, e nè se ne profilano di differenti all'orizzonte. Un intervento in Siria, un appoggio contro l'Iran o bombardare le postazioni qaediste nel nord del Mali vedono questi veicoli ampiamente sufficienti per svoglerne il compito. E' ovvio, comunque, che i francesi non si cullano certo sugli allori e guardano al futuro che è la 6° generazione (ormai la 5° è il presente prossimo) fatta di UCAV ma che secondo me non dovranno essere solo caccia bombardieri, ma anche caccia intercettori. Penso questa sia la sfida più grande da vincere!!
  6. Franky

    Caccia sthealth europeo

    Onestamente ritengo impossibile che la Francia si doti dell'F-35 per vari motivi: - Sembra che il Rafale, quando andrà a sostituire gli ultimi Mirage-2000, sarà l'unica piattaforma operativa/multiruolo sia per l'Aeronautica sia per la Marina, ovviamente con le rispettive particolarità. - I Francesi, a differenza degli Italiani, non costruiscono nulla che non veda impegnata fortemente la propria industria e le relative tecnologie. Si sa che gli Americani non condividono, per ragioni di sicurezza nazionale (io invece lo chiamo opportunismo industriale), le tecnologie core del veicolo (avionica, armamento ecc.) e perciò sarebbe impossibile trovare una soluzione che starebbe bene ad entrambi. Inoltre molto probabilmente, un ingresso dei transalpini, danneggerebbe l'industria italiana e quel poco di ritorno industriale che siamo riusciti a spuntare nelle contrattazioni con Lockeed Martin. - Il Governo Hollande, se proprio avesse una barcata di miliardi da spendere, li userebbe di sicuro per far crescere la propria industria (io dico a gran ragione) puntando magari su un'evoluzione del Rafale tipo un Rafale NG (next generation) sul modello del Gripen, con le dovute differenze logicamente. Forse dimentichi che pur di favorire la Dassault, il governo francese anni fa usci dal consorzio eurofighter, partorendo un veicolo molto ma molto vicino al Typhoon; una grossa oportunità mancata per l'industria Europea che in futuro non potrà più permettersi tali sprechi soprattutto con questi chiari i luna!! Sono favorevole invece affinchè dal progetto nEUROn si arrivi alla costituzione di una partnership industriale che punti alla costruzione di questi UCAV perchè è fondamentale non lasciare anche questo campo agli americani, dato che costituisce il futuro dei veicoli da combattimento. Così come spero che l'Italia e la Germania avviino una partership per il MALE Talarion!!
  7. Franky

    Marina Russa - Discussione Ufficiale

    E' un caso che all'ultimo Euronaval, la DCNS esponeva un mock-up di portaerei da esportazione? I Francesi guardano con molta attenzione (più di quanto non faccia l'Italia) ai BRIC e la Russia ha già ordinato le Mistarl, potrebbe perciò aggiungere all'ordinativo anche qualche bella portaerei finanziata dal petrolio e dal gas pagato profumatamente dagli Europei, Italia in primis. Sappiamo anche delle capacità francesi in campo della propulsione nucleare, e quindi avrebbe tutti i requisiti per costruirle. Io scommetto che sarà questa la soluzione, nel breve periodo, che la Marina Russa adotterà per colmare un gap industriale/tenologico; va da sè che nel lungo periodo la cantieristica russa dovrà riappropriarsi della sua indipendenza progettuale e ingegneristica, quindi penso che ci saranno ingenti investimenti in tal senso.
  8. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Riporto alcune dichiarazioni prese dalla rivista RID e fatte all'ultimo Euronaval 2012: RID - Sullo Scalp Naval ci sono delle novità o avete rinunciato all'idea di dotarvi di una capacità strategica di land attack? Amm. Binelli Mantelli - La Marina non ha assolutamente rinunciato all'idea di dotarsi di un missile land attack strategico. Attualmente però la limitatezza dei fondi non ci permette di pensare all'acquisizione di un sistema d'arma del genere. RID - Ecco, in tema di capacità convenzionali, mi sembra che una tendenza emersa con grande chiarezza da questo salone sia la difesa antimissile imbarcata. Qual'è la sua opinione in merito? Amm. Binelli Mantelli - ....Venendo alle implicazioni specifiche della sua domanda, un primo passo dovrebbe essere lo sviluppo di una nuova munizione evoluzione dell'ASTER 30, ovvero l'ASTER 30 Block 1 NT, a cui poi dovrebbe seguire in parallelo lo sviluppo e la realizzazione di un radar a 4 facce fisse sul modello SPY 1 Statunitense. _______________________________________________________________________________________________________________________________ RID: Ammiraglio, possiamo fare il punto sul programma FREMM? Amm. Nencioni: Direi, per prima cosa, che la buona notizia è la conferma del finanziamento delle prime sei unità da parte del DDL Stabilità....(aggiungo io che la Marina non rinuncia alle sue FREMM, il sentore è che si avrà un allungamento dei tempi anche per integrare le nuove modfiche, ma il programma sarà completato per intero) RID - Cosa ci può dire sull'ASTER 30 Block 1 NT? Amm. Nencioni - In ambito Stato Maggiore Difesa il requisito deve essere ancora approvato, ma l'esigenza c'è. E' chiaro che il discorso relativo all'ASTER 30 Block 1 NT è legato a quello dello sviluppo e della realizzazzione di un nuovo radar a 4 facce fisse. A tale proposito stiamo ragionando con i Francesi (ma anche con gli Inglesi) per l'eventuale avvio di un programma di cooperazione (aggiungo io che i francesi per la difesa ABM e antiaerea a lungo raggio stanno sviluppando il Thales SF-500 (SEA FIRE 500) in banda S a 4 facce fisse da installare sulle FREMM ER previste per soddisfare questo nuovo requisito). RID - Ci sono novità riguardo alla nuova LHD e alla nuova rifornitrice di squadra/unità polifunzionale per la Marina? Amm. Nencioni - Gli studi sono ancora in corso e tutto dipende degli stanziamenti dei prossimi bilanci della Difesa. Per quanto riguarda l'LHD, sul tavolo restano ancora ipotesi di cooperazione internazionale, tra cui quella con il Brasile.
  9. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Ehi ragazzi date un occhiata a questo doc. "Piano della Performance 2012-2014" alla slide 56 (I programmi che sono oggetto di attento riesame per la verifica della compatibilità operativa e finanziaria) + slide 65 (Stanziamenti in conto competenza per Missioni Programmi Obiettivi MPO). http://www.difesa.it/trasparenza_valutazione_merito/Documents/Piano_Performance_Direttiva_Generale_TomoI.pdf
  10. Franky

    Shenyang J-31 - Discussione Ufficiale

    Prototipo con il codice 31001 (cui la stampa ha attribuito la designazione di J 21 o J 31), si tratta di un cacciabombardiere monoposto con caratteristiche stealth meno spinte di quelle degli ispiratori statunitensi, propulso da due motori che sembrano essere i nuovi turboreattori a doppio flusso Guizhou WS-13B da 9500Kg/s con postbruciatore al decollo ma non si esclude che possa trattarsi di una versione dei Klimov RD-93 da 8300 Kg/s (nel secondo caso con ugelli fissi, mentre nel primo sarebbe previsto una certa capacità di orientare la spinta). Le prestazioni sono soltanto ipotizzabili ma dovrebbero essere dell'ordine di quelle dell'F/A-18E "Super Hornet". Fonte Aeronautica & Difesa Voglio aggiungere che anche se tecnologicamente inferiore all'F-35 cui s'ispirerebbe, è da apprezzare e temere le crescenti capacità della Cina nel portare avanti progetti (con uno sforzo economico notevole) che in occidente richiederebbero decadi. Prima o poi il Drago raggiungerà il livello tecnologico made in USA e allora ne vedremo delle belle!!
  11. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Posto questi due link che vi saranno molto utili per capire cosa sta accadendo e riporto uno stralcio della legge di stabilità 2013: -http://www.rgs.mef.gov.it/_Documenti/VERSIONE-I/Leggi-plur/2012/2-MISE.pdf -http://documenti.camera.it/leg16/dossier/Testi/ID0025.htm "...il rifinanziamento del programma FREMM, per il quale sono autorizzate risorse aggiuntive pari a 321 milioni nel 2013, 261 milioni nel 2014 e 268 milioni nel 2015, cui si aggiungono 1,2 miliardi per gli anni 2016-2019." Quindi di sicuro abbiamo finanziate la 7° e 8° FREMM, dopo il 2019 penso che saranno costruite anche la 9° e la 10° in sostituzione delle 4 Maestrale. Risulterebbe finanziata anche 1 unità ARS/NAI, per salvataggio e comando sommergibili, nonché appoggio incursori e uno studio di fattibilità per una LPD (fonti RID). Sicuramente io avrei preferito fregate meno sofisticate, come le francesi, ma un numero maggiore di unità (sperando in un'implementazione dei sistemi d'arma e sensoristica in un secondo momento). Spero che si possa procedere anche alla costruzione di OPV almeno una classe di 6 unità! Per quanto concerne il 3% di PIL da dedicare alla difesa, credete che l'Italia possa mai spendere 48mld di € nel settore della difesa? Sarebbe un sogno e onestamente anche spropositato rispetto alle nostre esigenze. Credo che un 1.5/1.7% del PIL sia più che onesto; stiam parlando pur sempre di 24-25 mld di €. Al momento i fondi si sono contratti a 19 mld e con una tale cifra è davvero difficile far quadrare i conti considerando anche che i cordoni del MISE si sono ristretti notevolmente. Confido in un futuro più roseo perchè l'Italia necessita di una Marina forte per il ruolo che ha sempre avuto nella storia e che avrà anche in futuro!
  12. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    Ma infatti la seconda Cavour è una favola! A questo punto 8 FREMM (Scalandone 2 dal ruolo AAW) e costruire 2 Orizzonte nuovi con piene capacità Land Attack, ATBM e AWW. Certo che una coppia di U212a come l'ho concepita prima non ci starebbe per niente male, e il ministro Di Paola potrebbe anche applicarsi di più dato che è stato un sommergibilista. Così come è strutturata la MMI s'è fortemente ridimensionata; spero che escano fondi supplementari perchè stiam scivolando in seconda classe. La Garibaldi LHD no, e che cavolo! Ma potremmo avere un giorno navi della classe delle Mistral o dobbiamo fare sempre i pezzenti! Se penso ai 100mld di € d'evasione fiscale/60 mld di burocrazia/30 mld di corruzione e sprechi ogni anno in Italia mi sale una rabbia, perchè potremmo permetterci il meglio ed invece siamo costretti sempre a ridimensionare. Finirà che un giorno la nostra MMI sarà composta da una barca a remi con un moschetto per la prima linea mentre per la seconda linea una zattera con arco e frecce - bella prospettiva. Si sforzano di farci credere che siamo ancora una marina di serie A, ma la verità è che i continui tagli non stanno facendo altro che indebolirci in un mar Medierraneo in continua ebollizione. La tecnologia, l'automazione non possono certo supplire alla mancanza fisica di unità, quindi la scusa del poco ma buono non sta a galla, è solo un modo per pararsi il culo. Ci vorrebbe un'altro piano navale come avvenne anni fa, solo così si potrà dare una forte spinta alla cantieristica nazionale che occupa migliaia di addetti diretti e nell'indotto e nel contempo dotarci di uno strumento marittimo realmente competitivo e in grado di reggere qualsiasi scenario ci si potrebbe presentare nel futuro prossimo. Ma le mie sono allo stato attuale solo utopie! PECCATO.
  13. Franky

    Abbattere i razzi kassan in volo.

    Cero che sono diversi, ma in un articolo su R.I.D. (non ricordo il numero) lessi che gli USA starebbero pensando di adattarlo anche ad uso dell'Iron Dome, oltre alla sua destinazione ufficiale. Se così fosse ci troveremmo davanti ad un bel sistema polivalente! Il rateo di letalità dell'ID è del 75% (non del 90%), ma le sue criticità sono due: - I missili sono troppo costosi, infatti si sta cercando di ridurne il costo per unità. - In un attacco di saturazione, esaurirebbe ben presto la sua efficacia.
  14. Franky

    F-22 Raptor tesina

    Le info che tu cerchi sono classificate! Se fossero in linea i cinesi non si darebbero tanto da fare per ottenerle (a quanto sembra anche con un discreto successo). Comunque dai un'occhiata alla discussione ufficiale nel forum! In bocca al lupo :okok:/>
  15. Franky

    FREMM - discussione ufficiale

    @David79: come detto da Viata85, mi sembrano progetti un pò campati in aria con un arco temporale troppo vasto anche solo per poter soddisfare le specifiche dello strumento navale tra una decina di anni, no?! Di cosa dovremmo farcene di una seconda Cavour? Non sarebbe meglio mettere in progetto una piattaforma da cui possano operare in futuro UAV/UCAV? 1LHD e 2LPD sono più che sufficienti visto come sarà composta la nostra forza anfibia o di proiezione dal mare (certo parlo sempre di costruire piattaforme da 20000 tpc in su). Se dovessi scegliere opterei di sicuro per il completamento del programma FREMM (10 unità) e la costruzione di 8/10 OPV da 4000 tpc perchè avere una rosa di 18/20 unità tra fregate e pattugliatori medi costituisce una solida spina dorsale che ci permetterebbe di operare in più scenari contemporaneamente senza particolari affanni. Se poi mi fosse concesso di esprimere un desiderio sicuramente costruirei una terza coppia di U212 con tonnellaggio incrementato e l'allargamento dei tubi di lancio per ospitare a bordo missili antinave e land attack, sarebbe una pedina strategica non indifferente - pensando anche agli Scorpene degli israeliani (LO SO NON AGGREDITEMI...HO DETTO CHE E' UN SOGNO!!!). Ma oltre alla piattaforma navale penserei anche ad irrobustire un pò il parco elicotteri composto da EH-101 e NFH-90. Per esempio, per risparmiare qualche soldino, si potrebbe pensare di far operare dagli OPV, UAV a decollo verticale quali lo Schiebel Camcopter S-100 o il RQ-8A Fire Scout che hanno autonomia e carico pagante più che sufficiente per svolgere missioni di pattugliamento, potendo così dirottare gli elicotteri ad essi dedicati alle FREMM. Per quanto riguarda gli F35B non se ne parla proprio! Costano un botto di soldi e la loro valenza operativa è molto dubbia (almeno per me); con 1mld risparmiato per acquisirne almeno un'altra decina (nelle previsioni più ottimistiche) potremmo implementare le capacità ATBM di cui i Doria sono dotati al livello start (questo per rientrare nel progetto dello scudo missilistico della NATO).
×