Jump to content

martin pescatore

Membri
  • Posts

    240
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by martin pescatore

  1. In realtà le due marine non sono proprio confrontabili. La notra per cinquanta anni ha avuto il compito di fornire la scorta agli USA in caso di guerra contro il Patto di Varsavia, e per questo ha richiesto sempre unità tecnologixamente molto avanzate, anche se spesso fino alle Maestrale erano più scena che sostanza a parte i caccia. La Marine National non ha mia preso in considerazione di affiancare direttamente la NATO nel confronto con la flotta sovietica: l'onore di far sterminare la propria flotta fino all'ultimo dai Kirov lo hanno sempre lasciato volentieri ai britannici. A loro nel caso di guerra con il Patto di Varsavia spettava tenere sotto controllo l'Africa e l'Atlantico centrale, per questo hanno avuto tante unità ma tecnologicamente non eccelse, e prive sempre di forti sistemi AA. E la cosa a loro ha fruttato molto, perchè ha permesso anche di avere sempre un gran numero di unità per tenere sotto controllo i possedimenti d'oltremare e le ex colonie fonrnedo appoggio alla Legione Straniera. Quanto a mezzi e capacità non lasciamoci ingannare dalle navi che hanno nella flotta, il limite francese è che vogliono che tutto sia autarchico, a parte pezzi rari come i reattori nucleari o le catapulte, e quindi sostengono spese maggiori per raggiungere lo stesso risultato di altri, ma se non fosse per questo limite solo i britannici potrebbero paragonarsi a loro, e comunque alla lontana visto che il loro arsenale strategico è 100% USA e concesso da questi solo per reciproco interesse. Se un giorno gli interessi USA e UK divergeranno, non esisterà più nessun arsenale strategico britannico, non hanno i mezzi economici per permetterselo da soli.
  2. Più che inaffidabili, costano una cifra enorme per ora di volo, vantaggi del monopolio.
  3. Il rischieramento di Global Hawk in Mediterraneo è già stato preso in considerazoine, e probabilmente si farà impiegando la Sicilia come base di partenza, per coprire sia l'Africa che il Medio Oriente. Per vedere i Mig-31 in Siria ci vorrà qualche anno, tra restauro dei mezi accantonati dalla VVS eaddestramento di tecnici e piloti siriani, le due cose sono pienamente compatibili come tempi, e il valore di deterrenza è già raggiunto dall'annuncio che la Siria si doterà di cinque Mig-31. Non piacerebbe a nessuno vedere un Global Hawk precipitare in Siria per colpa di un Mig-31 e dei suoi cannoni e la sua elettronica speidta a Mosca con il primo volo Aeroflot.
  4. C'è differenza sì, visto che già oggi hanno i Rafale M che sono superiori anche agli F-18A/B, che sono tutto quello che la Navy ha a disposizioe al momento, mentre gli F-35B (22 in tutto) arriveranno tra dieci anni, e hanno gli E-2C, e li avranno ancora mentre noi sempre a tirare la carretta con gli EH-101HEW. E' che la dovevano fare più grande, ma non avevano i reattori e i soldi per farlo, e quindi la CdG ha poca autonomia operativa, anche se è nucleare, e questo è il vero motivo per cui non faranno mai una seconda unità, altrimenti perchè imbarcarsi con UK per le CVF/PA2 quando tutti i difetti d progettazione della CdG sono ormai conosciuti e si possono eliminare dall'inizio in una seconda nave? La nuova PA sarà a propulsione convenzionale, ma con 70.000 tonnellate avranno tutti i magazzini e lo spazio per i mezzi necessari a compiere lunghi cicli operativi reali prima di finire con tutti gli aerei a terra per manutenzione. Poi che i nostri mezzi CSAR (gli EH-101) siano migliori conta poco, o abbiamo in mente di fare del Cavour una nave soccorso? Gli NFH-90 con il Cavour c'azzeccano davvero poco, sono destinati alle fregate e ai caccia, Cavour dovrebbe imbarcare solo EH-101 tra HEW e ASH/CSAR.
  5. Possiamo metterla coì, una MEU di quella consistenza viaggia con una LHD, che nei prossimi anni sarà un LHA (bella cretinata che fanno), minimo una LPD e altre unità da sbarco e logistiche varie, senza però contare la Navy vera e propria. La LHD è da 40.000 tonnellate, la LPD da 25.000 tonnellate, e poi ci sono altre unità belle grandi, e ci sbarcano 2800 uomini circa. Noi con i tre Santi da 8.000 tonnellate, una LHD o LPD da 15.000 tonnellate o forse 20.000 e zero altre unità ausiliarie trasporteremo lo stesso numero di uomini, quindi da qualche parte c'è il trucco, o no? secondo me per prima cosa i fanti staranno come carne in scatola nelle navi, e per seconda cosa dopo lo sbarco avranno autonomia per qualche giorno al massimo, poi faranno dieta e footing, cioè per essere più chiari i mezzi saranno senza benzina e i fanti senza cibo.
  6. Ma che vi siete fissati con i duelli tra israeliani e siriani? A che servono cinque Mig-31 alla Siria? A far passare la voglia agli americani di mandare i loro UAV HALE in volo sopra la Siria. Non vi siete accorti che gli americani stanno ridislocando i loro UAV HALE in Mediterraneo? Con caccia normali sono inintercettabili, mentre un Mig-31 li butta giù poco dopo che hanno violaato lo spazio aereo siriano.
  7. Grazie a Sangria per le tantissime e belle spiegazioni, non capita tutti i giorni di imparare da uno del mestiere. Però lancio pure un paio di provocazioni. Il gruppo di volo è uno solo, ma se si mette in mare una LHD o LHA di buone dimensioni, ce li abbiamo EH101ASH a sufficenza? Non costano due soldi, e più o meno quelli ordinati sono scarsini per una LHD o LHA. Il modellino non ho capito perchè è chiamato LHD, se non ha ponte continuo e hangar sottoponte dovrebbe essere una LPD, con la compoennte principale data dai mezzi anfibi, non dagli elicotteri. Comunque se ho capito che la Marina vuole una groossa unità anfibia da adibire al comando delle operazioni anfibie, non ho ben capito due cose, perchè una LHD può avere i finanziamenti UE e una LPD no, e perchè una LHD sia meglio, visto che teoricamente ci servono le più grandi capacità di trasporto pesante possibile, e una LHD ha troppi locali adibiti agli elicotteri e alla loro assistenza rispetto ad una LPD.
  8. L'E-2D si può cancellare dalla lista, perchè per anni gli USA non accetteranno di esportarlo, deve ancora entrare in servizio con la Navy figuriamoci se accettano di cederlo ad altri. Per il mercato export c'è l'E-2C Advanced Hawkeye che comunque a seconda dell'allestimento che gli USA accettano di concedere in fatto di software, è una macchina superba, almeno per il radar. Globalmente alla pari con il G-550AEW in fatto di radar se gli USA accettano di venderlo in versione equivalente al E-2C con gli ultimi aggionrmenti impiegato dalla Navy, cosa possibile dal momento in cui entrerà in servizio l'E-2D (se il cliente è affidabile), ovviamente penalizzato dal particolare aereo che impiega.
  9. Se si fosse stipulato un contratto legato a USAF; si sarebbe trattato in realtà di un contratto FMS, soggeto ad approvazione governativa, e per legge con prezzi non inferiori di quelli praticati a USAF. Poichè USAF acquista il 90% dei C-17 esistenti al mondo, no nsi possono avere sconti perchÈ in realtà il prezzo pagato dal governo USA è già il prezzo minimo al quale Boeing accetta di vendere i propri aerei. La RAF ha acquistato i suoi dopo un leasing iniziale, nemmeno loro erano intenzionati all'acquisto, ma dopo i ritardi del A400, e l'azzeramento dei costi di addestramento e logistica, che penso sia stato un regalo fatto dal Pentagono per gli impegni britannici in Irak e Afganistan, bastava pagare una cifra ragionevoli per tenerseli definitivamente, e visto che c'erano hanno aggiunto un paio di velivoli in più pagati a prezzo di mercato. Al limite restavano canadesi e australiani, ma coordinarsi con loro non è facile, perchè hanno tempi e priorità proprie, e fuori del Commonwealth e gli USA hanno pochissimi rapporti militari di cooperazione.
  10. Quali sconti? L'unico sconto possibile sarebbe se USAF passasse sottocosto l'addestramento e la manutenzione, alla Boeing di vendere scontati i C-17 non ci pensano proprio per tre o quattro aerei. Nemmeno il Regno Unito ha ottenuto alcuno sconto, e sono praticamente già a sei aerei ordinati. Però hanno ottenuto dalla USAF addestramento e supporto logistico, frazionando i costi rispetto ad una scelta autonoma in questi settori. A loro servono oltre dieci ordini per tenere la linea aperta almeno uno o due anni in più, se qualcuno farà un ordine così consistente si parlerà forse di sconti.
  11. Sui AEW le antenne AESA fisse sono la scelta dei poveri (si fa per dire) che non si possono permettere un aereo con rotodome. A parità di peso, nel rotodome si può montare un'antenna con un numero maggiore di elementi radianti e destinargli tutta l'energia elettrica disponibile, permettendo di guardare più lontano e con visione davvero a 360 gradi. Erieye e G550AEW non vedono realmente a 360 gradi, l'Erieye per niente e il G550 solo con portate limitate anteriormente e posteriormente, e la potenza elettrica viene distribuita su più antenne, limitando quella disponibile per una singola spazzata. La U.S. Navy di certe cose se ne intende e preferisce un'antenna AESA sola, la più grande possibile in un rotodome sovraelevato, e con tutta la potenza elettrica destinata a quella sola antenna, per vedere il più lontano possibile e davvero a 360 gradi.
  12. Veramente, sarebbe: Brown Water-- capacità di combattere esclusivamente nelle proprie acque, in prossimità della costa Green Water--- capacità di combattere in mare aperto, ma nel raggio d'azione della propria aeronautica basata a terra, il requisito minimo è avere unità in grado di prendere il mare in ogni condizione e di rimanere in navigazione almeno qualche giorno Blue Water--- capacità di combattere in mare aperto, al di fuori del raggio d'azione della propria aeronautica basata a terra, il requisito minimo è la capacità di difesa AAW di zona e di rifornimento in mare capacità di una marina di combattere vicino ad una costa nemica e di proiettarvi unità di terra--- capacità Littoral Warfare e capacità di proiezione anfibia di forza, i requisiti minimi sono unità adatte a combattere in ambienti marini ristretti per la prima, mezzi anfibi e supporti per la seconda.
  13. Classe Iowa e classe Yamato appartengono ad una categoria tutta loro, potrebbero essere definite Navi da Battaglia post-post-trattato di Washington. Tutte le altre sono state le prime unità realizzate oltre i limiti fissati nel trattato di Washington, e presero come base la minaccia avversaria costituita da navi progettate durante la prima guerra mondiale se non prima. Quindi l'unica classe americana paragonabile delle due è la South Dakota. Sulla qualità degli apparati propulsivi e dell'artiglieria americane non ci sono dubbi, sulla superiorità delle loro DT molti. Dalla fine della IIGM le superstiti navi da battaglia sono state impiegate solo per tiro controcosta, bersagli immobili e più o meno estesi, che non richiedono la precisione e la capacità di stima di velocità e rotta relative del tiro contronave. Al contrario i rapporti degli scontri navali di superfice della IIGM riportano tutti lunghe serie di salve prima di mettere a segno un solo colpo, con la eccezione della Bismarck che piazzò già la terza salva. Non sò se per colpo fortunato intendi dire i danni inferti da quella salva o il fatto che già la terza sia andata a segno, io non credo che sia stata tutta fortuna la velocità cona la quale la Bismarck aggiiustò il tiro. Colpo fortunato potrebbe essere considerato anche quello che disabilitò il suo timone. Passando poi alla utilità pratica delle unità, la South Dakota possiede un armamento simile alla Iowa, ma non ne possiede nè la velocità, nè la protezione (il valore attribuito dipende più dai contenuti tecnologici che dalla resistenza assoluta). La DT è chiaramente inferiore negli scontri diurni, e recupera efficacia in quelli notturni, poichè non permette di stimare efficacemente le accostate e la velocità relativa, lì si doveva fare ricorso ancora ai sistemi ottici, e giapponesi e tedeschi nel settore avevano un asuperiorità schiacciante, ma anche gli inglesi non scherzavano. La South Dakota per sfruttare efficacemente la sua artiglieria doveva comunque consentire all'avversario di serrare le distanze, e con la bassa cadenza di tiro e la minore velocità si arrivava in poco tempo alla distanza ideale per l'avversario, dove i 380 o i 381 erano letali contro una nave simile. La scelta tedesca di associare pezzi ad alta cadenza di tiro con una DT allo stato dell'arte compensavano ampiamente la minore potenza del singolo colpo, assunto che il singolo colpo possedesse ancora la capacità di infliggere pesanti danni. Quindi se la Iowa è sicuramente la più potente e riuscita nave da battaglia nell asua categoria, che comprende solo le Yamato oltre a lei, la South Dakota è un abuona rappresentante delle prime corazzate post-Washington, ma è lontana da quella superiorità attribuita nell'articolo. La somma di una bassa velocità, relativamente bassa cadenza di tiro, protezione non eccezionale in assoluto, DT non eccelsa nel tiro diurno, compensano la potenza dell'artiglieria e la efficacia della DT nel tiro notturno, e penso che le South Dakota NON siano state delle navi dalle caratteristiche equilibrate, cioè un avversario esperto con navi da battaglia equivalenti le avrebbe messe in grossa difficoltà. Il giudizio si ribalta, sempre secondo me, per le Iowa, che combinavano invece alta velocità con grande protezione e armamento potente.
  14. Le corazzate della classe Littorio avevano i loro difetti, ma l'articolo è assai poco serio. E' più <o meno dell ascuola "noi americani facciamo sempre tutto meglio!". La part pegiore è quella sui sistemi di direzione del tiro. Confrontare la DT della Bismarck, progettata a metà degli anni trenta, con quella della IOWA, la cui DT radar aveva quasi sette anni di meno come progetto è già sbagliato. Poi arrivare a dire che la DT della IOWA permetteva il tiro oltre le 27000 yarde rasenta il ridicolo, visto che già a quele distanze non si colpiva nulla per definizione indipendentemente dalla DT. La Bismarck possedeva una DT che per tutta la guerra è stata forse la migliore in assoluto insieme a quella giapponese delle Yamato, e all'epoca anche l'apparato radar era ai vertici mondiali, in un momento nel quale si tirava fuori un nuovo radar all'anno. Se la rete radar CA tedesca è un metro di paragone, una Bismarck o Tirpiz varata nel 1944 avrebbe eguagliato o superato quasi tutte le altre unità come DT.
×
×
  • Create New...