Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
F-22 Raptor

Max Immelmann

Messaggi consigliati

Era un pilota tedesco nella Prima Guerra Mondiale ed è stato l'inventore della virata Immelmann ed è morto o in combattimento oppure un guasto al velivolo;che ne pensate?sicuramente è stato un pilota che ha segnato la storia dell'aeronautica non credete?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Von Richtofen (il Barone Rosso) considerava immelmann come il suo maestro e usava quasi sempre la manovra dell'immelmann dopo uno scontro frontale con l'aereo avversario per portarsi in vantaggio....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bravo, ma ovviamente difficile da confrontare con altri piloti in quanto nel campo dell'aviazione eravamo ancora all'inizio. di sicuro lo ritengo un pionere dell'acrobazia aerea che come già detto da il nome alla figura acrobatica composta da mezzo looping e mezzo tonneau.

 

 

per quanto riguarda la sua morte ci sono tre filoni di pensiero:

 

Le versioni riportate successivamente sono le seguenti:

Franz Immelmann, fratello di Max: secondo lui fu un difetto del sincronismo tra mitragliatrice e motore a malfunzionare.

Immelmann sparò e si "falciò l'elica". Le vibrazioni susseguenti la rottura di una pala distrussero poi quasi istantaneamente i supporti del motore e la fusoliera.

Secondo gli Inglesi Immelmann fu abbattuto dal Ten. G.R. McCubbin e dal suo mitragliere Cpl. J. H. Waller.

Secondo i tedeschi Immelmann fu colpito dalla contraerea (i cannoni che sparavano, però, erano tedeschi!)

 

da www.aspertenpan.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qualche spiegazione era stata anche data da MIK_RE

 

IMMELMAN

 

Manovra elegantissima ideata da Max Immelmann , uno dei primi assi dell'aviazione tedesca che, insieme al francese Adolphe Pegoud e al sovietico Nesterov, può essere considerato uno degli inventori dell'acrobazia aerea.

Figura composta da 4/8 di looping seguito da ½ roll (tonneau), ideata con lo scopo di consentire un rapido cambio di direzione senza esporsi al fuoco avversario come invece avverrebbe con una semplice virata.; In pratica un'evoluzione del wingover e resa possibile dalla nuova motorizzazione del Fokker E III.; Difatti, il monoplano dell’asso tedesco venne più volte rimotorizzato, portandone al limite le caratteristiche strutturali.

Forse fu per questo che Immelmann morì non abbattuto dal fuoco nemico, bensì a causa di un cedimento strutturale del velivolo, probabilmente provato dalla fatica e dalle sollecitazioni imposte da un motore forse troppo potente.; anche se questa versione dei fatti è sempre stata oggetto di discussione;(lo stesso Anthony Fokker, dopo aver esaminato il relitto, sostenne che la fusoliera era stata colpita da almeno due proiettili).

 

Breve cenno storico:

Era il primo di Agosto del 1915. Uno squadrone di nove Quirks ,aerei biposto da osservazione e bombardamento inglesi apparivano nel cielo di Douai, sorprendendo al suolo i velivoli tedeschi.

Max Immelmann e Oswald Boelcke, calzati gli stivali e ancora in pigiama, saltarono sui loro nuovissimi Fokker E.III Eindecker ; in pochi minuti i due furono addosso ai Quirk.

La mitragliatrice di Boelcke si inceppò quasi subito, mentre Immelmann continuava da solo e riusciva ad abbattere un avversario e a mettere in fuga gli altri.

Il pilota abbattuto riuscì in un atterraggio di fortuna e Immelmann gli planò accanto.

A terra i due avversari si strinsero la mano.

 

Le fasi della manovra sono:

Ingresso: velocità 240 km/h, ali livellate, assetto orizzontale.

Cabrata: Si cabra con decisione. (4 G).

Manetta tutta dentro e pallina al centro.

Verificare il corretto assetto osservando i traguardi esterni sull’orizzonte (Triangolini fissati su ciascuna delle semiali).

Volo rovescio: Alla sommità del mezzo loop la nostra velocità sarà minima e dovremo riportare la cloche leggermente in avanti per cominciare una brevissima fase di volo rovescio (circa 2s) e assicurarci la velocità necessaria alla seconda fase della manovra; verificare di avere ancora le ali perfettamente livellate con l'orizzonte, e pallina al centro.

Riferimenti utili per mantenere la direzione durante questa fase e le successive sono normalmente le strutture a sviluppo orizzontale, quale ad esempio l'asse pista.

Mezzo roll: è la fase della manovra più critica, perché la velocità dell’aereo è al limite. Si sposta la barra a sinistra e per agevolare la rotazione si affonda il pedale dx.

Appena l’aereo inizia a ruotare, si rilascia il pedale destro e si accompagna la rotazione con il pedale sx, contemporaneamente bisogna iniziare a centralizzare il timone di profondità

Ai 90° , Ali a coltello, la posizione dei comandi deve risultare; pedale sx a fondo corsa, cloche a sx e centrale (pitch)

Superati i 90° , iniziare a scaricare il pedale sx, e cloche leggermente indietro(pitch) e a sx.

Attenzione ad uscire con la pallina al centro, senza sbandare.

L’errore più comune, è quello di terminare la manovra con una buona quantità di piede sx.

Niente paura, scaricare lentamente il piede sx, fino a centralizzarlo.

(PS: I giudici non notano l’imperfezione dell’uscita, ma notano lo scodamento dell’aereo se questa correzione viene fatta in fretta)

 

 

PS: Io in genere Baro, ed inizio la manovra a 250/260 Km/h.

Tirando 4G si arriva allo sommità del looping con una velocità decente per eseguire facilmente il 1/2 Roll.

 

PS:NOTA

4/8 di looping e ½ roll (tonneau):

Il looping viene considerato suddiviso in 8 parti; cioè composto da 8 frazioni di 45°

Vi sono manovre che richiedono 5/8 di looping (cuban 8 ; Half roll & Dive Out -rovesciamento - )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×