Jump to content
Uncino

Martin Baker MK6

Recommended Posts

Salve ragazzi, sono nuovo del forum ed ho notato che in questa sezione c'è molta gente competente. Avrei alcune domande da porre.

Ho il seggiolino posteriore di un G91, l'MK6. E' completo di tutto e volevo capire in che modo il pilota agganciava la maschera di ossigeno al seggiolino.

Ho scoperto, proprio su questo sito, che era necessaria la CRU-60/P. Ora, come veniva agganciata questa sul seggiolino? Inoltre volevo sapere se la bombola di ossigeno presente nella parte posteriore è ricaricabile o sostituibile. Grazie a tutti per le possibili risposte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

ti mando foto dettagliate tra poco. Se può servire, diciamo che il CRU-60/P non è parte del seggiolino M/B in alcun tipo di aereo occidentale, bensì è parte di quel poco di impianto ossigeno 'esterno' dell'aereo che comprende un segmento di tubo corrugato uscente dalla consolle di destra, tappato da un coperchietto a molla quando non in uso.

Il CRU-60/P in teoria andrebbe lasciato collegato al tubo e scollegato dall'imbragatura seggiolino/paracadute - era consigliabile non staccarlo troppe volte dal tubo, mentre la 'clip' che lo fissava alle cinghie non pativa nulla.

Piuttosto, è più facile vederlo fuori dall'abitacolo sull'imbragatura personale ('torso harness') di piloti di Phantom USAF, A-7 USAF, F-15, F-16, A-10, A-7 etc. Questo perchè si tratta di un concetto tutto diverso di imbragatura per il seggiolino.

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve ragazzi, sono nuovo del forum ed ho notato che in questa sezione c'è molta gente competente. Avrei alcune domande da porre.

Ho il seggiolino posteriore di un G91, l'MK6. E' completo di tutto e volevo capire in che modo il pilota agganciava la maschera di ossigeno al seggiolino.

Ho scoperto, proprio su questo sito, che era necessaria la CRU-60/P. Ora, come veniva agganciata questa sul seggiolino? Inoltre volevo sapere se la bombola di ossigeno presente nella parte posteriore è ricaricabile o sostituibile. Grazie a tutti per le possibili risposte.

 

 

Per la bombola ossigeno, presumo fosse ricaricabile.

 

Per il CRU: si può fissare in loco la 'clip' alla cinghia verticale destra dell'imbragatura combinata seggiolino/paracadute (F-104, G-91 etc.), quella non si muoveva mai da lì; il connettore lo si può lasciare, tuttavia - come spiegato nel post precedente - di per sè non fa parte del seggiolino.

 

Qui la clip che supporta il CRU-60/P, ingrandita da foto fatte tempo fa ad un paracadute dorsale (personale) che il pilota indossava su seggiolini meno sofisticati, quindi doveva per forza usare una delle cinghie del paracadute stesso visto che si saliva a bordo così equipaggiati, ma il sistema basico è identico.

Come vedi le due parti della clip prendono in mezzo la cinghia verticale destra e vengono serrate fortemente con una vite a ciascun angolo, in questo modo il supporto è assolutamente immobilizzato anche in caso di eiezione. La parte anteriore della clip porta due 'scivoli' inclinati che accettano la corrispondente parte posteriore del CRU; dopo averla infilata fino a fine corsa, un dente d'arresto blocca il tutto in posizione.

In alto il foro dove va a scattare il dentino del CRU, una volta in posizione:

 

 

005.jpg

 

 

 

qui ingrandita la parte bassa dei due scivoli dove si incastra il 'trapezio' posteriore del CRU.

 

004.jpg

 

 

 

Qui il CRU-60/P visto da davanti:

 

Image_April_8_126_600.jpg

 

 

 

 

La sottile parte dietro del CRU-60/P corrisponde all'incastro dei due scivoli della clip; in alto il perno mobile di arresto.

 

006.jpg

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della risposta. Sapevo che tu eri una biblioteca vivente.

Mi piacerebbe sapere, però, come si agganciava il tutto. In particolare il tubicino beige, quello che viene fuori dalla bombola, dove si collegava sulla CRU?

e il terminale del tubo corrugato dove andava a finire?

Ti invio alcune foto così magari posso capire meglio.

In pratica vorrei renderlo funzionante (parlo dell'ossigeno, per la parte degli auricolari ci sono già riuscito).

di seguito ti invio alcune immagini.

Poi volevo sapere se qualcuno ha tutti i dati tecnici dell'MK6, perchè vorrei capire come funzionano e come si agganciano le varie parti.

6s3l2g.jpg2motmwj.jpgdxb5av.jpg

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thanx per l'apprezzamento.

 

Premetto che sono molto più familiare con la tecnologia dei seggiolini russi della famiglia KM-1 e soprattutto K-36, oppure gli americani ACES (Escapac, etc.) che non i vari Martin Baker. Credo vedendo le foto, che il tubo corrugato sia lì 'stivato' sulla parte laterale del M/B per motivi pratici quando non in uso si vede bene il coperchietto a molla anti-sporcizia che chiude il suddetto tubo.

Ebbene quell'estremità va a connettersi con il segmento corrugato del CRU-60/P (parte inferiore), tramite una semplice manovra di inserimento a pressione - l'anellino di gomma biancastra che c'è sul CRU fa una tenuta sufficiente durante il volo. Non può esserci un diverso tipo di attacco, per esempio a baionetta, perchè la giunzione dovrà staccarsi istantaneamente e con assoluta facilità quando pilota e seggiolino si separeranno dopo un'eiezione.

 

Quindi: l'outlet laterale del CRU riceve la maschera, l'outlet inferiore riceve il tubo corrugato dell'impianto di bordo, e il piccolo outlet 'a gomito' (questo sì, ha la connessione a baionetta) riceve il tubicino ossigeno della bombola. Soltanto qui mi sorgono dei dubbi su quale può essere il suddetto tubicino nel tuo caso; sono più abituato col sistema degli ACES americani, qui forse può essere il tubo color arancione? Non riesco a vedere bene la sua estremità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per rendere meglio l'idea di quanto ho postato poc'anzi, questa è la connessione tra il 'gomito' del CRU e il tubicino di emergenza da bombola, però da un seggiolino ACES (o anche dalla bombola MD-2 nell'apposita tasca di un paracadute personale):

 

 

005.jpg

Edited by Smersh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì è diverso, non riesco a capire.

A meno che, il tubicino di colore giallastro non sia destinato a ricevere una sua prolunga (lì assente) che finisca poi col 'corretto' attacco per il CRU-60/P. Per quest'ultimo sono pressochè certo che è un normalissimo esemplare senza modifiche, perlomeno all'epoca non ne notavo - ne ho visti personalmente non pochi quando potevo entrare in una base di F-104 qui al Nord e ricordo i caschi di volo con maschere MBU-5/P e MBU-12/P, queste ultime con il loro CRU-60/P quasi sempre ancora collegato.

Evidentemente preferivano staccarlo dalla prolunga di bordo e farne parte integrale della maschera, invece di lasciarlo agganciato alle cinghie del M/B tramite la clip.

 

A questo punto credo che per un seggiolino di G-91 non possa cambiare nulla (discorso di standardizzazione dove possibile), ma ammetto di dovermi fermare qui. Lungo gli anni ho dovuto tracciare una linea di confine nel collezionismo; se si esce dal campo di equipaggiamenti e abbigliamento dell'aviatore e si comincia in quello degli accessori di seggiolino e cabina, si rischia di non finire più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potrebbero secondo te, modificato l'attacco? Visto che noto quel nastro isolante sul terminale del tubicino! Dove potrei trovare un altro tubo con aggancio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ne proprio idea, mi spiace. Siamo già in un campo prettamente specializzato sui seggiolini eiettabili e non ho competenza - escludendo forse i modelli russi KM-1 della Mikoyan- Gurevich e i K-36D della Zhvezhdà, ma anche lì mi ero focalizzato più che altro sulla parte 'interfaccia' pilota-aereo che porta tutti i collegamenti vitali per la sopravvivenza.

 

Una parte che mi aveva davvero affascinato, e mi serviva assolutamente conoscere diverse cose onde poter dare i tocchi finali a manichini full-size completati come aviatori deell'ex blocco dell'Est. Per altri completati come piloti occidentali, la cosa si fermava al CRU-60/P - o il suo diretto predecessore, il CRU-8/P - a cui collegare la maschera e la bomboletta d'emergenza del paracadute (quest'ultima normalmente una MD-1 o MD-2).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×