Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Rommel

URAL-4320

Messaggi consigliati

URAL-4320

 

Durante la metà degli anni ’60, era consolidata l’idea nell’Armata Rossa che i capaci e poderosi timbertruck fossero “il cavallo da tiro” perfetto, anche per gli anni a venire. E a ragione: perfetti in ogni terreno, adattabili a tutti gli allestimenti e di grande capacità tattica. Fu così che il Cremlino finanziò i primi esperimenti della ZIL quale il 134. Ural, fabbrica divenuta famosa per la produzione del modello 375, continuò l’evoluzione dei veicoli 6x6 a motore avanzato. La scelta comune fece cadere nell’oblio questa configurazione tradizionale, tagliando di fatto i fondi, e rilegando l’Ural a mera fabbrica di motori.

 

23uepg3.jpg

 

Ciò di cui non fu tenuto conto, consisteva nei costi di esercizio dei timbertruck e l’inutilità della loro mole in ruoli minori come il trasporto truppe, il trasporto merci leggero e i viaggi su strada a basso consumo di carburante. Fu quindi a fine anni ’70 che si riscoprì il vecchio progetto Ural, inadatto però ai tempi. Per un progetto ex-novo, la base di partenza fu il 375D, rimotorizzato con propulsori più efficienti, catena cinematica ripensata, sospensioni del disegno moderno, chassis rialzato e rinforzato, tecnologie elettroniche di gestione motore. Così nacque l’Ural-4320.

 

MOTORE

 

Inizialmente il motore era un V8 diesel Kamaz, non sovralimentato, quattro valvole per cilindro, capace di 240 CV a 2600 rpm. 10.857 cc di cilindrata.640 Nm di coppia a 1800 rpm. Dotato di carburatore più efficiente. Codice motore YaMZ-238M2.

4lpphk.jpg

 

La seconda motorizzazione consisteva in un motore V6 (derivato dal Kamaz V8), non sovralimentato, quattro valvole per cilindro, 11.150 cc di cilindrata, 180 CV a 2600 rpm e 882 Nm di coppia a 1800 rpm. Stesso carburatore del V8. Codice motore YaMZ-236M2. Questo propulsore è stato usato per lo sviluppo della serie NE2, dotata di sovralimentazione turbo e gestione dell’iniezione tramite centralina e non carburatore.

 

2jb1wdj.jpg

 

CATENA CINEMATICA E TRASMISSIONE

 

2mdh1ed.jpg

 

Si tratta della classica trazione 6x6. Cambio manuale 5 marce con RM ad azionamento idraulico, collegato tramite un semialbero al differenziale centrale bloccato con ripartizione 50-25-25. Il terzo asse posteriore è collegato in tandem al secondo asse. Una presa di forza trasferisce la potenza motore (tramite un settaggio dedicato del riduttore) al verricello posteriore. Tale albero di trasmissione “corre” sospeso al telaio superiormente. Marce ridotte a inserimento manuale.

Sospensioni idrauliche indipendenti per l’avantreno e balestre alla coppia d’assi del retrotreno. Dotato di controllo della pressione dei pneumatici e compressore per il loro bilanciamento.

 

CABINA

20z89ht.jpg

 

L’Ural-4320 fu concepito con una cabina 2 porte 2 posti, cofano motore ampliato e ammodernato rispetto al modello 375, furono aggiunte prese di raffreddamento per l’unità propulsiva. Dotato di climatizzatore per la versione destinata ai paesi tropicali. La differenza estetica che separa la versione civile dalla versione militare risiede nella fanaleria: prima del 1990 i fanali anteriori erano collocati nelle alette dei parafanghi e il paraurti era costituito da una barra semplice. Dal 1990 questa configurazione fu scelta esclusivamente per la versione militare. La versione civile possiede i fanali in cavità ricavate dalla barra paraurti ridisegnata, sostituendo con tappi di plastica i fori nelle alette dei parafanghi.

 

30cvmnn.jpg

 

rqzpeg.jpg

Ural-4320

Versione base del mezzo. Per la versione militare, gli allestimenti del telaio vanno dal semplice pianale,cisterna, centinato, trasporto truppe (panche pieghevoli con o senza intelaiature per il telo), gru per spostamenti leggeri e posto comando e controllo. Fu usato come vettore per il sistema d'arma lanciarazzi BM-21 Grad.

 

La versione civile fu usata soprattutto come veicolo antincendio e per l'evacuazione medica. E' utilizzato anche negli impianti di perforazione: acqua, petrolio e gas, utilizzando le torri-trivelle 1BA15 e URB-3A3, montati sul telaio.

Ural-4320-19

Telaio lungo, capacità di circa 12 tonnellate.

Ural-43203

Telaio con sospensioni anteriori rinforzate.

Ural-43204

Camion con telaio rinforzato, portata maggiorata.

Ural-43206

Variante 4x4. con motore JaMZ-236 diesel da 180 CV e una capacità di 4200 kg.

wt96r4.jpg

Una sottovariante denominata 43206-41 è stata rimotorizzata con il nuovo V6 JaMZ-236NE2, dotato di iniezione elettronica e turbocompressore. Potenza 230 CV.

La sottovariante 43206-0551 comprende le migliorie al propulsore (sopracitato), ma con una cabina a quattro porte e capacità di carico di 3600 Kg.

Negli anni ’90, Ural e l’italiana IVECO hanno stretto una collaborazione sull’allestimento cabine, dando origine ad una nuova generazione di veicoli 43206.

4zu46.jpg

Ural-44202

Trattore 6x6 con semirimorchio per l'utilizzo su tutti i tipi di strade.

Ural-4320-5557 2vn56pt.jpg

Frutto della partnership con IVECO, utilizzato anche in ambito civile. Trazione 6x6. Base per il veicolo che lo sostituirà, quale l’Ural-6370.

 

DATI TECNICI URAL-4320

Anno entrata in servizio:

1977

Fabbricazione:

Ural Automobile Plant

Tipo cabina:

Motore avanzato

Operatori:

2 (4320), 3 (4320-5557)

Codice motore:

YaMZ-236M2 (v6), YaMZ-238M2 (v8)

Layout motore:

V6, 4 valvole per cilindro

v8, 4 valvole per cilindro

Accensione primaria:

assente

Avviamento minimo senza pre-start:

Meno di 0 gradi (dato da fonti non ufficiali)

Cilindrata:

10.857 cc (v8)

11.150 cc (v6)

Potenza:

240 CV a 2.600 rpm (v8)

180 CV a 2.600 rpm (v6)

Coppia:

640 Nm a 1.800 rpm (v8)

882 Nm a 1.500 rpm (v6)

Alessaggio per corsa:

120 mm x 120 mm

Lunghezza:

7,37 m

Larghezza:

2,50 m

Altezza::

2,87 m

Dimensione ruote

Interasse:

3,52 m + 1,40 m

Consumo:

35 L / 100km

Multi carburante:

no

Cap.carburante:

300 L

Autonomia:

1000 km circa

Trasmissione:

manuale 5 marce + RM, trazione integrale 6x6

Guado:

0,7 m

Max Velocità su strada:

85 km/h, 70 Km/h con semirimorchio

Max Velocità Off-Road:

55 km/h

Max angolo d’attacco:

38 gradi

Max angolo d’uscita:

36 gradi

Inclinazione laterale:

Fonti su dato non trovate o non attendibili

Ostacolo verticale:

500 mm

Altezza dal suolo:

360 mm

Peso max. totale:

15,1 t

Peso tara:

Max carico rimorchiabile:

8 t

11,5 t

Misure ruote:

1200, 500, 508

Tipo assi:

a cascata di ingranaggi

Ponte di trasmissione:

riduzione con giunto centrale bloccato

Freni:

aria/idraulico con servofreno

Modificato da Rommel

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ormai non ti fermi più ! Ottimo lavoro anche per questo articolo, molto interessante

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

onorato, grazie :) il mio obbiettivo è portare in piena luce un settore trascurato da molti, quale il trasporto tattico pesante di terra. per il momento mi dedico ai grandi must russi (i più progrediti e lungimiranti tuttora), poi chissà.. se riesco e se l'argomento può interessare comprenderò anche i veicoli da trasporto tattico americani, italiani..tedeschi.. :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

URAL-4320

 

Inizialmente il motore era un V8 diesel Kamaz, non sovralimentato, quattro valvole per cilindro, capace di 240 CV a 2600 rpm. 10.857 cc di cilindrata.640 Nm di coppia a 1800 rpm. Dotato di carburatore più efficiente. Codice motore YaMZ-238M2.

 

La seconda motorizzazione consisteva in un motore V6 (derivato dal Kamaz V8), non sovralimentato, quattro valvole per cilindro, 11.150 cc di cilindrata, 180 CV a 2600 rpm e 882 Nm di coppia a 1800 rpm. Stesso carburatore del V8. Codice motore YaMZ-236M2. Questo propulsore è stato usato per lo sviluppo della serie NE2, dotata di sovralimentazione turbo e gestione dell’iniezione tramite centralina e non carburatore.

 

]

Diesel col carburatore? come sarebbe?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

chiedo venia errore mio di comprensione. L'NE2 dispone di sistema ad iniezione, ma in nessuna fonte ne viene citato il tipo. (solo dopo ho scoperto che è diretta). ebbene ho inteso che, la semplice iniezione, fosse da intendersi come indiretta, ciò mi ha portato a considerare (pur con tantissimi dubbi) il V8 e il V6 antecedenti dotati di carburatore (anche su questi due propulsori, nessun riferimento all'alimentazione). grazie dell'annotazione ora correggo :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×