Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
matteo16

James Stewart

Messaggi consigliati

James M. Stewart

 

Brigadier General

 

JamesMStewart.jpg

 

 

James Stewart fu uno dei più famosi attori americani di tutti i tempi e di lui molti sanno che

ebbe un passato di aviatore.

I settimanali di attualità ne scrissero in più di un'occasione e dissero che era stato uno dei pochi attori che, quando interpretava la parte di un militare, quasi sempre rivestiva un grado inferiore a quello che aveva nella realtà.

In redazione abbiamo sentito parlare nuovamente di Jimmy Stewart a proposito dello Strategic Air Command all'epoca della Guerra Fredda e, in particolare, come probabile ispiratore del1'attribuzione del nome Pye Wacket (che non significa nulla) al progetto di un missile aria-aria per autodifesa destinato al superbombardiere trisonico XB-70 Valkyrie.

Pye Wacket era un nome familiare a Stewart, in quanto si chiamava così il gatto stregato di KimNovak (che a sua volta impersonava una strega) nel film "Bell, Book and Candle", in Italia "Una strega in Paradiso", di cui egli stesso era il protagonista maschile.

Logico chiedersi quale influenza potesse avere un attore di Hollywood sulla scelta del nome in codice di un programma così importante e segreto e la risposta stava nel fatto che il Colonnello Stewart, dell'Air Force Reserve, in caso di mobilitazione, sarebbe stato al terzo posto nella catena di comando dello Strategic Air Command e poco dopo, con il grado di Generale di Brigatà, venne nominato Deputy Director of Information Services dell'ufficio del Segretario di Stato per I'Air Force.

Jimmy, quindi, non era stato soltanto un divo di Hollywood che aveva prestato servizio in aviazione come "testimonial", ma evidentemente qualcosa di più.

James Maitland Stewart, per gli amici Jim o Jimmy, amava gli aeroplani e nel 1935 seguì un corso di pilotaggio a Mines Field, Los Angeles, ottenendo la licenza di pilota privato su un biplano Fleet.

Subito dopo si comprò un suo aereo da turismo, uno Stinson Model 105 Voyager.

In seguito decise di perfezionarsi e tra il 1938 ed il 1939 conseguì la licenza di pilota commerciale

I suoi nonni e suo padre erano stati ufficiali dell'esercito ed il 22 marzo 1941 Jimmy, all'età di 32 anni, decise di arrolarsi volontario. Poiché aveva al suo attivo soltanto qualche centinaio di ore di volo, dovette effettuare ancora dell'addestramento a Moffett Field (California), per poi terminare il corso nel gennaio del 1942 come Sottotenente dell'USAAF.

In luglio, con il grado di Tenente, fu assegnato in qualità di istruttore a Mather Field (California) ed il mese successivo alla Bombardier Training School di Kirtland Field (New Mexico).

In agosto fu iscritto al corso di pilotaggio per i bombardieri quadrimotori a Hobbs Field (New Mexico) e nel febbraio 1943 fu assegnato, in qualità di istruttore di B- 17 ed ufficiale addetto alle operazioni, a Gowen Field (Idaho).

In luglio fu nominato Capitano e trasferito al 445th Bomb Group (Heavy) di Sioux City (Iowa) per servire quale ufficiale addetto alle operazioni del 703rd Bomb Squadron, del quale, dopo pochi giorni, fu nominato comandante, come riconoscimento della sua abilità quale pilota e delle sue doti di leader.

Nel novembre del 1943 Jim venne trasferito in Inghilterra, a Tibenham, sempre con il 445th Bomb Group, montato sui Consolidated B-24 Liberator.

Nel gennaio 1944 fu promosso Maggiore e in marzo fu nominato capoufficio operazioni del 453rd BG a Old Buckenham.

In giugno, come Tenente Colonnello, assunse il comando del 2nd Combat Wing della 2nd Division (Sth Air Force), terminando la guerra dopo aver partecipato a venti missioni di combattimento e con il grado di Colonnello.

Probabilmente Jimmy Stewart è stato anche uno degli attori più decorati in quanto ha ottenuto sei "battle stars", la DFC, I'Air Medal e la Croix de Guerre.

Dall'Active Force transitò nei ranghi della Reserve, ma continuò a seguire da vicino le vicende del SAC.

Nel 1958 Stewart fu il protagonista del film"Strategic Air Command" (in Italia "Aquile nell' infinito"), dove interpretava il ruolo di un ufficiale della Reserve, pilota di B-36 (e, nel finale, di B-47).

Il comandante del SAC, Gen. Curtis LeMay, fu particolarmente impressionato dalla performance di Jimmy in questo film e, infatti, ne richiese la promozione a Generale di Brigata e lo volle nel suo Stato Maggiore.

In seguito Stewart fece da "testimonial" in un paio di film della Convair per promuovere il

B-58 e nel 1966 lo abbiamo visto prendere parte ad almeno una missione sul Viet Nam del Sud a bordo di un B-52F.

Nel 1968 James Stewart, con una Distinguished Service Medal, si congedò definitivamente dall'USAF: nella sua lunga carriera aveva avuto a che fare con i B-17. i B-24, i B-36, i B-47, i B-52 ed i B-58.

 

jimmy-stewart-with-b52-crew.jpg

 

 

Di Luciana Aitollo

Modificato da matteo16

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Altro suo memorabile film d'aviazione fu "Il volo della fenice"..... grande attore, cieli blu ovunque tu sia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Una precisazione:

 

Nel 1958 Stewart fu il protagonista del film"Strategic Air Command" (in Italia "Aquile nell' infinito"), dove interpretava il ruolo di un ufficiale della Reserve, pilota di B-36 (e, nel finale, di B-47).

In realtà il film risale al 1955 e in Italia uscì l'anno dopo.

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Strategic_Air_Command_(film)

 

http://www.imdb.com/title/tt0048667/

 

I titoli di testa:

 

http://www.tcm.com/mediaroom/index.jsp?cid=179070

 

 

Una sequenza del film:

 

 

 

strategic_air_command_movie.jpg

 

 

La biografia (Zenith Press - 2005):

 

9780760328248.jpg

 

;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A proposito del B-58 ...

 

 

 

Ritengo però che la sequenza iniziale del primo video, ove si vede Stewart accolto da un ufficiale del 43rd Bombardment Wing della Carswell AFB dopo un suo volo su un B-58, sia stata in realtà ricostruita.

Infatti egli aveva veramente volato su un B-58, ma, come si racconta nella biografia, si trattava di un TB-58 da addestramento, mentre il velivolo che appare nel filmato è un B-58A.

 

A proposito del B-58 (terza parte di "Champion of Champions") ...

 

 

;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Altro suo memorabile film d'aviazione fu "Il volo della fenice".....

.... ed anche "L'aquila solitaria" (The Spirit of St. Louis), del 1957, dedicato alla storica trasvolata atlantica di Charles Lindbergh ....

 

http://en.wikipedia.org/wiki/The_Spirit_of_St._Louis_(film)

 

http://www.imdb.com/title/tt0051003/

 

 

spirit_of_st_louis.jpg

 

 

.... impresa che venne rievocata nel maggio del 1961 quando un B-58 (59-2451) del 43rd BW atterrò all'aeroporto di Le Bourget, in occasione del Salone Internazionale dell'Aeronautica, dopo aver trasvolato l'Oceano Atlantico, da New York a Parigi, a velocità supersonica in 3 ore, 19 minuti e 58 secondi.

 

Nella terza parte del documentario "Champion of Champions" si possono vedere l'arrivo a Parigi dell'aereo e la calorosa accoglienza riservata al suo equipaggio.

.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grande personaggio, aggiungiamo che non volle mai pubblicità per quello che stava facendo, tant'è che delle missioni come osservatore sui B-52 in vietnam si seppe solo anni dopo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×