Jump to content

artiglieria eserciti durante le guerre napoleoniche


lotus89
 Share

Recommended Posts

salve a tutti , qualcuno potrebbe fare un analisi dei reparti d'artigliera dei maggiori eserciti europei nel periodo che va dal 1789 al 1820?

Secondo le mie informazioni , non so se siano giuste:

L'esercito francese disponeva di un ottima artigliera a lunga gittata e più precisa dei pezzi avversari, molto ben comandata, a causa del fatto che dopo la rivoluzione, a differenza di quanto accadde negli altri settori dell'esercito,gli ufficiali ben addestrati del esercito reale rimasero al loro posto. Poi quando napoleone , comandante d'artiglieria in origine , prese il potere , apportò ulteriori miglioramenti:creò una serie di reparti omogenei , strutturati a seconda del calibro dei pezzi,e questo dava un vantaggio rispetto alla disorganizziazione avversaria, perlomeno prima di eylau(quando gli eserciti alleati incomiciarono ad evolversi).Oltretutto sapeva sempre quando e dove utilizzarla; aveva creato unità che accopiavano mobilità e potenza di fuoco, e lui sapeva dirigerne magistralmente gli spostamenti. Orchestrava perfettamente il fuoco di grandi concentrazioni , come accadde a Wagram.Senza contare che poteva fare affidemento su Oudinot e Drout due dei migliori ufficiali del reparto dell'epoca.

L'esercito inglese poteva anch'esso contare su una buona artigliera, Wellington era molto abile nel posizionarla in punti in cui difficilmente poteva essere notata subito dal nemico, e da cui poteva colpirlo con forza(basti pensare a waterloo o a diverse battaglie in spagna): dal punto di vista difensivo non aveva rivali, invece dal punto di vista offensivo a mio parere era inferiore a quella francese.

L'artiglieria russa, era composta da ottimi pezzi ma ,inizialmente pagò comandanti mediocri, solo a partire dallla fine della campagna di Russia, disatro di Napoleone, vennero usati ufficiali capaci nel settore.

In particolare Souzhanet si distinse durante la battaglia di Lipsia con una prestazione eccellente.

L'artiglieria Austriaca era di buona qualità .

L'artiglieria Prussiana prima di Lipsia era mediocre.

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

innanzitutto scusa per la doppia digitazione.

Veniamo ora all'"artiglieria napoleonica".

Ho letto non poco sull'argomento quando mi divertivo a realizzare figurini in metallo/resina che, in prevalenza, erano napoleonici

Un paio di esempi

Lanciererossob-vi.jpg

UffMamelucchi2-vi.jpg

Si tratta di un argomento su cui sono statati scritti volumi interi quindi credo che nessuno possa darti delle risposta telegarfiche.

Dell'artiglieria francese ricordo due cose: era un'arma a sè e non un appoggio della fanteria come avveniva in altri eserciti e questo le dava mobilità, potenza e possibilità di concentrare il fuoco. Inoltre era stato adottato il sistema Gribeauval VEDI QUI che portò un anotevole semplificazione a tutto vantaggio della manutenzione e quindi dell'efficienza.

Comunque la cosa migliore che penso di poter fare è andare a ricercare la mia vecchia documentazione per poterti segnalare le fonti da consultare.

Spero di riuscire a farlo nei prossimi giorni.

Ciao

Alberto

Edited by alberto49
Link to comment
Share on other sites

...

Comunque la cosa migliore che penso di poter fare è andare a ricercare la mia vecchia documentazione per poterti segnalare le fonti da consultare.

Spero di riuscire a farlo nei prossimi giorni.

Ciao

Alberto

 

Ecco, finora ho trovato questo fascicolo della Osprey, serie Men-at arms che ti consiglio di acquistare, se riesci a torvarlo (l'ultima edizione è del 1991; su Amazon Uk ne vendono uno usato a 5 Sterline)

Napoleonartillery0001-vi.jpg

e da cui ho tratto questa pagina

Napoleonartillery0004-vi.jpg

In 40 pagine avrai il quadro completo delle artiglierie napoleoniche compresi molti disegni e foto di pezzi originali o ricostruiti.

Se trovo altro, ti informo.

Ciao

Link to comment
Share on other sites

sembra interessante grazie, solo una domanda: è possibile trovarlo in italiano?, non per altro ma ho un inglese abbastanza arrugginito grazie in anticipo

Molto belle comunque le miniature,quanto ci metti a farne una?

ciao

Alessandro

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

sembra interessante grazie, solo una domanda: è possibile trovarlo in italiano?, non per altro ma ho un inglese abbastanza arrugginito grazie in anticipo

Molto belle comunque le miniature,quanto ci metti a farne una?

ciao

Alessandro

 

Ciao,

non so se esistono pubblicazioni in italiano sullo specifico argomento anche se mi sembra di ricordare che l'opera in due volumi "Le campagne napoleoniche" di David Chandler contenga numerosi riferimenti all'inpiego dell'artiglieria da parte di Napoleone.

QUI

La Osprey ha pubblicato qualcosa negli anni scorsi in italiano venduto in edicola, ma non ricordo esattamente cosa, prova a vedere

QUI

 

Le miniature le ho fatte fino al 1999 circa e per completarne una ci impiegarvo diversi mesi partendo dal kit grezzo che deve essere ripulito, assemblato e colorato. Questo lavorando nei week-end poichè durante il giorno lavoravo, ovviamente.

Se ti interessano, vai a vedere i siti dei produttori quali, ad esempio, la

PEGASO

Alberto

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...