Jump to content

Dettagli per Sufa 1/72 Hasegawa


Argaard
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti,

 

mi hanno regalato la scatola di montaggio del Sufa Hasegawa, e vorrei dettagliare il modello con qualche kit aftermarket. Quelli che ho trovato con una ricerca su internet sono:

 

- Aires 7254 (vani carrelli)

- Aires 7255 (scarico)

- Aires 7256 (cockpit)

- Eduard 73366 (set di fotoincisioni)

 

Premetto che non ho mai lavorato nè con la resina nè con le PE.. Quale combinazione di kit scegliereste?

 

Grazie per i consigli

 

Stefano

Link to comment
Share on other sites

Caro Stefano,

 

personalmente non credo che ci sia nessuna combinazione di kits da scegliere.... Ognuno di essi rappresenta un dettaglio diverso del soggetto che intendi realizzare. -_-

Tuttavia, il problema credo sia un'altro... Tu stesso affermi di "non aver mai lavorato nè con la resina nè con le PE"...

Alla luce di questo, l'unico consiglio che mi sento di darti è quello di valutare attentamente se sia, o meno, il caso di ricorrere a tutti i set che hai menzionato, perché il rischio più grosso a cui vai incontro sarebbe quello di spendere un discreto quantitativo di denaro e non riuscire a valorizzarlo con una realizzazione che sia quanto meno dignitosa. -_--_-

Tieni presente che le resine della Aires (specie per quel che riguarda i vani carrelli) non si montano da soli!!!

 

Giuseppe

Link to comment
Share on other sites

Ciao e grazie per la tua risposta!

 

il problema della realizzazione me lo sono posto anche io, ed è per quello che vi ho chiesto delle indicazioni :) non voglio comprare kit di dettaglio che pio non sono in grado di utilizzare, ma mi piacerebbe molto cominciare ad imparare ad utilizzare PE o parti in resina. Forse, dato che mi scrivi che i prodotti Aires non sono proprio semplicissimi da utilizzare, per questa volta mi potrei rivolgere alle fotoincisioni: le istruzioni che ho trovato sul sito eduard fanno vedere che i dettagli coprono più o meno tutto l'aereo, quindi potrebbe essere un buon compromesso, che ne pensi?

 

Se poi avete esperienza diretta con questo modello, ogni consiglio sarà più che gradito!

 

Stefano

Link to comment
Share on other sites

A prescindere dal fatto che fotoincisioni e kit in resina comportano due livelli diversi di dettaglio, perchè le fotoincisioni migliorano pezzi del kit di base, invece i pezzi in resina li sostituiscono completamente, ti consiglio anche io di cominciare con le fotoincisioni ,e di pensarci due volte prima di cimentarti con i kit Aires. La Eduard poi fornisce degli ottimi set e le istruzioni come hai visto sono chiarissime. Inoltre dal link ho visto che hai scelto un set BigEd che permette di dettagliare le zone principali (scarichi cockpit ecc.)

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Personalmente, preferisco consigliare nell'investire più nella rifinitura basica di un modello. Cioè. E' meglio vedere un modello ben costruito da scatola privo di ogni dettaglio exta, che uno imbottito di tutto e costruito male.

Non ti stò scoraggiando ma, è meglio fare un passo alla volta. Puoi provare tutto.

ciao

Link to comment
Share on other sites

Per carità, capisco il tuo discorso e lo condivido, ma è anche vero che amo sperimentare, ovviamente passo dopo passo. Mi sono arrivate le fotoincisioni ed in effetti sono proprio piccole, per fortuna ho una buona vista!

 

Chiedo ancora qualche consiglio per pianificare il lavoro:

 

1. Qual è il metodo migliore per applicare la cianoacrilica? Ho visto che qualcuno si costruisce un mini-dosatore allungando a caldo una cannuccia di plastica

2. Primer sì/no/quale

 

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Per la cianoacrilica puoi fare come tu stesso hai detto, ovvero allungando alla fiamma un pezzo di sprue per renderla appuntita e utilizzarla come dosatore/spatola per l'applicazione.

Riguardo al Primer il discorso è un pò più complesso, ed anche su quello sono state spese "fiumi di parole"... :ph34r::ph34r: Sul web non dovrebbe esser difficile trovare qualche informazione.

Tuttavia se ti interessa sapere qualcosa in particolare, anche il tuo quesito è consigliabile che sia altrettanto particolare, onde restingere "il campo d'azione". ;)B-)

 

Giuseppe

Edited by 3838giuseppe
Link to comment
Share on other sites

Per carità, capisco il tuo discorso e lo condivido, ma è anche vero che amo sperimentare, ovviamente passo dopo passo. Mi sono arrivate le fotoincisioni ed in effetti sono proprio piccole, per fortuna ho una buona vista!

 

Chiedo ancora qualche consiglio per pianificare il lavoro:

 

1. Qual è il metodo migliore per applicare la cianoacrilica? Ho visto che qualcuno si costruisce un mini-dosatore allungando a caldo una cannuccia di plastica

2. Primer sì/no/quale

 

Grazie

Allora vai tranquillo e prova ma, soprattutto divertiti.

Per la colla cianoacrilica, da anni uso un ago da cucire con la cruna tagliata, in maniera d'avere una piccola "forcella" e con questa prelevo piccole quantità di colla che mi servono.

Quando è asciutta brucio la punta , bruciando tutti i residui di colla e ricomincio. Un altro metodo è quello di usare un segmento di filo di rame usato in maniera simile.

Primer... c'è il tamiya il gunze, ecc... Puoi addiruttura spruzzare il MR Surface 1200/1000 diluito con Mr Thinner . Mi raccomando di levigare i grumoli con carta abrasiva 1200 - 1500 - 2000 o i panni abrasivi Micromesh.

In ogni modo primer sì !

Aiuta ad indivuare i difetti delle stuccature e un aggrappante/fondo per la colorazione successiva. Come primer può essere usato anche uno smalto tipo Humbrol 64, purchè ben diluito e levigato.

Spero di esserti stato d'aiuto.

ciao

Link to comment
Share on other sites

A proposito della cianoacrilica, quella che permette una dosatura più precisa secondo me è quella che viene prodotta sotto forma di gel (ad esempio l'Attack Gel appunto). Per le parti a cui non riesco ad arrivare però uso una cianoacrilica quasi liquida, montando sul collo della bottiglietta un ago da siringa di quelli usa e getta ;)

Dell'opportunità del primer ne abbiamo già parlato, ad esempio qui

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Benissimo, sto studiando per costruire un microbeccuccio dosatore per l'attack scaldando un tubicino (di quelli degli spruzzatori per detersivi) e allungandolo come si fa con lo sprue :-)

 

ho notato che nella scatola non c'è praticamente armamento: mi sapreste indicare una configurazione pittoresca per il sufa? Le istruzioni parlano del kit opzionale X72-12, che però è citato solo per un lantirn pod.. E per missili & bombe?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...