Jump to content
Sign in to follow this  
VincenzoAgo

comparazione caccia "radiali" 9/41-8/43

Recommended Posts

Replico solo come semplice appassionato sollevando una questione: ma ha senso confrontare due aerei simili ma con compiti diversi?

 

La domanda da fare è: il P-47 poteva fare il lavoro di un FW 190?

:hmm:

Bella domanda, motogio !!!

Penso, poi, che tu sia nel giusto, affermando e sottolineando la differenza dei compiti specifici, assegnati ai due contendenti. Il fatto, d'altra parte, è che Vincenzo richiede un confronto "tout court"; a prescindere, cioè, dalla... destinazione d'uso peculiare o dell'uno o dell'altro.

Ad ogni modo - così, a spanne - io propendo per una risposta affermativa: un FW 190 poteva svolgere le mansioni assegnate a un P 47. Va da sè, ovviamente, previo un adeguato addestramento dei piloti !

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

le questioni sarebbero ben poste in altra discussione ma qui lavoriamo in un astratto scontro caccia contro caccia, quindi che il 190 non fosse ottimale per volare a 9 km in copertura ai bombardieri e che il thunderbolt fosse del tutto inadeguato, così com'era prima dei miglioramenti (eliche, wep), al combattimento aereo sia sul piano orizzontale che su quello verticale,diciamo, sotto i 6,5 km non ci colpisce più di tanto. per quanto riguarda l'armamento dei caccia tedeschi il 190 divenne pesantemente armato ben primo dell'arrivo dei bombardieri pesanti diurni statiunitensi, anche le gondole per il 109 vennero sviluppate prima.

poi capisco che l'astrazione può non piacere ma allora non ci sarebbe niente da discutere all'atto pratico è noto com'è andata la cosa e questa dipese solo in minima parte dalle capacità dei caccia in campo

 

violazione regolamento 1.4e. tacca

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

... Ovvero, fratello, mi è... più simpatico il vecchio "Würger" (che, poi, in Italiano sarebbe l'Averla, un piccolo passeriforme !!!).

 

A lo so come l'avevano chiamato i produttori, anche se i piloti difficilmente lo chiamavano così. Ma perchè scelsero "Averla"? (E' una ca**ata).

 

 

nel mio post di apertura ho dichiarato la superiorità del P-47 oltre i 7,5 km (solo razorback comunque all'epoca, e senza nuove eliche ne wep) ma i combattimenti a quella quota non sono tipici fino all'inizio serio della campagna di bombardamento diurno dell'USAAF (direi dicembre '43), poi rimanendo sull'astratto ponendo un limite pratico ai combattimenti sui 10 km è preferibile il caccia che è meglio per 3/4 delle possibili altitudini che non quello per 1/4. fermo restando poi che lasci scoperto buona parte del periodo in considerazione.

 

I piloti che venivano dagli Spitfire o dai P-40 sulle prime rimasero disgustati dal P-47: provenendo da filosofie diverse non capirono subito come usarlo. Gli Spit e i P-40 pesavano circa la metà di un P-47 a pieno carico, MA soprattutto erano pensati per difendere gli aeroporti dai bombardieri degli europei degli anni '30.

Il P-47 era pensato come potente caccia di scorta, fatto per volare molto lontano in territorio nemico per scortare i bombardieri ad alta quota. Il P-47 era fatto per attaccare non per difendere.

Il P-47 poteva imbarcare una tonnellata di carburante senza usare i serbatoi esterni e la metà posteriore della fusoliera era "dedicata" completamente a un enorme turbocompressore (flabelli di scarico sul fianco della fusoliera, dietro e sotto l'abitacolo) fatto per "mantenere" ottime prestazioni nell'aria rarefatta dei 10000 metri (quota dei B-17), dove l'elevato numero di giri del poderoso Pratt and Whitney (lo stesso del Corsair, ma con turbocompressori diversi) e la scarsità d'ossigeno richiedevano il raffreddamento e la compressione dell'aria da immettere nei cilindri per mantenere la potenza della spinta.

I piloti che venivano dagli altri aerei sulle prime parvero non accorgersi che il loro nuovo caccia, a dispetto di quella finta aria paffutella, sfiorava i settecento (e dico 700) all'ora e poteva volare a seicentocinquanta chilometri all'ora a novemila metri di quota e poteva raggiungere i tredicimila metri. In picchiata, il P-47 sfiorava il suono e gli veniva attorno la nuvoletta di condensa (anche se era pericoloso: in questa situazione i comandi erano così duri che parevano bloccati...).

Quando voli così in alto e così veloce devi solo aspettare un quarticello che il nemico si arrampichi fino a te prima di rovesciarti, saltargli addosso dall'alto con il vantaggio della picchiata e sbriciolarlo (sempre a patto di vederlo per primi).

Quello che più impensieriva il P-47 semmai era il 109 Gustav e il 109 K (Kurfurst), o l'eccezionale FW190-"Dora" (ma questi sono aerei Off Topic) che avevano doti di quota, salita e velocità simili al P-47.

Più sotto, il FW-190 era pericoloso per il P-47, ma bastava solo non perdere potenza (oltre a non perdere la testa....) e giostrarsi bene con gli altri. Il segreto è non lasciarsi attirare in un tipo di combattimento in cui so che non ho possibilità. Se sono sotto i 7000 metri parto svantaggiato con i FW-190 e non mi devo lasciare attirare in virate strette e cabrate. Inutile cercare di salire sopra i 7000, dato che difficilmente il nemico te lo permette a meno che non siano "Scemo e + scemo".

Se provo a cabrare perdo energia, di conseguenza io la butto tutta sul piano orizzontale, sulla velocità e sulle G. Se siamo in due e ci siamo fatti prendere con le braghe in mano, dobbiamo dividerci subito in modo che anche loro devono dividersi. Virata strettissima in picchiata fino allo svenimento (badando bene ad andare uno da una parte e uno dall'altra o il nemico morirà dalle risate.....) e in direzioni opposte e poi ci organizziamo: io sforacchio quello che insegue te (ma bisogna essere veloci), tu polverizzi quello che insegue me. Il rischio è spararsi addosso..., ma è un rischio calcolato basta non strafare....

Riguardo poi alla protezione: davanti ho un motore a doppia stella largo un metro e mezzo e il mio cockpit ha davanti e dietro due piastre di acciaio spesse 15 mm...

Se poi dobbiamo fare i cacciabombardieri, beh, ci invitano a nozze.

Il FW-190 è più "bello" ve lo concedo, ma anche i ciccioni hanno virtù nascoste.

 

P47stoughathighaltitude.jpg

Edited by Hobo

Share this post


Link to post
Share on other sites

A lo so come l'avevano chiamato i produttori, anche se i piloti difficilmente lo chiamavano così. Ma perchè scelsero "Averla"? (E' una ca**ata)

 

Il FW-190 è più "bello" ve lo concedo, ma anche i ciccioni hanno virtù nascoste.

Mah, non conosco la genesi del nomignolo "Averla", che, in natura, è di due specie: minore e maggiore. Del resto, concordo con te, circa la... banalità di un simile nickname, riferito, perdipiù, a un Signor Caccia, quale - senza ombra di dubbio - è il 190.

Edited by sorciverdi58

Share this post


Link to post
Share on other sites

A lo so come l'avevano chiamato i produttori, anche se i piloti difficilmente lo chiamavano così. Ma perchè scelsero "Averla"? (E' una ca**ata).

 

 

Solo a titolo di curiosità: Würger significa anche "strangolatore" o "uccisore" e l'Averla in Germania viene chiamata così perché il suo modo di cacciare e di uccidere le sue vittime (piccoli insetti naturalmente) ricorda un po' quello dei falchi.

 

Come nome, per un caccia, mi sembra azzeccato :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Hobo:

alcune precisazioni per i meno esperti: caricava 830 kg de carburante (aggiungo che sono teorici 87 minuti di volo in "max continuous" o 332 in "minimum specific consumption" a bassa quota , più che mantenere le ottime prestazione il turbo le rendeva ottime ad alta quota, i b-17 volavano comunemente entro gli 8,5 km, il corsair non aveva il turbo aveva un compressore tradizionale. sfiorava i 700 km/h vero ma solo intorno i 10 km, anche 680 a 9km, considerando per una tangenza di combattimento un 2 m/sec residui di salita (come era standard nella lw) direi intorno agli 11 km. sfiorava il suono è un po ambiguo comunque in parecchi sfioravano il suono, quant'è il limite in picchiata del thunderbolt? 500 mph ias? è così differente dagli altri?

il 190 è più veloce del 47 fino a 7 km, sale più velocemente e vira più velocemente fino a 7,2 km, rolla più velocemente beh non so entro quali limiti ma penso fino a quando l'area non è troppo rarefratta per il bmw quindi entro la tangenza di combattimento del 190. lascia fuore le tattiche di formazione che stanno OT, caccia contro caccia uno contro uno. per quanto riguarda la protezione, senza check, il 190 non era scarso poi nel confronto doveva reggere una 12,7 mentre quella del thunderbolt una 20 che è tutta un altra cosa. se poi devi fa il CB devi cambia aereo o devi aspetta il prossimo periodo ma comunque non ci riguarda.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solo a titolo di curiosità: Würger significa anche "strangolatore" o "uccisore" e l'Averla in Germania viene chiamata così perché il suo modo di cacciare e di uccidere le sue vittime (piccoli insetti naturalmente) ricorda un po' quello dei falchi.

 

Come nome, per un caccia, mi sembra azzeccato :okok:

 

Si, ma ha anche un'altra abitudine: infilza le sue prede nelle spine dei rami prima di ripartire a caccia di altre.

Lanius_excubitor_1_%28Marek_Szczepanek%29.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, ma ha anche un'altra abitudine: infilza le sue prede nelle spine dei rami prima di ripartire a caccia di altre.

 

 

Sì, nonostante l'aspetto è un uccellino un po' crudele :ph34r:

 

Ritornando IT: Il P-47 poteva imbarcare una tonnellata di carburante senza usare i serbatoi esterni...

 

Vero ma era anche alquanto assetato, si parla di ca 400 l all'ora mentre gli altri caccia arrivavano a 200 l.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solo a titolo di curiosità: Würger significa anche "strangolatore" o "uccisore" e l'Averla in Germania viene chiamata così perché il suo modo di cacciare e di uccidere le sue vittime (piccoli insetti naturalmente) ricorda un po' quello dei falchi.

 

Come nome, per un caccia, mi sembra azzeccato :okok:

Rebus sic stantibus, motogio, beh allora una ratio esiste !!! Eccome !!!

Certo che, scavando a fondo nell'etimologia delle parole straniere, si hanno - spesso - piacevoli sorprese.

Ciao.

Edited by sorciverdi58

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ritornando IT: Il P-47 poteva imbarcare una tonnellata di carburante senza usare i serbatoi esterni...

 

Vero ma era anche alquanto assetato, si parla di ca 400 l all'ora mentre gli altri caccia arrivavano a 200 l.

Motogio, perdonami il paragone "banale": il propulsore del P-47, considerando l'abnorme consumo di avio-combustibile, mi pare simile a quello di certe... vecchie Ferrari, dotate di ben sei assatanatissimi carburatori doppio-corpo Weber 78 DCN, da 40 mm.. Tanto per citarne una, il MITO, per eccellenza: la 250 GTO, con lo splendido 12 cilindri a V (60 gradi), di 3 litri, con un solo albero a camme in testa per bancata e lubrificazione a carter secco.

Ma non vorrei andare fuori tema, prendendomi l'ennesimo... cicchetto dai moderatori !!!

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...