Jump to content

Argonaut66

Membri
  • Content Count

    21
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About Argonaut66

  • Rank
    Recluta
  1. E' si vede che voi avete tanto tempo io devo scrivere alla velocità della luce perchè di tempo non ne ho.... se siamo a scuola e vi interessa la forma suggerisci allo staff di bannarmi subito perchè così è. però noto che molti altri scrivono errori e vaccate compresi voi che mi richiamate ad ogni post, e che i testi sono tutti appiccicati quanto i miei: però non vedo i consueti richiami. se come credo a qualcuno invece stanno sulle scatole i contenuti di quanto scrivo, cioè le mie "personalissime opinioni" che pur avvalorate da qualche dato oggettivo, non ho mai preteso che valessero ne più ne
  2. Argonaut66, come già ti è stato detto tramite PM, la cura la formattazione e l'ortografia dei messaggi!!! grazie, lo Staff. Allo staff: per cortesia non si arrabbi un errore di battitura, qualche lettera saltata, o persino qualche errore ortografico quando scrivi 200 righe ci può scappare no? ci può scappare anche se scrivi una riga se per questo.....infatti "la cura la formattazione" come da vostro richiamo di cui sopra, per esempio, è un errore teoricamente, che ovviamente non prendo per ignoranza dell'italiano ma per svista di battitura. capita. quanto alla formattazione q
  3. Secondo me ci vuole equilibrio tra spese e vantaggi necessità. E' vero che al momento non abbiamo una minaccia diretta ai nostri confini ma bisogna comunque pensare che le aree di instabilità non sono lontane. la situazione balcanica non è risolta, è solo congelata, l'ucraina da cui passa tanto del nostro fabbisogno energetico è già stata sul'orlo della guerra civile con piani neanche troppo segreti della russia putiniana di far leva sul 40% di popolazione russofona e sulla crimea per smembrare lo stato, il caucaso è una polveriera, il mediooriente è una polveriera permanente che scoppia ogni
  4. Se fosse per israele avrebbe già attaccato i siti nucleri iraniani. Non tanto perchè pensa di poter da sola distuggerli ma per far scoppiare il casino e obbligare gli USA ad intervenire. Per di più che dove siano tutti i siti e se ce ne siano altri nelle profondità delle montagne non lo sanno. Il punto di vista di Israele è che più tempo si aspetta e più i nostri nemici si rafforzano militarmente, e sia mai, arrivino al nucleare. Dopodichè per quanto la retorica iraniana teorizza la distruzione di israele per galvanizzare le masse i persiani si sono rvelati maestri nel trattare, ritirarsi, av
  5. Vi faccio un elenco dei paesi nuclearizzati con relativo numero di testate nucleari. naturalemente una testata ha una potenza variabile che si misura in Kilotoni o Megatoni: Kilotoni quando si parla di un equivalenza in migliaia di tonnellate di tritolo equivalente, megatoni quando siamo sui milioni di tritolo. Quindi la potenza nucleare di un paese va misurata non solo su quante testate ha a disposizione ma anche sulla loro potenza. una piccola testata atomica arriva fino va da 0,5 kilotoni a 10 megatoni, una grossa testata atomica arriva a 100 megationi. E' del tutto evidente tuttavia
  6. Be con la libia di Gheddafi ci siamo (o meglio ci hanno) levati una spina nel fianco e i timori di rimetterci economicamente sono stati smentiti sia dal rispetto dei contratti i essere del nuovo governo sia dal fatto che non avevamo il monopolio sullo sfruttamento di idrocarburi da parte di nostre aziende neanche quando c'era gheddafi.....ammesso e non concesso che il monopolio sia auspicabile. Se c'era un pericolo per l'italia era semmai l'imprevedibilità di Gheddafy che un giorno ti sorrideva e il giorno dopo ti minacciava, e l'altro ti chiedeva soldi, per poi farsi ricevere come fosse il fa
  7. Ragazzi è una discussione che ci parla della terza guerra mondiale. e per chi? per Taiwan? per il vietnam? ricordatevi che come ci diceva Ainstain la quarta la combattiamo con le clave. Voglio proprio vedere chi fa il blocco navale alla cina perchè vendono materiale bellico all'iran facendo come tutti i suoi interessi geopolitici, come noi vendiamo ai sauditi, agli emirati al qutar a Taiwan ecc. ecc. Se scoppia il casino con l'Iran la Cina ne sta fuori mette il veto insieme ai russi e poi ci lascia fare come in iraq. Se nel mentre ha venduto o sta vendendo all'iran armamenti è il fato della st
  8. Non concordo con la tesi che al terreno non ci si avvicinerà più e che il supporto sarà "millimetrico amplificato dalle tecnologie". Le nuove teorie della Cyber guerra, dell'ipertecnologia digitale, dell'alleggerimento del peso delle truppe in favore di una mobilità e imperava già alla vigilia dell'ultimo intervento in Iraq, teorizzata dai Rumsfeld, Wolfowitz, Cheney. Non è andata a finire proprio come prevedevano.......4588 soldati uccisi, 49.000 feriti.....imboscate, IED....reparti attaccati che chiedevano il supporto aereo....un presidio del territorio logorante per giungere a risultati po
  9. Putin sta cercando di ricomporre i pezzi non tanto dell'ex URSS (che era un impero innanzitutto ideologico e lui direi che è un affarista capitalista anche se arriva dal KGB), ma della Russia stessa e dell'area strategicamente rilevante.....degli stati cuscinetto alleati più o meno a forza con cui garantirsi una protezione dall'invadenza occidentale. oggi discutiamo le questioni di loro interesse (es. georgia e ucraina) sulla loro porta di casa. tende al regime per timore di una colonizzazione occidentale sviluppata dall'interno attraverso la democrazia (che vuole solo come simulacro non come
  10. Unb Master in versione da combattimento può portare un carico bellico di 3000 kg, è estremamente agile, ha già le dotazioni standard per armamento di precisione, avionica pensata per addestrare gli aerei di ultima generazione, mach 1 velocità (con punte supersoniche fino a 1.2 in picchiata), tangenza 13000 mt, 1880 km autonomia (o 2.500 con 2 sermbatoi esterni), sonda per il rifornimento in volo (ill che moltiplica l'autonomia x volte), grande manovrabilità ecc., armabile con tutti i sistemi di caduta aria suolo e anche missili antinave, un paio di sidewinder per autoprotezione o per attaccare
  11. in sintesi tra 10 anni ci fanno un mazzo quadro. però l'economia mondializzata ci unisce tutti in modo talemente interdipendente che non ci saranno conflitti diretti tra le grandi potenze. semmai bisognerà vedere come il prodotto cinese, in via di rapido miglioramento qualitativo, si piazzerà sul mercato e a chi venderanno. l'iran è un importante acquirente di prodotti cinesi oltre che un alleato politico cinese. più che della cina direttamente dovremo preoccuparci di chi ci sparerà addosso con armamenti made in china. interessante sarà vedere per esempio cosa produrranno nel campo dei missili
  12. Agli strateghi della difesa preoccupa di più che gli shebab islamisti controllino 3/4 della somalia, che dallo yemen affluiscano jhadisti e armi pagate coi soldi del quatar e sauditi, che gli islamisti stanno facendo notevole pressione sul kenia, che se scoppia la guerra con l'iran, e se ne parla dal 2008, in quell'area operano navi iraniane che potrebbero minare le rotte commerciali e chiudere anche il mar rosso oltre che lo stretto di hormuz.....ma se mi dici che una flotta di 10 e più fregate serve per evitare gli attacchi dei barchini si vede che gli ammiragli avranno consultato prima te..
  13. Dirò una bestialità: e se per i ruoli appoggio tattico, antiguerriglia per scenari rustici di tipo afghano o non più ad alta intensità riguardo a difese aeree dedicassimo una quota di 346 master? so che gli emirati arabi che ne hanno acquistati dalla macchi 48 li vogliono in parte nella versione da combattimento che prevede anche uso di amamento guidato e tutto ciò che di più moderno serve. la linea sarebbe pressochè comune con la versione da puro addestramento, oppure gli prevediamo per tutti il doppio ruolo. In ogni caso su manutenzione e ricambi si abbassano costi e lavora una ditta italian
  14. Il mio non era un giudizio morale rispetto alle finalità di tenere li tra tutti parecchie fregate. Ne sulla necessità di impedire il sequestro di navi commerciali. Ma allora riflettiamo sui fatti e i dati: la pirateria inizia in quell'area nel 2005/6 nel biennio 2006-8 - 150 attacchi 42 andati a segno nel 2009 204 attachi 47 andati a segno nel 2010 445 attacchi 35 sequestri nel 2011 439 attacchi 24 sequestri nel 2012 177 attacchi 20 sequestri considerando che l'operazione marittima nota come Ocean Shild cui partecipiamo con le nostre navi, e che vede schierate 7 navi da guerr
  15. Non si può paragonare in nulla all'afghanistan. Quì siamo di fronte ad un governo in carica, quello del Mali, che chiede aiuto per l'impossibilità/incapacità di contrastare un nemico interno inquinato da elementi Jhadisti provenienti dall'esterno. In Afghanistan il governo era in mano ai Talebani e il territorio pressochè controllato totalemnte da loro salvo la piccola porzione a nord difeso da Massud (noto come il leone del Panshir). il tetro Afgano ha richiesto l'intervento di mifgliaia di uomini e massiccio impiego di aeronautica......ricordo le colline controllate dai talebani bombardate a
×
×
  • Create New...